Rassegna stampa del 10 luglio 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Archivio Unico Informatico obbligatorio per professionisti ed operatori non finanziari
Formazione obbligatoria per tutti (professionisti, operatori, dipendenti)

 

Non ti sei adeguato alla normativa antiriciclaggio?

Non hai ancora pensato alla formazione?

 

Acquista subito Antiriciclaggio XP, il software per l’adozione delle misure previste dai Decreti 141/06 e 143/06 e scopri anche Patentino Antiriciclaggio, il corso di formazione certificato su cd-rom!

 

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Studi di settore, versamenti a ostacoli

Dichiarazioni. Difficoltà nell’ultimo giorno di adempimenti senza aggravi – Non tutti si allineano mentre resta l’opportunità di pagare entro l’8 agosto. I professionisti: bloccato il sito delle Entrate – L’Agenzia: terremo conto delle interruzioni del servizio

I versamenti degli studi di settore mettono in crisi il sito dell’Agenzia delle Entrate. E mentre i professionisti lanciano l’allarme-blackout dei collegamenti telematici, l’Agenzia smorza i toni e parla di “rallentamenti dovuti ai picchi di accesso”. La situazione, assicurano le Entrate, è monitorata e si terrà conto di eventuali interruzioni del servizio”. Quella di ieri è stata un’altra giornata calda per il Fisco. Scadeva, infatti, il termine per versare i saldi d’imposta 2006 e gli acconti 2007 degli studi di settore. I Consigli nazionali di dottori e ragionieri hanno denunciato l’impossibilità di effettuare i pagamenti e chiesto un’ulteriore proroga per non penalizzare i contribuenti.

Il Sole 24 Ore - M. Bellinazzo, V. Maglione - art. pag. 27

Concordato preventivo, resta l’interpello

Enti di comodo. Ina circolare dell’Agenzia delle Entrate fa il punto sui casi di applicazione della disciplina contenuta nelle manovre del 2006. L’esclusione dal test di operatività riguarda solo le società fallite – Istanza anche per le holding

Società di comodo, fallimenti esclusi dalla disciplina anche per il periodo anteriore alla sentenza del Tribunale. Non sfuggono invece all’interpello le società ammesse alla procedura di concordato preventivo. Con la circolare 44/E, diffusa ieri, l’Agenzia delle Entrate fornisce, a tempo quasi scaduto, istruzioni sulle possibilità di disapplicare la stretta sulle società non operative introdotta dalle manovre del 2006. I chiarimenti possono essere utili ai ritardatari che si accingono all’invio dell’istanza, per avere una risposta in tempo utile, nei 90 giorni a disposizione dell’ufficio, per l’invio di Unico a settembre.

Il Sole 24 Ore - L. Gaiani - art. pag. 29

Recupero per gli errori sul Tfr

Previdenza. Le istruzioni Inps per le quote versate al fondo di Tesoreria ma che non sono dovute. Le somme possono essere “riprese” con il modello DM10/2

Le quote di Tfr versate dal datore di lavoro al fondo di Tesoreria Inps ma, in realtà, di competenza dei fondi di previdenza complementare, possono essere recuperate tramite il Dm10/2. A questo fine l’Inps, con il messaggio n. 17959, ha istituito un codice di recupero. Le istruzioni per il versamento del contributo al fondo di Tesoreria da parte delle aziende che hanno alle proprie dipendenze almeno 50 addetti (media del 2006 o dell’anno di inizio attività), sono state rese note dall’Inps con la circolare n. 70/2007 e con il messaggio n. 10577/2007.

Il Sole 24 Ore - G. Maccarone - art. pag. 33

Ganasce fiscali sopra i 50 euro

Una nota di Equitalia stabilisce i criteri per l'applicazione delle procedure esecutive e cautelari. Ipoteche per debiti oltre i 500 euro ma dopo formale diffida

Ganasce fiscali per cartelle di pagamento sopra i 50 euro. E ipoteche per debiti sopra i 500. Con alcune garanzie: se l'importo dovuto all'Erario non supera i 500 euro, il contribuente riceverà prima un «sollecito di pagamento»; nel caso delle ipoteche, per debiti sotto i 10 mila euro, la procedura dovrà essere preceduta dal fermo (o da altra azione meno invasiva) e al moroso arriverà prima una «diffida» (il cui modello verrà diffuso a breve). Nessun preallarme, invece, per debiti fiscali sopra i 10 mila euro: gli agenti della riscossione potranno iscrivere ipoteca direttamente. È quando prevede la nota prot. n. 4887 del 5 luglio 2007 di Equitalia spa, la società capogruppo del sistema della riscossione, che ha messo nero su bianco i criteri per l'applicazione delle procedure esecutive e cautelari.

Italia Oggi - S. Saturno - art. pag. 31

Genitori e subappaltatori nell'F24

Tra i nuovi modelli delle Entrate anche quello diretto a prevenire le frodi sulle auto extra-Ue. Le deleghe di pagamento con i codici fiscali dei coobbligati

L'F24 scopre il coobbligato e le targhe extra-Ue. Le deleghe di pagamento conterranno il codice fiscale del genitore, del curatore fallimentare, del tutore e del subappaltatore. Quest'ultimo, infatti, dopo le modifiche introdotte dal dl 223/2006 in tema di reverse charge in edilizia sarà tenuto al versamento delle ritenute e dei contributi per i soggetti che svolgono i lavori per suo conto. Per quanto riguarda, invece, l'F24 antifrode Iva esso è diretto a limitare gli abusi del mercato di veicoli in ambito comunitario, prevedendo che nel modello sia inserito il numero del telaio dell'automobile. Gli F24 integrati con questi accorgimenti saranno disponibili già dal prossimo 1° ottobre 2007 mentre il loro utilizzo esclusivo è rimandato al 1° gennaio 2008.

Italia Oggi - S. Mazzei - art. pag. 32