Se non vedi correttamente la Rassegna Stampa clicca qui

Rassegna stampa del 9 luglio 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Nuova pagina 1


Archivio Unico Informatico obbligatorio per la tenuta della contabilità per conto terzi.

Obbligo di segnalazione delle operazioni sospette per la compilazione e l’invio di dichiarazioni dei redditi.

 

E’ quanto prevede il Decreto correttivo al DM 141/06 (art. 4, comma 2-bis) anche se la sola compilazione delle dichiarazioni non dà luogo agli adempimenti di identificazione dei clienti.

 

Professionisti contabili, associazioni di categoria ma anche i CAF, in caso di tenuta della contabilità per conto terzi, devono istituire l’Archivio Unico Informatico.

 

Non ti sei ancora adeguato alla normativa antiriciclaggio?

 

Prova Antiriciclaggio XP, il software gestionale per l’adozione delle misure previste dai Decreti n. 141 e 143 del 3 febbraio 2006!

 

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Studi,  accertamenti più lontani

In circolare le indicazioni per il decreto che recepisce l'accordo con le categorie

Arrivano all'ultimo minuto i chiarimenti sugli studi di settore. La circolare 41/E, diffusa ieri nei suoi primi quattro paragrafi si occupa delle novità del decreto ministeriale 4 luglio 2007, in tema di indicatori di normalità, accertamenti, maggiorazioni del 3% e termini di pagamento. Il quinto e ultimo paragrafo interviene sugli studi previsti in evoluzione per il 2007.
Nel paragrafo 2.1, l'Agenzia avverte che il nuovo comma 1-bis dell'articolo 4 del decreto 20 marzo 2007 stabilisce che gli accertamenti da studi non si possono effettuare su contribuenti che dichiarano, anche per effetto dell'adeguamento in dichiarazione, ricavi o compensi in misura non inferiore al maggiore tra i seguenti ricavi:
- livello minimo con l'applicazione degli studi tenendo conto delle risultanze degli indicatori di normalità economica;
- livello puntuale di riferimento risultante dagli studi senza tener conto degli indicatori.

Il Sole 24 Ore - sabato 7 luglio - T. Morina - art. pag. 27

Scontrini parlanti poco "riservati"

Imposte e privacy - Obblighi in conflitto

Scontrino parlante, ricette criptate. Non siamo dentro  una fiaba, ma tra le pieghe dell'ultima Finanziaria e della legge sulla privacy. Possono i due - lo scontrino in cui il farmacista deve indicare il codice fiscale del cliente e le medicine che acquista e la ricetta che invece deve nascondere le generalità del paziente - coesistere?
La precisazione dell'Agenzia delle entrate dice che nello scontrino fiscale potrebbe anche essere indicata solo "la dizione generica di farmaco o medicinale". Tanto basterebbe per "escludere che la spesa sostenuta dal contribuente si riferisca a prodotti attinenti ad altre categorie merceologiche disponibili in farmacia". La norma però richiede che lo scontrino indichi anche la qualità del prodotto. Pertanto, conclude il Fisco, "si ritiene che debba esser riportata anche la specificazione del tipo di farmaco acquistato". Dunque, lo scontrino deve "parlare" e dire tutto: codice fiscale e dettaglio del medicinale acquistato.
Inoltre il Fisco precisa che non c'è violazione della privacy perchè l'amministrazione finanziaria può trattare i dati sensibili, compresi quelli sanitari.

Il Sole 24 Ore - sabato 7 luglio - A. Cherchi - art. pag. 27

Resta aperto il cantiere di Unico

Scade oggi il termine per il versamento di saldi e acconti senza maggiorazione per i contribuenti soggetti agli studi di settore

Entro oggi i contribuenti che applicano gli studi di settore devono versare il saldo delle imposte 2006 e i primi acconti del 2007. E' probabile, in realtà, che moltissimi decideranno di prendersi i 30 giorni a disposizione fino all'8 agosto pagando la maggiorazione dello 0,4 per cento. Chi ha seguito le vicende legate alle dichiarazioni fiscali 2007 sa che non potrebbe essere altrimenti.
Tra il braccio di ferro sugli studi di settore, il cambio delle regole sulle auto, le incertezze comunitarie sul cuneo fiscale, il dietrofront del Parlamento sullo scorporo delle aree e quello dell'amministrazione sui terreni agricoli, per molti operatori e imprese queste settimane serviranno più per "riaprire" i fascicoli delle dichiarazioni , piuttosto che per chiuderne i conti. Un susseguirsi senza sosta di modifiche e cambiamenti che ha trasformato l'appuntamento con il Fisco in uno dei più complessi negli ultimi quindici anni, "modello lunare" compreso.

Il Sole 24 del lunedì -  D. Deotto - art. pag. 23

Indagini finanziarie, 3000 controlli

Il direttore dell'Agenzia delle entrate Mauro Romano ha illustrato il piano operativo 2008-2010. Le verifiche che saranno effettuate con l'anagrafe tributaria

Il fisco vara la finanziaria delle entrate. 20 miliardi di euro, è questa l'entità dell'economia sommersa che l'Agenzia delle entrate prevede di riportare alla luce nel prossimo triennio. A questo risultato, che vale 1,5 punti percentuali del pil, si conta di arrivare attraverso l'abbandono dei controlli delle dichiarazioni, che saranno sostituite da modelli precompilati, e da una presenza massiccia sul territorio degli organi ispettivi.
Particolare attenzione poi alle forme di pagamento telematiche che interesserà anche le persone fisiche, non obbligate per legge, per le quali saranno previste forme di incentivazione nell'utilizzo della moneta elettronica. Rientra nello stesso progetto di sviluppo la minore attenzione che verrà assicurata all'area dei servizi al contribuente che verrà sostituita con mezzi di nuova generazione come Tv satellitare, Voip e contact center multimediali. Dopo dieci anni dal lancio del nuovo sistema tributario, incentrato sulle agenzie fiscali, sono ancora di stretta attualità le stime dell'Istat che misurano l'economia sommersa nell'ordine del 17% del pil. Stime, peraltro, previste al rialzo dall'Ufficio Studi delle entrate che valuta la base imponibile Iva sottratta a tassazione in 270 miliardi annui. In questo scenario, l'obiettivo dell'amministrazione fiscale nei prossimi tre anni è di ridurre la base imponibile evasa di una cifra pari a una manovra finanziaria di medio periodo. Sono questi alcuni dei dati dell'Agenzia delle entrate contenuti nel piano strategico triennale presentato il 5 maggio 2007 a Genova dal direttore Massimo Romano nel corso di un convegno.

Italia Oggi Sette - F. Santagada - art. pag. 12


Se non desideri ricevere ulteriori articoli della Rassegna Stampa/Newsletter Privacy/ArchiviOk.it
di Data Print Grafik, clicca qui per annullare la tua sottoscrizione.

Privacy
In conformità al D.Lgs. 196/2003, Testo unico della privacy sulla tutela dei dati personali, Data Print Grafik
garantisce la massima riservatezza dei dati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica
scrivendo a areanews@dataprintgrafik.it.
Potrai prendere visione dell’informativa completa nella sezione Newsletter del nostro sito www.dataprintgrafik.it

Seguici su: Facebook Twitter