Rassegna stampa del 31 agosto 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK è un software che consente di gestire e archiviare, in formato elettronico, documenti di qualsiasi formato e origine: spool di stampa, documenti elettronici (email, fax, pdf, …), documenti cartacei (tramite acquisizione da scanner), file di testo, file telematici.

 

Con ArchiviOK è possibile disporre di un archivio elettronico all'interno del quale i documenti possono essere archiviati istantaneamente, consultati in qualunque momento e da qualunque postazione di lavoro, sia interna che esterna alla rete locale purché autorizzata, e rielaborati o distribuiti senza inutile occupazione di spazio.

 

Inoltre, con ArchiviOK è possibile procedere alla completa smaterializzazione dei documenti attraverso il servizio di conservazione sostitutiva a norma.

 

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Per i Comuni controlli vincolati

Lotta all'evasione e privacy - Dopo il parere dell'Authority il provvedimento passa allo Stato-Regioni

Un ultimo passaggio alla conferenza Unificata Stato Regioni e poi i comuni potranno partecipare a pieno titolo all'accertamento. Ieri, infatti, il Garante della Privacy ha reso ufficialmente noto il parere con il quale dà il via libera al provvedimento dell'agenzia delle Entrate sullo scambio di informazioni con i comuni. E una volta apportate le modifiche richieste dal Garante - che riguardano essenzialmente la sicurezza che ai dati acceda solo il personale autorizzato - il protocollo di scambio potrà partire.
Le Entrate, in pratica, apriranno le loro banche dati ai comuni e questi ultimi segnaleranno al Fisco le situazioni "irregolari" che riscontreranno nelle posizioni dei contribuenti.

Il Sole 24 Ore - A. Criscione - art. pag. 25

Tfr all'Inps, entro oggi l'avviso degli obbligati

Per aziende con almeno 50 dipendenti

Oggi è l'ultimo giorno utile per dichiarare all'Inps che la media annua dei lavoratori occupati nel 2006 è stata di almeno cinquanta addetti e che l'azienda dichiarante è, pertanto, tenuta a versare al Fondo Tesoreria il Tfr che i dipendenti hanno scelto, espressamente o tacitamente, di non conferire alla previdenza complementare.
La scadenza, peraltro non accompagnata da specifiche sanzioni, è stata fissata dall'Inps, con il messaggio n. 13048 del 23 maggio scorso, "non oltre la fine del terzo mese successivo a quello di pubblicazione" del messaggio stesso: pertanto, il 31 agosto 2007.

Il Sole 24 Ore - M. R. Gheido - art. pag. 25

Archivio dei rapporti allo start

La banca dati del fisco partirà a fine settembre. Monitoraggio sugli intermediari per i conti scudati. Pronta la procedura per l'accesso degli 007

Conto alla rovescia per l'archivio dei rapporti intrattenuti tra i contribuenti e gli intermediari finanziari (dalle banche a Poste italiane, dalle holding ai Confidi, passando per sim, sicav, sgr e fiduciarie) che sarà operativo tra la fine di settembre e gli inizi di ottobre. Senza proroghe. Innanzitutto, la Sogei, il braccio informatico del ministero dell'economia, ha messo a punto la procedura di sicurezza per l'accesso alla banca dati da parte degli agenti dell'Agenzia delle entrate e della guardia di finanza. Che, in questi giorni, l'amministrazione finanziaria sta già testando. Sulla sicurezza dell'archivio gestito da Sogei è, inoltre, contemporaneamente in corso l'indagine della Commissione bicamerale sull'anagrafe tributaria.

Italia Oggi - A. Gorret - art. pag. 27

Abusi edilizi coperti da privacy

Sentenza del Tar Lazio pone un freno alle istanze d'accesso generiche agli atti amministrativi. Il consigliere comunale non può avere l'elenco degli autori 

Il consigliere comunale non può avere copia dell'elenco degli abusi edilizi con indicazione degli autori. Il principio limitativo delle prerogative del consigliere è stato espresso dalla sentenza (fino a ora inedita) del tribunale amministrativo per il Lazio di Roma, sez. II-ter, n. 5041, del 31 maggio 2007. Nel caso concreto, un consigliere comunale ha chiesto al comune l'elenco delle costruzioni abusive acquisite al patrimonio comunale, di quelle comunicate all'Ufficio territoriale di governo e di quelle beneficiarie di condono nel corso di un quinquennio. La risposta negativa del comune ha portato il consigliere a ricorrere alla giustizia amministrativa.

Italia Oggi - A. Ciccia - art. pag. 37