Rassegna stampa del 6 luglio 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK è un software che consente di gestire e archiviare, in formato elettronico, documenti di qualsiasi formato e origine: spool di stampa, documenti elettronici (email, fax, pdf, …), documenti cartacei (tramite acquisizione da scanner), file di testo, file telematici.

 

Con ArchiviOK è possibile disporre di un archivio elettronico all'interno del quale i documenti possono essere archiviati istantaneamente, consultati in qualunque momento e da qualunque postazione di lavoro, sia interna che esterna alla rete locale purché autorizzata, e rielaborati o distribuiti senza inutile occupazione di spazio.

 

Inoltre, con ArchiviOK è possibile procedere alla completa smaterializzazione dei documenti attraverso il servizio di conservazione sostitutiva a norma.

 

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Studi, arriva l'adeguamento al minimo

Pronto il provvedimento del ministero dell'Economia che recepisce una parte dell'accordo dei giorni scorsi tra il Fisco e le categorie

L'accordo Fisco-categorie sugli studi di settore fa un altro passo in avanti. Mercoledì scorso è stato infatti firmato il decreto ministeriale con il quale vengono stabilite alcune integrazioni al decreto del 20 marzo che aveva fissato gli indicatori di normalità economica. Il provvedimento è in corso di pubblicazione sulla "Gazzetta Ufficiale". Inoltre è attesa a breve (probabilmente già oggi) una circolare dell'agenzia delle Entrate con la quale verranno dettati i chiarimenti per illustrare i contenuti del decreto.
Il decreto contiene solo alcuni dei punti dell'accordo e riguarda sostanzialmente la possibilità di adeguarsi al minimo dell'intervallo indicato da Gerico, integrato dagli indicatori di normalità economica. Livello che non potrà essere inferiore a quello della sola congruità  .

Il Sole 24 Ore - A. Criscione, D. Deotto - art. pag. 25

Versamenti con la proroga

In G.U. il dpcm con lo slittamento. Dalle Entrate la mappa per le rateazioni. Un rinvio per chi è soggetto agli studi di settore

Una mappa del fisco per la proroga dei versamenti. È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 5 luglio 2007, numero 154, il decreto del presidente del consiglio dei ministri 14 giugno 2007 recante ´Differimento, per l'anno 2007, dei termini di effettuazione dei versamenti dovuti dai soggetti cui si applicano gli studi di settore in vigore per l'anno 2006'. Il decreto del presidente del consiglio dei ministri proroga i termini di versamento per alcune tipologie di contribuenti, come anticipato con il comunicato stampa dell'Agenzia delle entrate del 15 giugno 2007.
Un comunicato diffuso ieri dall'Agenzia delle entrate spiega, con una sorta di vademecum, la dilazione dei pagamenti al fisco.

Italia Oggi - G. Galli - art. pag. 32

Il conto personale gonfia le tasse del professionista

Cassazione sui soggetti che maneggiano denaro altrui senza motivarlo

Duro affondo della Cassazione sui contribuenti che per professione maneggiano denaro altrui. Pagano più tasse se non riescono a provare la cause delle singole movimentazioni bancarie sul conto personale, nel quale fanno confluire le operazioni dei clienti.
Lo ha affermato la Suprema corte che, con la sentenza n. 13818 del 13 giugno scorso, ha accolto il ricorso del fisco, ribaltando la sentenza di merito, contro un amministratore di condominio che faceva confluire sul suo conto i pagamento dei condomini.
Perentoria la motivazione dei giudici della sezione tributaria: ´Se il contribuente utilizza il conto corrente a lui personalmente intestato anche per maneggio di denaro altrui deve fornire la prova specifica della riferibilità di ogni movimentazione bancaria alla sua attività di maneggio di denaro altrui, diversamente la rispettiva movimentazione, in assenza di altra idonea giustificazione, è configurabile quale corrispettivo non dichiarato'.
Una decisione, questa, che ribalta completamente i verdetti di primo e secondo grado.

Italia Oggi - D. Alberici - art. pag. 33

Clienti-fornitori, strada a ostacoli

Clienti-fornitori, strada a ostacoli. Le indicazioni da seguire per una corretta trasmissione alla luce del provvedimento 25/5/2007. Le operazioni straordinarie nell'anno complicano l'elenco

Le operazioni straordinarie in corso d'anno complicano l'elenco clienti e fornitori. In caso di operazioni straordinarie il soggetto obbligato a presentare l'elenco clienti e fornitori è la società avente causa se il soggetto dante causa si è estinto o non lo ha già presentato; altrimenti l'obbligo rimane in capo al dante causa. È quanto previsto dal provvedimento delle Entrate del 25 maggio 2007 emanato al fine di individuare e precisare le modalità relative alla trasmissione degli elenchi di cui all'articolo 37, commi 8 e 9, del decreto legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito con modificazioni dalla legge 4 agosto 2006, n. 248.

Italia Oggi - A. Montemurro - art. pag. 34