Rassegna stampa del 18 settembre 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Con un semplice click importi i file telematici generati da qualsiasi applicativo e salvati su File System!

ArchiviOK Telematici è un software per l'archiviazione e la conservazione delle dichiarazioni trasmesse all'Amministrazione finanziaria tramite tracciato telematico.


Con ArchiviOK Telematici è possibile disporre di un archivio elettronico di tutte le dichiarazioni trasmesse, visualizzando i dati su un modello elettronico identico al modello cartaceo.


E' inoltre possibile procedere alla completa smaterializzazione dei documenti attraverso il servizio di conservazione sostitutiva a norma.

Per scoprire le funzionalità visita il sito www.dataprintgrafik.it

Iva auto, rinvio a ottobre

Dalle Entrate la proroga al 22 del termine per le domande. In arrivo il decreto.

Ufficiale la proroga di un mese per la trasmissione delle istanze di rimborso per l'Iva auto. L'agenzia delle Entrate, con un comunicato diffuso ieri, informa che un decreto del presidente del Consiglio dei ministri sposterà il termine a sabato 20 ottobre 2007 (con un automatico slittamento a lunedì 22). Il rinvio dovrebbe consentire alle Entrate di fare luce su alcuni aspetti ancora poco chiari. Un primo chiarimento, contenuto nella circolare 51/E di ieri, riguarda i non residenti.
Per l'operazione rimborso Iva si tratta della seconda proroga. L'accavallarsi della scadenza del 20 settembre con quella delle dichiarazioni fiscali ha indotto molti contribuenti a trascurare i rimborsi Iva, mancando il tempo per svolgere i necessari calcoli di convenienza.

Il Sole 24 Ore - L. Gaiani - art. pag. 29

Software "instabili" per l'invio dei modelli

Dichiarazioni, ancora correzioni

A due settimane dalla scadenza del 1° ottobre per l'invio di Unico e del modello 770 semplificato l'agenzia delle Entrate continua ad aggiornare i software di controllo a disposizione degli intermediari per la verifica delle dichiarazioni. Per le società di persone, per esempio, l'ultima versione del diagnostico è di martedì scorso. Non si tratta di un caso isolato, visto che lo stesso è accaduto per Unico società di capitali e per la dichiarazione dei sostituti d'imposta.
La preparazione dei software da parte di Sogei avviene sempre per step ma la cronologia delle correzioni pubblicata sul sito Internet di Assosoftware - l'associazione delle imprese private che producono software - è significativa delle difficoltà con cui l'agenzia delle Entrate e la Sogei arrivano a definire gli strumenti tecnici, i modelli, le istruzioni e le correzioni agli errori.
"Basti pensare - dice Bonfiglio Mariotti, presidente di Assosoftware - che per Unico persone fisiche si sono succedute otto versioni di diagnostico e per le società di persone si è arrivati a sette. Per Gerico l'ultimo aggiornamento del software è del 18 luglio. In queste condizioni come si fa a pretendere le dichiarazioni entro luglio?".
Gli operatori faticano a orientarsi nella girandola di versioni. "Riceviamo tantissime telefonate ed email da parte degli intermediari - commenta Mariotti - che lamentano di scontrarsi con errori bloccanti. Anche sulla base di queste segnalazioni abbiamo sollecitato la Sogei a correzioni, nel complesso oltre 140".
La morale? "L'anticipo degli invii telematici delle dichiarazioni che costituisce l'obiettivo del ministero dell'Economia può avvenire - dice Mariotti - solo se l'amministrazione fiscale taglia i suoi tempi per la definizione dei modelli, dei programmi e dei software di controllo, senza i quali aziende e professionisti non possono lavorare".    

Il Sole 24 Ore - art. pag. 31

Irap, l'impresa non può sfuggire

Secondo le Entrate non si ampliano i principi di esenzione stabiliti per i lavoratori autonomi. L'attività si svolge sempre utilizzando un'organizzazione

Lo svolgimento di un'attività che genera reddito di impresa è, per definizione, svolta mediante l'utilizzo di una organizzazione: conseguentemente la stessa sarà sempre assoggettata a Irap. Non possono dunque valere, se non per i lavoratori autonomi, i principi espressi dalla Cassazione per illustrare le ipotesi di non debenza del tributo. Lo afferma la risoluzione dell'Agenzia delle entrate n. 254 di ieri.

Italia Oggi - D. Liburdi - art. pag. 31

Atipici, contributi Inps alle stelle

L'annuncio del ministro del lavoro Cesare Damiano: l'aumento entro la fine della legislatura. Aliquota verso il 33%. Sconti di 5/6 mila per il lavoro fisso

Entro la fine dell'attuale legislatura (presumibilmente, quindi, entro il 2011), l'aliquota contributiva di co.co.co. e lavoratori a progetto salirà al 33%. Lo ha dichiarato ieri il ministro del lavoro, Cesare Damiano, a un intervista a Repubblica Tv. Parallelamente, ha aggiunto il ministro, saranno incentivate le assunzioni dei lavoratori a tempo indeterminato, con un beneficio di circa 5-6 mila euro su una retribuzione lorda di 21 mila euro (sconto, dunque, del 24-29%).
Dovrebbe essere l'ultima modifica quella annunciata ieri dal ministro del lavoro. Uguaglierà i contributi pagati all'Inps da co.co.co. e lavoratori a progetto (considerati «precari») e con quelli pagati dai lavoratori subordinati (considerati, invece, stabili). Con l'ulteriore risultato di vedere triplicata l'originaria copertura previdenziale dei collaboratori, con l'aliquota contributiva che passa dal 10% (nel 1996), che vale oggi il 23,50% (dopo la Finanziaria 2007) e che, presumibilmente dal 2011, arriverà alla fatidica soglia al 33,50% . Il rincaro riguarda la gestione separata Inps, nata con la riforma Dini delle pensioni, la legge n. 335/1995. Alla gestione devono iscriversi i lavoratori autonomi che esercitano un'attività professionale o di collaborazione per la quale non è prevista altra forma assicurativa pensionistica.

Italia Oggi - D. Cirioli - art. pag. 37