Rassegna stampa del 4 luglio 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK è un software che consente di gestire e archiviare, in formato elettronico, documenti di qualsiasi formato e origine: spool di stampa, documenti elettronici (email, fax, pdf, …), documenti cartacei (tramite acquisizione da scanner), file di testo, file telematici.

 

Con ArchiviOK è possibile disporre di un archivio elettronico all'interno del quale i documenti possono essere archiviati istantaneamente, consultati in qualunque momento e da qualunque postazione di lavoro, sia interna che esterna alla rete locale purché autorizzata, e rielaborati o distribuiti senza inutile occupazione di spazio.

 

Inoltre, con ArchiviOK è possibile procedere alla completa smaterializzazione dei documenti attraverso il servizio di conservazione sostitutiva a norma.

 

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Le imprese mettono in cassa tre sì

STUDI DI SETTORE/ Accordo tra le associazioni di categoria e il viceministro Vincenzo Visco. Ricavi, addetti e accertamento: ok a norme più favorevoli

Adeguamento al minimo dei ricavi non inferiore alla congruità puntuale per i tre anni necessari alla revisione dei 206 studi di settore; valore aggiunto per addetto in soffitta sostituito da altri indici e supermotivazione in sede di accertamento a carico dell'Agenzia delle entrate. Sono i tre punti oggetto dell'accordo raggiunto ieri tra categorie rappresentanti delle associazioni di imprese e il viceministro dell'economia, Vincenzo Visco. Che mette per ora la parola fine al braccio di ferro sugli studi di settore e recepisce i contenuti della mozione, votata dal senato lo scorso 26 giugno. Ora la parola passa agli uffici tecnici dell'amministrazione finanziaria, già al lavoro per ultimare i provvedimenti di recepimento. Per l'adeguamento al livello minimo e valore aggiunto per addetto, sarà sufficiente un provvedimento, con ogni probabilità un dm che corregga il provvedimento dell'Agenzia delle entrate del 20 marzo, mentre per l'aspetto relativo all'inversione dell'onere della prova è già stato presentato un emendamento al ddl 1485 sull'Iva auto.

Italia Oggi - C. Bartelli - art. pag. 32

In studio caos da auto aziendale

Il comunicato diffuso ieri dall'amministrazione finanziaria complica il lavoro dei professionisti. Torna la deducibilità dei costi 2006. E Unico è da rifare

Auto aziendali: torna la deducibilità dei costi 2006. E l'Unico 2007 è da rifare. Attraverso un emendamento al ddl n.1485 attualmente in discussione al senato, è stata ripristinata, con effetto dal periodo d'imposta 2006, la deducibilità delle auto aziendali nonchè l'importo deducibile del fringe benefit per quelle date in uso ai dipendenti e collaboratori. Tutto ciò, afferma un comunicato stampa diffuso ieri dal gabinetto del vice ministro all'economia Vincenzo Visco al fine di rivedere, in senso favorevole alle aziende, la deducibilità ai fini delle suddette spese e componenti negative ai fini delle imposte dirette. La nuova percentuale di deducibilità delle auto aziendali è fissata, per il 2006 al 20% (sarà al 40% a regime dal 2007) mentre per i fringe benefit la deducibilità è fissata al 65% dell'importo (sarà il 90% a regime dal 2007).

Italia Oggi - A. Bongi - art. pag. 33

Il reverse charge si estende all’immobile strumentale

Frodi Iva. L’ampliamento sarà in vigore da ottobre

Reverse charge esteso alle compravendite di immobili strumentale, ma solo quando le stesse sono imponibili a Iba per opzione. Dal 1° ottobre 2007, in linea con la normativa comunitaria, l’imprenditore e il professionista che acquistano un immobile strumentale, per il quale il cedente nell’atto di acquisto ha manifestato l’opzione per l’imponibilità a Iva in luogo dell’esenzione, dovranno applicare il meccanismo dell’inversione contabile senza dover anticipare l’imposta. Con il decreto 25 maggio 2007, pubblicato sulla “Gazzetta Ufficiale” 152 del 3 luglio 2007, il ministero dell’Economia ha ampliato le ipotesi di applicazione dell’inversione contabile negli scambi interni, dando attuazione alla direttiva 69/2006/Ce che attribuisce agli Stati membri, in caso di vendita imponibile di immobili per opzione, la possibilità di individuare il debitore d’imposta nel cessionario in luogo del cedente.

Il Sole 24 Ore - R. Portale - art. pag. 33

Sommerso, indici in vista

Lavoro. Presentati a Bari gli indicatori di congruità – Per le parti sociali soluzione troppo rigida. La babina di regia contro il “nero” al vaglio della Stato-Regioni

Cominciano a divenire realtà gli strumenti del Governo Prodi per combattere la piaga del lavoro nero. Ieri è stata ufficialmente varata la Cabina di regia, lo strumento principe che, con l’intervento di varie istanze amministrative e con il concorso delle parti sociali, definirà una serie di strategie e interventi che permetteranno almeno il contenimento del fenomeno. Il ministero del Lavoro ha presentato lo strumento con un convegno a Bari nel corso del quale è stata acquisita la disponibilità, convinta anche se non per tutti entusiastica, delle diverse parti sociali. A Bari perché la Regione Puglia è la più avanzata in questo campo avendo già realizzato propri interventi legislativi, tra cui una norma (la legge n. 28/2006) sugli indici di congruità.

Il Sole 24 Ore - M. Mascini - art. pag. 33

Banche dati, nodo privacy

Antiterrorismo. Il pressing delle Authority europee

L’Europa va avanti nella lotta al terrorismo. Si prospetta un futuro di banche dati interconnesse – alcune di nuovo conio, come quelle sul Dna o quella, annunciata dal vicepresidente della Commissione Ue, Franco Frattini, relativa ai dati dei passeggeri che volano nella Ue -, di continui scambi di informazioni tra le Polizie nazionali, di maggiori controlli alle frontiere. Uno scenario che preoccupa i Garanti della privacy europei, perché il pilastro della tutela della riservatezza si dimostra, al momento, piuttosto esile. Per questo le Authority stanno spingendo nei confronti del mondo politico nazionale e comunitario perché non vengano trascurate le garanzie della privacy.

Il Sole 24 Ore - A. Cherchi - art. pag. 37