Rassegna stampa del 15 giugno 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Archivio Unico Informatico obbligatorio per professionisti ed operatori non finanziari
Formazione obbligatoria per tutti (professionisti, operatori, dipendenti)

 

Non ti sei adeguato alla normativa antiriciclaggio?

Non hai ancora pensato alla formazione?

 

Acquista subito Antiriciclaggio XP, il software per l’adozione delle misure previste dai Decreti 141/06 e 143/06 e scopri anche Patentino Antiriciclaggio, il corso di formazione certificato su cd-rom!

 

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Riciclaggio, affondo di Draghi

Il Governatore sollecita all'Antimafia disincentivi all'uso del denaro contante

Norme più severe per la lotta al riciclaggio e un maggior uso dei pagamenti elettronici. E' stato il Governatore della Banca d'Italia, Mario Draghi, a indicare le strade per combattere le lavanderie del denaro sporco, nell'audizione alla commissione Antimafia, la prima di un Governatore da dieci anni a questa parte, come ha rilevato il presidente della commissione , Francesco Forgione.
La normativa sull'antiriciclaggio e sul contrasto al finanziamento del terrorismo "si sta dimostrando efficace" ma "tanto sul piano normativo che su quello operativo permangono comunque ampi margini di miglioramento", ha sottolineato Draghi.

Il Sole 24 Ore - R. Bocciarelli - art. pag. 27

Studi di settore, tecnici al lavoro

Nel frattempo fanno passi avanti i dpcm con la proroga per le dichiarazioni 2007 e i versamenti. Analizzati i dati relativi al 2005, finora non disponibili 

 

Fanno passi avanti i dpcm con il rinvio dei termini per la presentazione delle dichiarazioni dei redditi e per i versamenti da parte dei contribuenti soggetti agli studi di settore. Provvedimenti che devono dare certezze ai contribuenti al di là dei comunicati stampa diffusi dall'Agenzia delle entrate. Il primo è stato firmato sia dal viceministro dell'economia Vincenzo Visco, sia dal presidente del consiglio, Romano Prodi, ed è pronto per la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, dove però non è stato calendarizzato neanche per oggi. Salvo una corsia preferenziale in extremis. Il secondo, invece, è stato siglato solo dal titolare di piazza Mastai e aspetta la firma del premier. Nel frattempo i tecnici del viceministro Visco stanno lavorando a un approfondimento dei dati relativi agli studi di settore, suddivisi per regione, analizzando le informazioni sui contribuenti congrui, non congrui e marginali. Ma anche sui dati più recenti relativi alle dichiarazioni 2005, che finora non erano disponibili.

 

Italia Oggi - A. Gorret - art. pag. 31

Iva residenti, rimborso al 2 luglio

La precisazione sull'imposta pagata nel corso del 2006 è fornita sul sito dell'Agenzia delle entrate. Slitta la scadenza del 30/6 (sabato) per inviare la domanda

 

Slitta al 2 luglio, cadendo di sabato la scadenza del 30 giugno fissata dalla legge, il termine per la presentazione della domanda di rimborso dell'Iva pagata nel corso del 2006 dai soggetti passivi non residenti in Italia, secondo le disposizioni dell'art. 38-ter del dpr 633/72. Lo precisa l'Agenzia delle entrate con un aggiornamento di ieri delle informazioni sul sito internet. L'agenzia ricorda inoltre che la domanda può essere presentata direttamente, oppure tramite spedizione postale o corriere espresso, mentre non è consentito l'invio per fax o posta elettronica.

 

Italia Oggi - F Ricca - art. pag. 34

 

Mutui, l'estinzione anticipata non fa perdere l'agevolazione

Il dietro-front del fisco in una circolare Entrate-Territorio diramata ieri

 

Dietrofront del fisco sui presupposti per la tassazione agevolata dei finanziamenti a medio-lungo termine: la previsione della facoltà del debitore di estinguere anticipatamente il debito non fa venire meno l'applicazione dell'imposta sostitutiva. Questa la conclusione espressa all'Agenzia del territorio nella circolare n. 6 del 14 giugno 2007, sottoscritta anche dall'Agenzia delle entrate, a modifica dell'ultimo orientamento in merito ai requisiti occorrenti per l'applicazione delle disposizioni dell'art. 15 del dpr 601/73. L'amministrazione ricorda che, in seguito alla sentenza n. 11165 del 26 maggio 2005, con la quale la Corte di cassazione, in ordine della verifica del requisito della durata minima contrattuale prescritta dalla citata disposizione ai fini della tassazione agevolata sostitutiva, aveva posto sullo stesso piano la clausola che prevede il recesso ad nutum del finanziatore e quella che attribuisce al mutuatario la facoltà di estinzione anticipata del rapporto, è stata emanata, su conforme parere dell'avvocatura generale, la circolare n. 6 del 5/12/06, con la quale è stato stabilito che la previsione contrattuale di tale facoltà è incompatibile con la durata minima richiesta dall'art. 15.

 

Italia Oggi - R. Rosati - art. pag. 34