Rassegna stampa del 13 luglio 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Nuova pagina 1


Archivio Unico Informatico obbligatorio per la tenuta della contabilità per conto terzi.

Obbligo di segnalazione delle operazioni sospette per la compilazione e l’invio di dichiarazioni dei redditi.

 

E’ quanto prevede il Decreto correttivo al DM 141/06 (art. 4, comma 2-bis) anche se la sola compilazione delle dichiarazioni non dà luogo agli adempimenti di identificazione dei clienti.

 

Professionisti contabili, associazioni di categoria ma anche i CAF, in caso di tenuta della contabilità per conto terzi, devono istituire l’Archivio Unico Informatico.

 

Non ti sei ancora adeguato alla normativa antiriciclaggio?

 

Prova Antiriciclaggio XP, il software gestionale per l’adozione delle misure previste dai Decreti n. 141 e 143 del 3 febbraio 2006!

 

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Privacy, emergenza nazionale

Per il Garante aumentano le banche dati ma non migliora la sicurezza

Le banche dati crescono, si interconnettono, contengono - anche per effetto di quella che si prefigura come una "sindrome bulimica" nella raccolta e archiviazione delle notizie - sempre più informazioni. Di contro, non aumenta la loro sicurezza. Restano facilmente vulnerabili e il furto di dati "è esploso con modalità e dimensioni preoccupanti". Spesso, con finalità "di inquinamento della nostra società". Anche per questo nel Paese si respirano veleni.
"In Italia - ha affermato Francesco Pizzetti, presidente del Garante della Privacy, presentando ieri al Parlamento il bilancio dell'attività del 2006 - c'è un'emergenza nella protezione dei dati che ha assunto una dimensione pari ad altre nostre emergenze nazionali, quali quella ambientale, quella energetica, quella infrastrutturale, che tanto negativamente incidono anche sull'immagine del Paese".  

Il Sole 24 Ore - A. Cherchi - art. pag. 7

Il 36% unisce l'edificio

Il limite di 48mila euro vale per l'abitazione e le sue pertinenze. Non spettano sconti separati per ciascuna unità immobiliare

Il limite massimo di spesa di 48mila euro sul quale applicare lo sconto Irpef del 36% vale per l'unità abitativa e le sue pertinenze unitariamente considerate, anche se si tratta di unità immobiliari diverse. Il limite va suddiviso in proporzione alle spese sostenute dagli aventi diritto, se l'onere delle stesse non è sopportato in uguale misura. Per la comunicazione preventiva da inviare al Centro operativo di Pescara, se a valersi del beneficio è più di un soggetto, è sufficiente che uno solo presenti il modulo. Ma il contribuente che non lo ha presentato dovrà indicare nella dichiarazione dei redditi (modello 730 o Unico) il codice fiscale di chi lo ha presentato.
Lo ha chiarito l'agenzie delle Entrate con la risoluzione 167/E del 12 luglio.

Il Sole 24 Ore - T. Morina - art. pag. 29

Arte, il web per incassare i diritti

Lo schema di decreto oggi in consiglio dei ministri. Elenchi in rete sulle opere, gli autori e i compensi. Vendita di opere dichiarata via internet alla Siae. Entro tre mesi

La Siae dovrà pubblicare ogni tre mesi on-line, sul proprio sito internet, le vendite di opere d'arte e manoscritti e dovrà comunicare via internet ai titolari dei diritti d'autore le transazioni avvenute. E i relativi compensi collegati. La Società italiana autori ed editori dovrà anche stilare un nuovo elenco elettronico, in cui indicare autori delle opere, relativo domicilio e compensi a cui gli stessi (o i titolari del diritto d'autore) hanno diritto per ogni vendita effettuata. In un altro elenco, pubblicato anch'esso su internet, finiranno i nomi di tutti coloro che hanno diritto a un compenso per vendite successive di opere d'arte o manoscritti e non l'hanno mai incassato.
Sono alcune delle principali modifiche al regime di tutela dei diritti d'autore, che balzano agli occhi, scorrendo lo schema di decreto presidenziale oggi al vaglio preliminare del consiglio dei ministri.

Italia Oggi - L. Chiarello - art. pag. 31

Paga meno chi versa in agosto

Gli emendamenti al decreto legge sull'extragettito cambiano le regole in corso di dichiarazione. Più favorevole la nuova disciplina sullo scorporo delle aree

Attendere la scadenza di versamento dell'8 agosto premia i contribuenti alle prese con lo scorporo delle aree: laddove, infatti, dovessero essere approvate definitivamente le nuove regole il saldo da determinare per il periodo di imposta 2006 sarà ridotto con un contemporaneo recupero dei maggiori versamenti effettuati in acconto. In ogni caso, appare ipotizzabile da parte di molti contribuenti un comportamento che, in assenza di regole ad hoc analoghe a quelle previste per le auto aziendali, utilizzerà le disposizioni del decreto legge anche in assenza di una approvazione definitiva prima della scadenza ma confidando nel via libera definitivo prima del momento di presentazione delle dichiarazioni dei redditi.
Sono queste alcune delle considerazioni che possono essere formulate alla luce della nuova versione delle disposizioni contenute nell'articolo 36 del decreto legge n. 223 del 2006, che disciplina, in modo diverso rispetto a quanto sinora conosciuto, il meccanismo di scorporo delle aree.

Italia Oggi - D. Liburdi - art. pag. 34