Rassegna stampa del 17 luglio 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK è un software che consente di gestire e archiviare, in formato elettronico, documenti di qualsiasi formato e origine: spool di stampa, documenti elettronici (email, fax, pdf, …), documenti cartacei (tramite acquisizione da scanner), file di testo, file telematici.

 

Con ArchiviOK è possibile disporre di un archivio elettronico all'interno del quale i documenti possono essere archiviati istantaneamente, consultati in qualunque momento e da qualunque postazione di lavoro, sia interna che esterna alla rete locale purché autorizzata, e rielaborati o distribuiti senza inutile occupazione di spazio.

 

Inoltre, con ArchiviOK è possibile procedere alla completa smaterializzazione dei documenti attraverso il servizio di conservazione sostitutiva a norma.

 

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Extra-gettito, fiducia con nodo holding

A tarda serata è arrivato il voto in commissione Bilancio della Camera per il provvedimento su Fisco e pensioni che da oggi passa in Aula

La Commissione Bilancio della Camera ha approvato ieri il Dl sull'extra-gettito. I lavori per apportare le ultime correzioni al disegno di legge per la conversione del decreto legge 81/07 si sono protratti fino a tarda sera. Il testo di quella che è diventata a tutti gli effetti la "finanziaria d'estate" è stato licenziato dalla commissione in una versione che potrebbe essere già quella definitiva. E' più che probabile, infatti, che il Governo decida di porre la questione di fiducia già domani per accelerare il voto in Aula e consentire il varo entro la fine della settimana.

Il Sole 24 Ore - M. Bellinazzo - art. pag. 31

Studi e Inps, termine unico

Una risoluzione delle Entrate chiarisce l'estensione della proroga dei 20 giorni. Per la previdenza maggiorazione dal 10 luglio all'8 agosto

La proroga di 20 giorni a favore dei contribuenti interessati dagli studi di settore riguarda tutti i "versamenti risultanti dalla dichiarazione unificata annuale", modello Unico 2007, compresi i pagamenti dei contributi previdenziali. Il differimento si applica infatti anche ai contributi che si calcolano sul reddito oltre il cosiddetto "minimale", dovuti dai soci delle società a responsabilità limitata (non trasparenti"), artigiane o commerciali, interessate dalla proroga a favore dei contribuenti soggetti agli studi di settore.
Per questi contribuenti, i versamenti di Unico, in scadenza al 18 giugno, potevano esser effettuati: entro il 9 luglio, senza alcuna maggiorazione, e dal 10 luglio all'8 agosto, con lo 0,40% in più. Sono questi i chiarimenti forniti dalle Entrate, con la risoluzione 173/E del 16 luglio, in relazione alla proroga di 20 giorni dei termini di versamento a favore dei soggetti interessati dagli studi di settore. 

Il Sole 24 Ore - T. Morina - art. pag. 32

Da settembre marca solo telematica

Le marche da bollo tradizionali vanno in soffitta.

Dal 1° settembre 2007, a seguito della dichiarazione di fuori corso, non avranno più alcun valore in quanto saranno sostituite definitivamente dai contrassegni emessi in via telematica. È stato infatti pubblicato sulla G.U. del 26 giugno 2007 il decreto ministeriale del 25 maggio 2007 con il quale sono stati dichiarati fuori corso, a decorrere dal prossimo 1° settembre, tutti i valori bollati in lire, in lire-euro e in euro, a eccezione dei foglietti e delle marche per cambiali. L'Agenzia delle entrate invita pertanto coloro che fossero ancora in possesso di tali valori a utilizzarli entro il 31 agosto 2007, integrandoli eventualmente con le nuove marche emesse in via telematica, allo scopo di raggiungere l'importo dovuto. Il contrassegno telematico, già in uso dal giugno 2005, sostituirà quindi dal 1° settembre in maniera stabile e definitiva la tradizionale marca cartacea. Questa decisione, spiegano dall'Agenzia, si inserisce nel progetto più ampio, perseguito dall'amministrazione finanziaria, di una progressiva informatizzazione dei propri servizi, allo scopo di migliorare e semplificare i rapporti con i contribuenti.

Italia Oggi - art. pag. 34

L'Antiriciclaggio si appesantisce

Ai commercialisti l'onere dell'adeguata verifica dei clienti 

Il ministero dell'economia e delle finanze ha recentemente aggiornato la bozza dello «schema di decreto legislativo di attuazione della direttiva n. 2005/60/Ce del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 ottobre 2005» (cosiddetta terza direttiva antiriciclaggio). Dalla lettura del testo emergono chiare indicazioni sulle novità che potrebbero interessare la disciplina antiriciclaggio già nel corso del 2008.
Rispetto agli adempimenti attualmente in vigore, la bozza contiene alcune rilevanti modifiche concernenti sia gli obblighi di identificazione e registrazione, sia quelli di segnalazione gravanti sui professionisti.
Questi ultimi saranno chiamati non più ad adempiere all'obbligo di identificazione attualmente vigente, bensì a quello più oneroso di «adeguata verifica» della clientela, che consiste in una serie di attività finalizzate all'identificazione e alla verifica dell'identità del cliente (o dell'eventuale titolare effettivo), nonché dello scopo e della natura prevista del rapporto continuativo o della prestazione professionale. L'obbligo di adeguata verifica della clientela insorge in capo ai professionisti ogni qualvolta, nello svolgimento della loro attività professionale, in forma individuale, associata o societaria, essi eseguono prestazioni professionali aventi a oggetto mezzi di pagamento, beni o utilità di importo pari o superiore a 15 mila euro.

Italia Oggi - A. De Vito - art. pag. 39