Rassegna stampa del 20 settembre 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Con un semplice click importi i file telematici generati da qualsiasi applicativo e salvati su File System!

ArchiviOK Telematici è un software per l'archiviazione e la conservazione delle dichiarazioni trasmesse all'Amministrazione finanziaria tramite tracciato telematico.


Con ArchiviOK Telematici è possibile disporre di un archivio elettronico di tutte le dichiarazioni trasmesse, visualizzando i dati su un modello elettronico identico al modello cartaceo.


E' inoltre possibile procedere alla completa smaterializzazione dei documenti attraverso il servizio di conservazione sostitutiva a norma.

Per scoprire le funzionalità visita il sito www.dataprintgrafik.it

Un'agenda rinnovata per affinare i controlli

Visco fa leva sulle scadenze delle dichiarazioni

Una nuova fase nella lotta all'evasione. E' quella annunciata ieri dal viceministro dell'Economia, Vincenzo Visco, per consolidare il recupero di gettito realizzato in questo primo anno di Governo. Una nuova fase che dovrà essere caratterizzata da una forte azione di "deterrenza". Per questo sarà rafforzata la macchina dell'amministrazione finanziaria, con un piano di assunzioni e di mobilità interna per i dipendenti, e saranno aumentati gli accertamenti (è già pronto un programma per raddoppiare i controlli nei prossimi quattro anni).
Ma non solo. Nel 2006 ha subito verifiche appena il 9% dei potenziali evasori, i quali possono contare su un intervallo di oltre dieci anni tra una visita e l'altra degli agenti del Fisco. Per elevare la probabilità e la tempestività degli accertamenti dovrà essere perciò anticipata il più possibile la stagione delle dichiarazioni.

Il Sole 24 Ore - M. Bellinazzo - art. pag. 31

Auto, Iva al 40% sulle rivendite

Secondo il ministero dell'Economia la base imponibile si allinea alla detrazione. Più conveniente il recupero con le domande entro il 22 ottobre

Nelle rivendite di auto, l'Iva solo sul 40% del prezzo. Il ministero dell'Economia, con una risposta a un question time di Maurizio Lea (An) alla Camera, è intervenuto sul discusso problema della base imponibile delle vendite di veicoli inclusi nell'istanza in scadenza il 22 ottobre.
Se la cessione è avvenuta dopo il 13 settembre 2006, ha chiarito il ministero, l'Iva andrà applicata nella stessa percentuale detratta sull'acquisto. Le precedenti istruzioni, che parlavano di assoggettamento integrale, si riferiscono, chiarisce l'agenzia delle Entrate, solo alle operazioni avvenute entro il 13 settembre 2006. La nuova interpretazione rimuove uno dei principali vincoli alla presentazione delle domande di rimborso.  

Il Sole 24 Ore - L. Gaiani - art. pag. 33

Antiriciclaggio verso il restyling

Iniziato ieri in commissione alla camera l'esame del dlgs di recepimento della terza direttiva. Multe a chi non chiude i libretti di deposito oltre 5 mila 

Correzioni in arrivo per l'antiriciclaggio. Sarà introdotta una sanzione per la mancata chiusura dei libretti di deposito. Una sanzione che, secondo quelli che potrebbero diventare emendamenti del governo, allo schema di decreto legislativo di recepimento della terza direttiva, consisterebbe in una pena amministrativa pecuniaria, dal 10 al 20%, del saldo del libretto al portatore. Il libretto, infatti, secondo le nuove regole del dlgs, che ieri è stato incardinato all'esame della commissione finanze e giustizia della camera (oggi inizierà il suo iter anche in commissione bilancio del senato), non potrà avere un saldo superiore a 5 mila euro. Quelli con un saldo pari o superiore a questa somma, all'entrata in vigore del decreto, dovranno essere estinti o ridotti alla soglia dei 5 mila entro il 30 giugno 2008. Ma anche per questo termine ci potranno essere novità in arrivo. I tecnici di via XX Settembre hanno preparato un dossier con le proposte di modifiche al recepimento della terza direttiva, in cui la scadenza è spostata al 31 dicembre 2009.

Italia Oggi - C. Bartelli - art. pag. 31

Niente partita Iva sotto 30 mila

Gli esiti del tavolo tecnico tra Mineconomia e imprese. Per rientrare tra i minimi niente dipendenti e pochi beni 

Fissati i tre parametri per rientrare tra i contribuenti minimi e godere della semplificazione fiscale. Le imprese e i lavoratori autonomi dovranno avere un volume d'affari fino a 30 mila euro l'anno; dimostrare di non avere acquisito negli ultimi tre anni beni strumentali per un importo complessivo non superiore a 15 mila euro. E dovranno anche dimostrare di non avere alcun dipendente a carico; al massimo saranno tollerati collaboratori appartenenti al nucleo familiare. I minimi diranno addio alla partita Iva, sostituita da un codice fiscale ad hoc, e pagheranno un'unica imposta a forfait (che sostituirà Irpef, Irap e Iva). La tassazione non seguirà più il criterio di competenza, ma nella determinazione del reddito annuale, il fisco seguirà un criterio di cassa, come già avviene per le categorie professionali.
I minimi sono stati al centro dell'incontro che Stefano Fassina, consigliere economico del viceministro dell'economia Vincenzo Visco ha tenuto ieri sera con i responsabili fiscali delle associazioni firmatarie del protocollo d'intesa sugli studi di settore del dicembre scorso: Casartigiani, Cna, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti.

Italia Oggi - L. Chiarello e A. Gorret  - art. pag. 33

FondInps, i versamenti di settembre entro il 16 novembre 2007

Nuovi chiarimenti dell'Istituto previdenziale sulle quote di tfr dei lavoratori silenti

In considerazione delle difficoltà che possono accompagnare le operazioni connesse ai primi versamenti dovuti al FondInps, le quote di tfr riferite al mese di settembre 2007 possono essere pagate entro il 16 novembre con la maggiorazione del 2,74%. Lo precisa l'Inps con il messaggio 22789/2007, con il quale l'ente interviene per alcuni chiarimenti circa i versamenti da effettuare da parte di aziende riguardo alle quote di tfr relative ai lavoratori cosiddetti silenti.

Italia Oggi - G. Leonardi - art. pag. 36