Rassegna stampa del 22 giugno 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

 

Con un semplice click importi i file telematici generati da qualsiasi applicativo e salvati su File System!

ArchiviOK Telematici è un software per l'archiviazione e la conservazione delle dichiarazioni trasmesse all'Amministrazione finanziaria tramite tracciato telematico.


Con ArchiviOK Telematici è possibile disporre di unarchivio elettronico di tutte le dichiarazioni trasmesse, visualizzando i dati su un modello elettronico identico al modello cartaceo.
E' inoltre, possibile procedere alla completa smaterializzazione dei documenti attraverso il servizio di conservazione sostitutiva a norma.

Per scoprire le funzionalità visita il sito www.dataprintgrafik.it

Cambio di mutuo più snello

Una circolare del Territorio ritorna sulle procedure per la portabilità

La portabilità del mutuo (o la surrogazione delle nuova banca nell'ipoteca della vecchia banca) torna a essere oggetto di chiarimenti interpretativi da parte dell'agenzia del Territorio nella circolare 9/2007 del 21 giugno 2007.
L'articolo 8 del Dl 7/07 (Legge 40/07), che ha sdoganato la portabilità dei mutui, consente: - di contratte un nuovo mutuo e di destinare il capitale erogato alla chiusura di un precedente mutuo; - di ottenere dalla vecchia banca una quietanza (attestante la provenienza del denaro servito per estinguere il vecchio mutuo dal contratto di mutuo stipulato con la nuova banca) al fine di annotarla in margine dell'iscrizione dell'ipoteca che garantiva il vecchio mutuo; - di non perdere i benefici fiscali di cui beneficiava il vecchio mutuo (che fosse stato stipulato in presenza dei requisiti che rendono, appunto, detraibili gli interessi passivi e gli altri oneri accessori derivanti dal mutuo); - di non pagare imposta sostitutiva sul nuovo mutuo; - di non pagare alcun tipo di imposta (registro, bollo, ipotecaria) per l'operazione di surrogazione.

Il Sole 24 Ore - A. Busani - art. pag. 31

Consulenti finanziari esenti Iva

Sentenza della Corte di giustizia europea.
L'affiancamento del cliente non è servizio autonomo. È negoziazione di crediti favorire la chiusura di contratti

L'attività del consulente finanziario che, in veste di subagente, favorisce la conclusione di un contratto di finanziamento, rientra nella nozione di ´negoziazione di crediti' e fruisce, pertanto, dell'esenzione dall'Iva, anche se si tratta di una semplice mediazione. In tale contesto, inoltre, la consulenza al cliente che intende accedere al credito non costituisce un servizio autonomo, ma una prestazione accessoria a quella principale. È quanto si ricava dalla sentenza pronunciata dalla Corte di giustizia ieri, 21 giugno 2007, nel procedimento pregiudiziale c-453/05, promosso dai giudici tedeschi per accertare la corretta interpretazione della suddetta nozione nell'ambito della disposizione dell'art. 13, parte b, della sesta direttiva, che esenta dall'Iva, tra l'altro, la concessione e la negoziazione di crediti nonché la gestione di crediti da parte di chi li ha concessi.

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 34

Trasparenza, correzioni ampie

Risoluzione dell'Agenzia delle entrate salva la validità dell'opzione esercitata dalla società. L'errata indicazione del socio sanabile con comunicazione

L'errata indicazione di un socio nella comunicazione dell'opzione per la trasparenza fiscale (ex art. 116 del Tuir) non inficia la validità dell'opzione stessa e può essere sanata con una semplice comunicazione all'ufficio. È questa, in estrema sintesi, la risposta fornita dall'Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 142/e di ieri all'istanza di interpello di una società.
Il caso esaminato si riferisce a una società che dopo aver presentato la comunicazione relativa al regime di tassazione per trasparenza dedicato alle società a ristretta base proprietaria, si accorge, in sede di archiviazione della pratica, di avere erroneamente indicato un socio non più presente nella compagine societaria stessa. La società, non potendo procedere a una correzione del modulo per l'opzione trasmesso telematicamente, poiché il software messo a disposizione dall'Agenzia non prevede tale possibilità, ritiene comunque valida l'opzione presentata che può essere regolarizzata attraverso una semplice comunicazione al competente ufficio dell'Agenzia delle entrate.

Italia Oggi - A. Bongi - art. pag. 36

P.a., i contributi viaggiano
on-line

L'Inpdap chiude la fase di informatizzazione. Da settembre stop agli allegati cartacei al Dma. Da luglio (competenze giugno) solo versamenti telematici

L'Inpdap dice addio alla carta. Pagamenti e denunce contributive, d'ora in avanti, saranno effettuati esclusivamente in via telematica. A partire dalla prossima scadenza di luglio (competenze relative al mese di giugno), in particolare, cesseranno i conti correnti postali di tesoreria e il versamento potrà essere effettuato solamente con bonifico bancario o postale. Da settembre poi, tutti gli allegati alla Dma (Denuncia mensile analitica) andranno trasmessi via internet. Le novità arrivano dalla circolare n. 15 del 19 giugno.

Italia Oggi - D. Cirioli - art. pag. 37