Rassegna stampa del 25 luglio 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Archivio Unico Informatico obbligatorio per professionisti ed operatori non finanziari
Formazione obbligatoria per tutti (professionisti, operatori, dipendenti)

 

Non ti sei adeguato alla normativa antiriciclaggio?

Non hai ancora pensato alla formazione?

 

Acquista subito Antiriciclaggio XP, il software per l’adozione delle misure previste dai Decreti 141/06 e 143/06 e scopri anche Patentino Antiriciclaggio, il corso di formazione certificato su cd-rom!

 

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Per i "minimi" corrispettivi online a settembre

Il regime della franchigia

Parte l'invio telematico dei corrispettivi con i soggetti in regime di franchigia. Entro il 25 settembre, i contribuenti che non superano un volume d'affari di 7mila euro l'anno ed emettono fatture senza applicare l'Iva, saranno i primi a compiere quest'obbligo, secondo le indicazioni di un provvedimento del direttore delle Entrate varato il 20 dicembre 2006.
Con un comunicato stampa diffuso ieri, l'Agenzia annuncia, dopo un lungo silenzio, la pubblicazione in "Gazzetta Ufficiale" di un provvedimento direttoriale che definisce le modalità tecniche e i tempi per la trasmissione  telematica dei corrispettivi dei soggetti in regime di franchigia. A regime, per tali soggetti, la trasmissione delle informazioni dovrà essere effettuata entro il giorno 25 del mese successivo a quello di riferimento.

Il Sole 24 Ore - R. Portale - art. pag. 30

Assosoftware chiede più tempo sui "Dmag"

Gli adempimenti di fine luglio

L'aggiornamento dei tracciati utilizzati per compilare Dmag Unico e lo spostamento della scadenza del secondo trimestre a fine settembre. Queste le richieste che Assosoftware, l'associazione nazionale produttori di software gestionale e fiscale, rivolge all'Inps.
Tra la circolare che forniva indicazioni per la compilazione delle denunce contributive e il termine ultimo per l'invio dei moduli (31 luglio) trascorreranno appena una decina di giorni. In più, con l'obbligo di comunicare all'Inps i contributi Tfr da versare al Fondo tesoreria, i tracciati avrebbero dovuto essere aggiornati. Invece, denuncia il presidente Bonfiglio Mariotti, l'istituto ha modificato solo il nuovo ".xml", obbligatorio dal prossimo trimestre, dimenticandosi del vecchio ".csv", oggi diffuso tra aziende e professionisti. Così facendo - dice Assosoftware - si costringe a passare dal caricamento on line dei dati relativi a ciascun dipendente, con evidenti disagi.
Due le proposte dell'associazione: "L'Inps aggiorni anche il tracciato ".csv", lasciando il tempo alle aziende di software di diffondere il software modificato o sposti la scadenza del 31 luglio a fine settembre, permettendo di accorpare i dati del secondo trimestre con quelli del successivo.

Il Sole 24 Ore - F. Abi. - art. pag. 31

Iva auto, 5 mila domande

Il dato delle Entrate è riportato dal servizio bilancio nei documenti sul dl 81. Per chiedere il rimborso c'è tempo fino al 20/9

Le domande di rimborso Iva auto, presentate dai contribuenti, sono a quota 5 mila. È questa la cifra che si trova tra le righe della documentazione depositata dal servizio bilancio dello stato, n. 75 del 12 luglio 2007, che prende in esame gli emendamenti e la loro relazione di accompagnamento, presentati dal governo al dl extragettito, il n. 81/2007, su cui oggi la camera darà il primo via libera.
L'informazione, fornita al senato in una nota dell'Agenzia delle entrate, è riportata dai tecnici di Montecitorio, in relazione ai chiarimenti chiesti al governo sul fondo di 5,7 mld di euro, stanziato per fare fronte ai rimborsi Iva auto.

Italia Oggi - C. Bartelli - art. pag. 33

Collegi, una guida per la privacy

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il vademecum del garante per le pubbliche amministrazioni. Fissate le regole per il trattamento dei dati negli enti pubblici

Nella Gazzetta Ufficiale del 13/7/20107 è stato pubblicato il provvedimento del 26/11/2006, con cui il garante privacy ha messo a punto le «Linee guida in materia di trattamento di dati personali di lavoratori per finalità di gestione del rapporto di lavoro in ambito pubblico»: un utile vademecum per il trattamento dei dati personali dei dipendenti della p.a. in ottemperanza al dlgs n. 196/03, cui devono far riferimento anche i Collegi dei ragionieri commercialisti, in quanto enti pubblici territoriali.
Nelle linee guida per l'ambito pubblico si premette che la trasparenza della p.a. non viene affatto compromessa dalla tutela della riservatezza dei dipendenti, garantita dal rispetto dei loro diritti e delle loro libertà fondamentali nel trattamento dei loro dati personali.
Vi si chiarisce che titolare del trattamento dei dati dei lavoratori pubblici è l'amministrazione o l'ente centrale o locale nel suo complesso (titolare del trattamento effettuato dal singolo collegio locale, pertanto, è quest'ultimo). Se la struttura è articolata in unità organizzative con poteri decisionali autonomi, titolare del trattamento sarà la singola unità.

Italia Oggi - Silvia Tagliente, Fondazione Luca Pacioli - art. pag. 40