Rassegna stampa del 19 luglio 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK è un software che consente di gestire e archiviare, in formato elettronico, documenti di qualsiasi formato e origine: spool di stampa, documenti elettronici (email, fax, pdf, …), documenti cartacei (tramite acquisizione da scanner), file di testo, file telematici.

 

Con ArchiviOK è possibile disporre di un archivio elettronico all'interno del quale i documenti possono essere archiviati istantaneamente, consultati in qualunque momento e da qualunque postazione di lavoro, sia interna che esterna alla rete locale purché autorizzata, e rielaborati o distribuiti senza inutile occupazione di spazio.

 

Inoltre, con ArchiviOK è possibile procedere alla completa smaterializzazione dei documenti attraverso il servizio di conservazione sostitutiva a norma.

 

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Ammortamenti, vuoto di tutele

Maxi-emendamento del Governo recepisce le modifiche al Dl 81/07 ma senza le regole sui terreni

Come previsto, il Governo ha giocato la carta della fiducia sulla manovra d'estate. Ma l'iter del disegno di legge per la conversione del Dl 81 sull'extragettito ha avuto ieri un passaggio inatteso: il testo licenziato dalla commissione Bilancio della Camera infatti è stato recepito in un maxi-emendamento, da cui sono stati stralciati i commi 3-bis e 3-ter dell'articolo 15 che alleggerivano la disciplina relativa all'ammortamento dei fabbricati.
Norme che puntavano a modificare la stretta sulla deducibilità dei costi dei terreni varato con il decreto legge 223/06 e sulle quali la maggioranza era stata battuta due settimane fa a Palazzo Madama. 

Il Sole 24 Ore - M. Bellinazzo - art. pag. 21

Gerico si apre ai ricavi minimi

Studi di settore/ Pronta la quarta versione del software. A termini di pagamento scaduti. Aggiornamento per recepire i nuovi livelli di adeguamento

Per dare visibilità ai nuovi livelli di adeguamento e congruità introdotti dal decreto ministeriale del 4 luglio 2007 arriva l'aggiornamento di Gerico 2007. Si tratta della quarta versione del software Gerico 2007 dal 23 aprile 2007 ad oggi. Che arriva fuori tempo massimo, essendo già scaduti da una decina di giorni i termini ordinari per i versamenti.
Le modifiche si rendono necessarie per recepire i nuovi livelli di adeguamento in grado di attenuare parzialmente l'effetto dei nuovi indicatori di normalità economica sulla base della nuova formulazione del comma 1-bis, dell'articolo 4, del decreto 20 marzo 2007 introdotte dal citato Dm 4/7/2007. In particolare facendo seguito alle richieste delle categorie e degli intermediari nonché a quanto già anticipato dalla stessa Agenzia delle entrate la nuova versione di Gerico 2007 è adesso in grado di visualizzare i seguenti risultati:
- Responso di congruità nel caso in cui il contribuente dichiari ricavi o compensi maggiori o uguali al più elevato fra il ricavo puntuale depurato dall'effetto indicatori e il ricavo minimo;
- Responso di non congruità in caso contrario.

Italia Oggi - A. Bongi - art. pag. 33

Denunce, serve la ricevuta

Sentenza della Ctr Lazio sul mancato invio della dichiarazione dei redditi. Cliente salvo solo se c'è la firma del consulente 

Responsabilità a doppio binario in caso di mancata presentazione della dichiarazione da parte dell'intermediario. Infatti, la sanzione per l'omessa o tardiva presentazione sarà applicabile solo a quest'ultimo, ma il contribuente comunque resta esposto alle conseguenze negative che derivano da tale mancato invio. Per star tranquilli, insomma, si deve chiedere all'intermediario la ricevuta attestante la trasmissione della dichiarazione e non è invece sufficiente l'impegno, assunto per iscritto dallo stesso intermediario, a trasmettere la denuncia dei redditi. Resta salva, tuttavia, l'azione civilistica di risarcimento danni nei confronti dell'intermediario inadempiente.
È la conclusione a cui è giunta la Ctr Lazio con sentenza n. 22/2007.

Italia Oggi - N. Fasano - art. pag. 36

Elenchi clienti-fornitori, si cambia

Il punto sui nuovi adempimenti previsti per l'autunno. Problemi ancora aperti per gli operatori. Trasmissione telematica all'orizzonte

Fra le poche norme contenute nel dl 223/2006 che sembravano essere ancora sopravvissute, vi era la trasmissione telematica degli elenchi clienti e fornitori che, confidando su quanto previsto dal Provvedimento del 25/05/2007 del direttore dell'Agenzia delle entrate, confermato anche dal recente comunicato stampa del 28 maggio 2007, doveva essere effettuata:
- entro il 15 ottobre per i soggetti che hanno superato nel 2006 il volume d'affari di 516.456,90 euro per le cessioni di beni e 309.874,10 euro per le prestazioni di servizi;
- entro il 15 novembre per i soggetti che invece nel 2006 hanno mantenuto il proprio volume d'affari entro i suddetti limiti.
Il nuovo adempimento, che nasceva con finalità di lotta all'evasione e all'elusione, costituiva sicuramente, in una prima fase, un aggravio per i contribuenti e soprattutto per i loro consulenti (commercialisti, consulenti del lavoro, associazioni di categoria ecc.), ma a lungo termine avrebbe permesso sicuramente di ottenere degli ottimi risultati. Non sarà così, visto che l'art. 15, comma 3-quinquies, dell'emendamento presentato dal governo al Dl 81/2007 prevede l'esonero, per l'anno 2006, per i soggetti in regime di contabilità semplificata di cui agli articoli 18 e 19 del dpr 600/1973: il che significa che non sarà possibile rendere realmente incrociabili i dati delle fatture emesse, trasmessi dai fornitori, con i dati delle fatture di acquisto, trasmessi dai clienti.

Italia Oggi - F. Giordano - art. pag. 41