Rassegna stampa del 27 agosto 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Con un semplice click importi i file telematici generati da qualsiasi applicativo e salvati su File System!

ArchiviOK Telematici è un software per l'archiviazione e la conservazione delle dichiarazioni trasmesse all'Amministrazione finanziaria tramite tracciato telematico.


Con ArchiviOK Telematici è possibile disporre di unarchivio elettronico di tutte le dichiarazioni trasmesse, visualizzando i dati su un modello elettronico identico al modello cartaceo.
E' inoltre, possibile procedere alla completa smaterializzazione dei documenti attraverso il servizio di conservazione sostitutiva a norma.

Per scoprire le funzionalità visita il sito www.dataprintgrafik.it

Privacy, rinnovate le autorizzazioni al trattamento dei dati

Pubblicate in Gazzetta Ufficiale

Professionisti, datori di lavoro, medici responsabili in materia di igiene e sicurezza lavoro non devono chiedere singolarmente l'autorizzazione a trattare i dati sensibili e giudiziari. Sono state pubblicate, infatti, nel supplemento ordinario n. 186 alla Gazzetta Ufficiale n. 196 del 24 agosto 2007 le autorizzazioni generali al trattamento dei dati sanitari, sessuali, relative a convinzioni politiche, sindacali, religiose, filosofiche, etnia e razza che, unitamente (di regola) al consenso scritto dell'interessato, legittimano al trattamento dei dati sensibili.
Le autorizzazioni generali appena pubblicate hanno validità per un anno fino al 30 giugno 2008. Sono state rinnovate con deliberazioni del garante (dalla 24 alla 30) in data 28 giugno 2007.
I sette provvedimenti riguardano i rapporti di lavoro, i dati sulla salute e la vita sessuale, le associazioni e fondazioni, i liberi professionisti, le attività creditizie, assicurative, i sondaggi, l'elaborazione dati e da altre attività private, gli investigatori privati e i dati di carattere giudiziario.

Italia Oggi - sabato 25 agosto - art. pag. 31
 

Countdown per le società di comodo

Una rassegna delle operazione da compiere alla luce delle norme e della prassi amministrativa. Determinazione delle imposte in Unico entro il 1º ottobre

Settembre caldo per il modello Unico 2007: con l'identificazione della scadenza al prossimo 1º ottobre, dovranno essere considerati attentamente i comportamenti da far transitare nell'ambito delle dichiarazioni. Ciò per comprendere se, ai fini della determinazione delle imposte effettuata entro lo scorso mese di agosto, la stessa è riscontrata correttamente nel modello.
Questo soprattutto con riferimento ai soggetti Ires (ma anche Irpef) interessati dalle norme in materia di società di comodo e che hanno dovuto proporre istanza di interpello all'amministrazione finanziaria al fine di dimostrare l'esistenza di quelle situazioni di carattere oggettivo che non hanno consentito il superamento del test di operatività di cui al comma 1 dell'articolo 30 della legge n. 724 del 1994 come modificato prima dal decreto legge n. 223 e poi dalla legge n. 296 del 2006.

Italia Oggi Sette - D. Liburdi - art. pag. 6
 

Clienti-fornitori, esordio low profile

Dopo le semplificazioni della legge 127/07 la doppia partenza dell'adempimento è in tono minore.

Sarà un esordio decisamente in tono minore per gli elenchi clienti e fornitori: alla «prima» del prossimo autunno, infatti, dopo la sforbiciata operata dalla legge n. 127/07, mancherà il pubblico più numeroso, ovverosia le imprese in regime di contabilità semplificata e gli esercenti arti e professioni. L'efficacia del nuovo strumento anti-evasione risulterà, in questa fase di avvio, notevolmente depotenziata.
La reintroduzione dell'adempimento si deve all'art. 37, comma 8, del dl 223/2006:
- l'elenco dei soggetti nei cui confronti sono state emesse fatture nell'anno;
- l'elenco dei soggetti titolari di partita Iva da cui sono effettuati acquisti rilevanti ai fini dell'applicazione dell'Iva.
Gli elenchi dovranno essere presentati, esclusivamente per via telematica, entro il sessantesimo giorno successivo alla scadenza del termine per la presentazione della comunicazione annuale prevista dall'art. 8-bis del dpr 322/98, ossia entro il 29 aprile. L'Agenzia potrà comunque differire il termine di presentazione nei confronti di determinate categorie di contribuenti, oppure per ragioni tecniche. Il provvedimento che definisce nei dettagli (soprattutto in sede di specifiche tecniche) il contenuto degli elenchi, le modalità di trasmissione e, limitatamente all'anno 2006, i relativi termini è stato firmato dal direttore dell'Agenzia il 25 maggio 2007 ed è stato pubblicato nel supplemento ordinario alla G.U. n. 136 del 14 giugno 2007.

Italia Oggi Sette - F. Ricca - art. pag. 9
 

Conti dormienti, al via il censimento

Il dpr 22/6/07 n. 116 in vigore dal 17 agosto rende operativo il meccanismo di recupero dei fondi. Comunicazione all'intestatario all'ultimo indirizzo conosciuto

Repulisti per i conti dormienti, senza troppe garanzie per i titolari dei rapporti. Devono essere cercati all'ultimo indirizzo comunicato o conosciuto. La comunicazione è da ritenere valida anche se il titolare del rapporto si è trasferito.
E per i rapporti al portatore basterà un avviso affisso nei locali dell'intermediario (anche se appare improbabile che uno si faccia vivo nel luogo in cui non ha messo piede per dieci anni) o su internet.
Comincia l'operazione programmata dall'articolo 1, comma 345, della legge 266/05. L'obiettivo è buono: trovare fondi per indennizzare gli investitori coinvolti in noti crack e default (Argentina in primis). Anche se non si può fare a meno di notare che gli investitori non saranno risarciti dal sistema finanziario, ma da altri risparmiatori e investitori, ancorché distratti, che hanno lasciato i loro conti a dormire.

Italia Oggi Sette - A. Ciccia - art. pag. 14