Rassegna stampa del 24 settembre 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK è un software che consente di gestire e archiviare, in formato elettronico, documenti di qualsiasi formato e origine: spool di stampa, documenti elettronici (email, fax, pdf, …), documenti cartacei (tramite acquisizione da scanner), file di testo, file telematici.

 

Con ArchiviOK è possibile disporre di un archivio elettronico all'interno del quale i documenti possono essere archiviati istantaneamente, consultati in qualunque momento e da qualunque postazione di lavoro, sia interna che esterna alla rete locale purché autorizzata, e rielaborati o distribuiti senza inutile occupazione di spazio.

 

Inoltre, con ArchiviOK è possibile procedere alla completa smaterializzazione dei documenti attraverso il servizio di conservazione sostitutiva a norma.

 

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Libri, la stampa segue Unico

I contribuenti devono tenere una copia dei documenti su carta da esibire in caso di controllo fiscale. Quest'anno la scadenza è al 1° ottobre ma dal 2008 anticiperà al 31 luglio

Torna l'obbligo della stampa dei registri contabili che i contribuenti dovranno esibire in caso di controllo fiscale. Si tratta di un adempimento annuale che deve fare i conti anche con la novità del termine anticipato delle dichiarazioni.
La scadenza per la stampa del libro giornale e dei registi ai fini Iva, per i soggetti che gestiscono la contabilità in modo meccanografico, coincide con il termine della presentazione della dichiarazione annuale. Stesso termine è previsto per la predisposizione del libro dei beni ammortizzabili. Si tratta quindi di una scadenza variabile, legata al termine delle dichiarazioni e che come tale subisce le modifiche che hanno interessato la data di presentazione del modello Unico 2007. Per coloro che invece si avvalgono della tenuta della contabilità con modalità informatiche, di fatto operativa dal 1° gennaio 2006, la stampa è un obbligo superato, sostituito dalla conservazione mediante riproduzione su supporto informatico, anche se diverso da quello ottico.

Il Sole 24 Ore - sabato 22 settembre - C. Odorizzi - art. pag. 31

Black list senza deroghe

L'inclusione nell'elenco non è sindacabile

Società di black list senza deroghe alla tassazione in Italia anche in presenza di aliquote estere superiori al 27 per cento. Con la risoluzione  262/E di venerdì, l'agenzia delle Entrate ha chiarito che non è sindacabile, in sede di interpello, l'inclusione di un Paese nell'elenco che fa scattare l'imposizione del reddito per trasparenza in capo alla partecipante. L'esclusione dalla norma Cfc da quella sulla tassazione al 100% dei dividendi in entrata richiede invece la dimostrazione che il reddito dalla partecipata è prodotto, per oltre il 75% , in Stati o territori a tassazione ordinaria.

Il Sole 24 Ore - sabato 22 settembre - L. Gaiani - art. pag. 33

Banca dati Dna, decalogo privacy

Segnalazione del garante: opportuno il ddl

Decalogo per la banca dati del Dna dal garante per la privacy.L'Authority presieduta da Francesco Pizzetti ha inviato una segnalazione al parlamento e al governo in relazione alla creazione di una banca dati del Dna a fini di sicurezza e giustizia, sottolineando l'opportunità di un rapido intervento legislativo ma chiedendo di adottare rigorose misure di sicurezza e di evitare raccolte generalizzate. Sulla creazione di una banca dati del Dna è in fase di elaborazione un disegno di legge che dovrebbe essere presentato a breve in uno dei prossimi consigli dei ministri. Secondo il garante, la banca dati deve avere esclusive finalità specifiche di individuazione delle persone, impedire la duplicazione dei profili Dna e garantire i diritti e le libertà fondamentali dei soggetti interessati. Nella banca dati, dunque, non devono essere conservati campioni biologici (per esempio capelli, saliva e liquidi) ma profili (sequenze alfanumeriche).

Italia Oggi - sabato 22 settembre - art. pag. 40

Fabbricati d'impresa senza rivalsa

Le nuove regole per gli immobili strumentali, previste dal dm del 25/5/2007, al via dal 1° ottobre. Scatta il reverse charge sulle cessioni imponibili per opzione

Per le cessioni di fabbricati strumentali imponibili su opzione, l'addebito dell'Iva in fattura ha i giorni contati: dal 1° ottobre troverà l'applicazione il dm 25 maggio 2007, che attrae anche queste operazioni nell'ambito del meccanismo del reverse charge. La novità scatterà per le operazioni effettuate a partire dal 1° ottobre, per cui ne sono esclusi gli atti stipulati entro il 30 settembre, nonché le fatture emesse entro tale data indipendentemente dalla stipulazione dell'atto.

Italia Oggi - sabato 22 settembre - F. Ricca - art. pag. 42

Condono agricolo in porto

Regolarizzazione verso il traguardo della quota minima di 2 miliardi. Si paga il 30% del dovuto

Anche la pubblica amministrazione è nell'elenco dei grandi debitori dell'Inps. L'arretrato di circa 500 milioni di contributi non versati ai lavoratori agricoli, accumulato negli anni da Regioni, comunità montane - e persino dal ministero delle Politche agricole - potrebbe fare la differenza per tagliare il traguardo dell'operazione di regolarizzazione. E' questa una delle sorprese riservate negli ultimi giorni dalla frenetica operazione di "conta" che sta impegnando l'Inps.
Tutti in coda dunque per pagare. Si tratta infatti dell'ultima occasione per chiudere tutti i conti arretrati con l'Inps. Le imprese possono estinguere il debito pagando in un'unica soluzione il 30% della cartella, mentre se si opta per una dilazione la percentuale sale al 39,8% per cento. E se crescono le adesioni si potrà abbassare al 22% la percentuale.

Il Sole 24 Ore del lunedì - A. Capparelli - art. pag. 33