Rassegna stampa del 11 maggio 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Archivio Unico Informatico obbligatorio per professionisti ed operatori non finanziari
Formazione obbligatoria per tutti (professionisti, operatori, dipendenti)

 

Non ti sei adeguato alla normativa antiriciclaggio?

Non hai ancora pensato alla formazione?

 

Acquista subito Antiriciclaggio XP, il software per l’adozione delle misure previste dai Decreti 141/06 e 143/06 e scopri anche Patentino Antiriciclaggio, il corso di formazione certificato su cd-rom!

 

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

L'Antiriciclaggio oltre gli Albi

Pubblicato in Gazzetta il decreto correttivo per gli obblighi di vigilanza. Segnalazioni anche dai non iscritti e dalle società di revisione

E' apparso in "Gazzetta Ufficiale" ieri, 10 maggio, il regolamento dell'Economia correttivo del Dm 3 febbraio 2006 n. 141, che adegua la disciplina antiriciclaggio alle modifiche apportate dalla legge 25 gennaio 2006, n.29 al provvedimento di recepimento della seconda direttiva comunitaria (decreto legislativo 20 febbraio 2004, n.56).
Il decreto correttivo è il n.60 del 10 aprile ed è composto da soli quattro articoli, ma avrà un impatto significativo, soprattutto per le società di revisione e i soggetti esercenti servizi contabili. L'articolo 1 propone una nuova definizione di professionisti, che non può più riferirsi solo agli iscritti in Albi professionali. Vengono estesi gli obblighi di identificazione dei clienti, registrazione delle prestazioni e segnalazione delle operazioni sospette anche a società di elaborazione dati, associazioni di categoria che prestano servizi di assistenza contabile, Caf, tributaristi e consulenti che svolgono in maniera professionale attività in materia di contabilità e tributi, indipendentemente dall'iscrizione in un Albo.
Per questi nuovi soggetti gli obblighi previsti dalla normativa antiriciclaggio in materia di identificazione e registrazione nell'archivio unico dei nuovi clienti scatteranno il 25 maggio, con l'entrata in vigore del regolamento attuativo.  

Il Sole 24 Ore -L. Ferrajoli - art. pag. 37

Pausa di riflessione sui corrispettivi

Gli orientamenti emersi ieri al tavolo tecnico tra i professionisti e l'amministrazione finanziaria.

L'invio telematico dei corrispettivi, all'Anagrafe tributaria, da parte dei contribuenti che esercitano attività commerciali, è in stand by. Il provvedimento di attuazione della finanziaria 2007, annunciato con comunicato stampa il 30/4/2007 resta sul tavolo di Vincenzo Visco. Almeno fino a dopo le elezioni amministrative. E con la possibilità, per i rappresentanti delle imprese che ci possa essere una riapertura del confronto sulle nuove regole che obbligherebbero, a partire dal primo luglio l'invio di una serie di dati e dei corrispettivi giornalieri delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi. La sospensione, però, allarma le case produttrici di software, ´non sta a noi stabilire se una norma sia giusta per il paese, ma come operatori' lamenta Bonfiglio Mariotti, presidente di Assosoftware, ´non sappiamo più se ascoltare decreti leggi, comunicati stampa o dichiarazioni di sottosegretari. Noi abbiamo lavorato e se il provvedimento sarà sospeso ci arrecherà un danno economico'
All'esame anche la possibilità di prevedere la salvaguardia della facoltatività retroattiva per la comunicazione dei preavvisi telematici agli intermediari. La finanziaria 2007 ha previsto infatti obbligatoriamente che il fisco comunichi all'intermediari il preavviso anche per le dichiarazioni fino al 2005.

Italia Oggi - C. Bartelli - art. pag. 34

Stretta sulla pirateria informatica

Va oggi al consiglio dei ministri il disegno di legge che attua la Convenzione in vigore dal 2004. Da uno a cinque anni di prigione per chi altera dati pubblici

Giro di vite del governo contro hacker e pirati informatici. Più tutela per l'integrità di banche dati e computer delle imprese private e delle pubbliche amministrazioni. E poi introduzione di nuove figure di reato come quella di frode informatica da parte del certificatore di firma elettronica allo scopo di ampliare l'elenco dei fatti illeciti legati al settore della cybercriminalità. È quanto emerge da un disegno di legge che sarà esaminato oggi dal governo per dare attuazione alla Convenzione del Consiglio d'Europa sulla criminalità informatica, entrata in vigore il 1° luglio del 2004. Il ddl attribuisce, tra l'altro, maggiori poteri all'autorità giudiziaria nei confronti degli operatori di servizi di tlc soggetti a provvedimento di sequestro o perquisizione nell'ambito di indagini relative al traffico telefonico.

Italia Oggi - M. Gasparini - art. pag. 32

Da ieri dati catastali on-line per tutti

Un decreto del Territorio fissa anche il regime delle nuove convenzioni per professionisti ed enti. Dall'1/6 non serviranno gli estremi identificativi dell'immobile

La verifica del proprio patrimonio immobiliare passa da internet. Utile, per esempio, per controllare la rendita di case e box da inserire nella dichiarazione dei redditi. O per pagare l'Ici. Ma se a partire da ieri il contribuente per accedere al servizio on-line dei dati catastali (gratuiti in base al dl n. 262/2006) dell'Agenzia del territorio deve conoscere, oltre ovviamente al proprio codice fiscale e al comune dove è collocato l'immobile, anche il foglio e la particella, da giugno invece basteranno i propri dati personali anche per i dati ipotecari (dietro il pagamento delle relativa imposta) . Ma anche, per esempio, nome, cognome e codice fiscale di chi ci sta vendendo un immobile per controllare la rendita, il numero dei vani, l'effettiva proprietà dell'immobile. Novità in arrivo poi dal prossimo anno anche per notai, geometri, architetti e tutti gli utenti abituali (inclusi gli enti): cambierà il regime della convenzione con l'abolizione del canone annuo, sostituito dal versamento una tantum della somma di 200 euro a titolo di rimborso spese e della somma di 30 euro annuali per ogni password utilizzata.

Italia Oggi - A. Gorret - art. pag. 33