Rassegna stampa del 6 giugno 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Archivio Unico Informatico obbligatorio per professionisti ed operatori non finanziari
Formazione obbligatoria per tutti (professionisti, operatori, dipendenti)

 

Non ti sei adeguato alla normativa antiriciclaggio?

Non hai ancora pensato alla formazione?

 

Acquista subito Antiriciclaggio XP, il software per l’adozione delle misure previste dai Decreti 141/06 e 143/06 e scopri anche Patentino Antiriciclaggio, il corso di formazione certificato su cd-rom!

 

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Professioni, uscita a ostacoli dall'Irap

L'imposta è esclusa se l'organizzazione non è significativa e non crea valore aggiunto

La vicenda Irap per professionisti e autonomi si avvicina a una conclusione. In Parlamento (commissione Finanze della Camera) il sottosegretario all'Economia, Mario Lettieri, ha assicurato qualche giorno fa che l'agenzia delle Entrate stava lavorando a togliere l'errore bloccante per la compilazione di Unico, quando l'Irap fosse stata dichiarata non dovuta. Lo sblocco di Unico è avvenuto sul fronte del software per l'invio delle dichiarazioni. E' inoltre in arrivo una circolare con la quale l'Agenzia potrebbe dare ulteriori chiarimenti sull'Irap facendo riferimento ai principi dettati sull'argomento dalla Cassazione.

Il Sole 24 Ore - G. Gavelli, A. Versari - art. pag. 29

Terrorismo, professioni in trincea

Consiglio dei ministri/Via libera al decreto legislativo per il congelamento dei fondi a rischio
Obbligo di segnalazione delle operazioni finanziarie sospette

 

Professionisti in prima linea contro il terrorismo. Dovranno obbligatoriamente segnalare all'Ufficio italiano cambi tutte le operazioni e i rapporti sospetti, in qualche modo riconducibili a possibili attività messe su per finanziare azioni terroristiche. Come per la normativa antiriciclaggio (art. 2 del dlgs n. 56/2004), dottori e ragionieri commercialisti, consulenti del lavoro, avvocati, notai e revisori dei conti saranno obbligati a segnalare tutte le operazioni sospette in base alle informazioni in loro possesso. L'obbligo dovrebbe riguardare anche tributaristi e Caf. Gli stessi obblighi di segnalazione ricadranno chiaramente su banche, sim, sgr, poste, Sicav, imprese di assicurazione, concessionari della riscossione dei tributi e intermediari finanziari.
E c'è di più: presto verrà istituito un nuovo ´comitato di sicurezza finanziaria', una sorta di pool presieduto dal direttore generale del tesoro e composto da undici 007 della finanza, dalla variegata provenienza istituzionale, messo su per segnalare alle procure tentativi di occultamento di fondi sospetti e profili di soggetti a rischio. Poggia su questi due pilastri il decreto legislativo varato ieri dal consiglio dei ministri per recepire nell'ordinamento italiano la direttiva europea n. 2005/60/Ce del 26 ottobre 2005.Nei fatti, l'onda lunga dell'11 settembre e gli effetti della guerra contro Al Qaeda si fanno ancora sentire.

 

Italia Oggi - L. Chiarello - art. pag. 29

Pmi, privacy soft

Il garante ha annunciato possibili modifiche al Codice. Misure minime verso la riduzione

 

Il garante della privacy allenta la presa sulle piccole imprese. Si dice propenso a una riduzione delle misure minime di sicurezza che le piccole realtà devono adottare per proteggere i dati personali, mediante una ´modifica del codice della privacy', che oggi prevede gli stessi oneri per tutte le imprese, a prescindere dalle dimensioni. Senza, però, appiattire del tutto le incombenze gravanti sulle società.
È quanto emerso dalla tavola rotonda tenutasi ieri a Roma e dedicata alla ´sicurezza delle informazioni e dei sistemi come servizio per il cittadino e per le imprese', alla quale sono intervenuti, fra gli altri, Francesco Pizzetti, il presidente dell'autorità garante per la protezione dei dati personali e Luigi Vimercati, sottosegretario alle comunicazioni.

 

Italia Oggi - D. Alberici - art. pag. 31

Mod 730, proroga per Caf efficienti

In corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale il dpcm sui termini. Imprese agricole al 25/9/07. Va al 31/8 chi ha lavorato l'85% delle denunce al 31/7

 

Proroga dell'invio telematico del modello 730 per i Caf efficienti. I centri di assistenza fiscale potranno, infatti, inviare le dichiarazioni entro il 31 agosto 2007 a condizione che entro il 31 luglio 2007 abbiano già inviato l'85% dei modelli consegnati dai contribuenti.

Mentre le imprese agricole trovano il rinvio per la trasmissione telematica di Unico al 25 settembre 2007.

Non c'è quindi lo sperato allungo, da parte dei professionisti, sulla proroga dei termini.

 

Italia Oggi - C. Bartelli - art. pag. 32