Rassegna stampa del 16 luglio 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Con un semplice click importi i file telematici generati da qualsiasi applicativo e salvati su File System!

ArchiviOK Telematici è un software per l'archiviazione e la conservazione delle dichiarazioni trasmesse all'Amministrazione finanziaria tramite tracciato telematico.


Con ArchiviOK Telematici è possibile disporre di unarchivio elettronico di tutte le dichiarazioni trasmesse, visualizzando i dati su un modello elettronico identico al modello cartaceo.
E' inoltre, possibile procedere alla completa smaterializzazione dei documenti attraverso il servizio di conservazione sostitutiva a norma.

Per scoprire le funzionalità visita il sito www.dataprintgrafik.it

Unico e Iva chiamano alla cassa

In pista anche il versamento dei diritti camerali

Il Fisco chiama alla cassa per i pagamenti di Unico 2007. All'appello anche l'Iva per la chiusura dei conti di giugno e i contribuenti Ici che non hanno pagato il tributo in scadenza il 18 giugno e intendono fruire del ravvedimento. Da lunedì 16 a mercoledì 18 luglio per i contribuenti sono giorni di fuoco.
Scade lunedì 16 il termine per pagare la seconda rata dovuta dai contribuenti che nella dichiarazione dei redditi, Unico 2007, hanno optato per pagare a rate il saldo delle imposte e dei contributi 2006 e la prima rata di acconto per il 2007. Si tratta dei titolari di partita Iva senza studi di settore che hanno pagato la prima rata entro il 18 giugno.
Vanno alla cassa anche i titolari di partita Iva che applicano gli studi di settore e devono pagare la seconda rata di Unico 2007. Si tratta dei contribuenti con entrate non superiori a 5.164.569 euro che  hanno pagato la prima rata entro il 9 luglio.  

Il Sole 24 Ore - sabato 14 luglio - T. Morina - art. pag. 25

Agevolazioni solo autocertificate

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto attuativo della Finanziaria (impegno Daggendorff) Obbligatorio dichiarare di non aver ottenuto aiuti illegittimi

Nuovi paletti per le imprese che hanno i requisiti per accedere agli aiuti di stato. Da ora in poi le agevolazioni saranno riservate a chi attraverso un'autocertificazione dichiarerà di non rientrare fra coloro che hanno ottenuto illegittimamente aiuti di stato e non li hanno rimborsati. La disposizione è contenuta nel decreto del presidente del consiglio dei ministri (Dpcm) 23 maggio 2007, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 160 del 12/7/2007. L'intervento riprende la norma già prevista dal comma 1223 della Finanziaria 2007, la quale dispone che i beneficiari di incentivi pubblici di cui all'art. 87 del trattato Ce dichiarati dalla Commissione europea illegittimi o incompatibili con il mercato comune, possono beneficiare di nuovi aiuti soltanto a condizione di aver provveduto al relativo rimborso o al deposito in un conto bloccato.

Italia Oggi - sabato 14 luglio - B. Pagamici - art. pag. 37

Iva, forniture con regole normali

Una risoluzione dell'Agenzia delle entrate sul regime delle cessioni di beni con posa in opera. Il reverse charge mai applicabile in presenza di vendita

Alle cessioni di beni con posa in opera si applica sempre l'Iva con le regole ordinarie, anche quando sono definite “subappalti” e quando sono poste in essere dalla società aderente ad un'Ati nel quadro di un contratto di subappalto tra quest'ultima e l'appaltatore principale. È quanto emerge dalla risoluzione n. 172 del 13 luglio 2007, con la quale l'agenzia delle entrate risponde ad alcuni quesiti in materia di “reverse charge” ex art. 17, sesto comma, dpr 633/72.

Italia Oggi - sabato 14 luglio - F. Ricca - art. pag. 43

Assegni in libertà vigilata

Antiriciclaggio - Clausola di non trasferibilità come regola, eccezioni su richiesta sotto i 5mila euro

Il declino dell'assegno come strumento di pagamento è proseguito anche nel 2006, facendo registrare tra gli strumenti utilizzati nelle transazioni un meno 2,4% rispetto al 2005. Ciò nonostante, secondo la relazione annuale della Banca d'Italia, la quota di transazione con assegni resta la più significativa con il 13% dei pagamenti.
L'utilizzo dell'assegno deve tener conto di un "codice" di comportamento non solo sotto il profilo della corretta emissione della circolare del titolo, ma ormai anche con riferimento alle regole per la lotta al denaro sporco. Con il recepimento della terza direttiva antiriciclaggio (2005/60/Ce) sono attese consistenti novità in materia sia di assegni bancari e postali, sia di assegni circolari e vaglia cambiari.
La proposta del legislatore è indirizzata a introdurre come principio generale la regola della non trasferibilità degli assegni, mentre si prospetta un sostanziale abbassamento della soglia di rilevanza sancito ai fini dell'antiriciclaggio dall'articolo 1 della legge n.197/91 che, secondo le previsioni, verrà ridotta a 5mial euro.

Il Sole 24 Ore del lunedì - L. Ferrajoli - art. pag. 28

Conti correnti, scatta l'ora del Grande Fratello fiscale

Da settembre l'accesso alla nuova anagrafe consentirà indagini più spedite e faciliterà il recupero dei crediti con pignoramenti presso banche e poste.

L'anagrafe dei conti correnti bancari si prepara al debutto. Trascorsa la pausa estiva, il nuovo megarchivio sarà operativo e pronto a essere consultato. I dati sui rapporti esistenti fra contribuenti e intermediari finanziari hanno raggiunto già oggi quota 385 milioni. Mentre l'Agenzia delle entrate sta mettendo a punto le condizioni, che saranno recepite in convenzioni, per disciplinare l'accesso da parte dei soggetti che dall'autunno in poi avranno diritto alla consultazione. Uffici fiscali, gdf e protagonisti della giustizia penale già si sfregano le mani. Primo obiettivo: stanamento degli evasori. Ma non sono i soli nella corsa al «nemico del fisco». In fermento ci sono anche gli operatori della riscossione, che fra qualche mese avranno a disposizione tutti questi dati per rafforzare l'azione di recupero crediti.

Italia Oggi Sette - S. Saturno - art. pag. 2