Rassegna stampa del 25 settembre 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Con un semplice click importi i file telematici generati da qualsiasi applicativo e salvati su File System!

ArchiviOK Telematici è un software per l'archiviazione e la conservazione delle dichiarazioni trasmesse all'Amministrazione finanziaria tramite tracciato telematico.


Con ArchiviOK Telematici è possibile disporre di un archivio elettronico di tutte le dichiarazioni trasmesse, visualizzando i dati su un modello elettronico identico al modello cartaceo.


E' inoltre possibile procedere alla completa smaterializzazione dei documenti attraverso il servizio di conservazione sostitutiva a norma.

Per scoprire le funzionalità visita il sito www.dataprintgrafik.it

Unico fa i conti con gli ultimi controlli

Ancora una settimana per l'invio online delle dichiarazioni. Numerose le novità. Dagli studi di settore alle auto aziendali alle perdite

Ultimi frenetici giorni per più di dieci milioni di contribuenti alle prese con la presentazione telematica delle dichiarazioni.
Infatti scade lunedì 1° ottobre il termine per la presentazione di Unico 2007 dei contribuenti obbligati all'invio telematico.
All'appello anche i contribuenti che devono presentare il 770 semplificato in quanto la scadenza del 30 settembre, domenica, slitta a lunedì 1° ottobre. 

Il Sole 24 Ore - T. Morina - art. pag. 31

L'ammortamento terreni rimane senza garanzie  

I chiarimenti di Assonime. La circolare sulle società di capitali

Ammortamento terreni, acconti di novembre a rischio per la decadenza del Dl 118/07; problemi anche per il ricalcolo derivante dalle novità sulle auto aziendali.
Sono questi alcuni degli spunti della circolare Assonime 56, diffusa ieri e dedicata alla scadenza di Unico 2007.
Secondo l'Associazione, sono inoltre necessari chiarimenti per chi intende adeguarsi al mutato orientamento sulla deducibilità dell'indennità di clientela e per le istanze di rimborso Iva sulle auto aziendali, per il fatto che il termine per inviare la domanda (22 ottobre) è ora successivo alla scadenza di Unico, con l'impossibilità di tener conto in dichiarazione del maggiore imponibile che ne deriva. 

Il Sole 24 Ore - L. Gaiani - art. pag. 31

Privacy e lavoro, colpo di freno

Polemiche sulle correzioni destinate a entrare nel Ddl Bersani-ter. Il relatore: niente attenuazioni delle garanzie per i dipendenti

Scoppia la polemica sulle modifiche alle regole sulla privacy in azienda. E arrivano i colpi di freno: il Garante ha espresso forte preoccupazione e vivo allarme. Le garanzie di sicurezza delle informazioni relative ai lavoratori, anche quelle sulla salute, custodite nelle banche dati di un gran numero di imprese sono a rischio. Ecco il quadro:
- Il codice della Privacy (decreto legislativo 196 del 2003) non fa distinzioni: tutte le imprese, grandi e piccole, devono proteggere i dati personali che i dipendenti forniscono all'interno del rapporto di lavoro.
- Nel disegno di legge sulle liberalizzazioni (cosiddetto Bersani-ter) è stata inserita da Montecitorio una norma che esonera dall'adozione delle misure minime di sicurezza le imprese fino a 15 addetti in relazione a determinati trattamenti di dati personali.
- Alcuni emendamenti presentati in commissione Industria del Senato (dove il ddl è ora all'esame) intenderebbero estendere l'esonero. Il Garante della Privacy ha ribadito la propria contrarietà 

Il Sole 24 Ore - A. Cherchi - art. pag. 37
 

Vigilanza, rischio fiscale

Antiriciclaggio. Oggi le audizioni delle categorie a Montecitorio sullo schema di riordino. Dagli Albi timori sulle possibili ricadute delle segnalazioni

Alleggerire gli obblighi di vigilanza, tutelare di più e meglio l'anonimato di chi segnala le operazioni sospette, eliminare la possibilità di utilizzare i dati raccolti per contrastare il riciclaggio di denaro sporco anche a fini fiscali e viceversa, E poi rivedere il ruolo di "filtro" delle segnalazioni assegnato agli Ordini e chiarire quali sono le operazioni a rischio.
Sono questi alcuni dei passaggi più ricorrenti nei cahiers de doleànce dei professionisti coinvolti nei doveri di sorveglianza previsti dalla normativa antiriciclaggio, che oggi saranno sentiti alla Camera di fronte alle commissioni riunite Giustizia e Finanze. Si tratta di uno degli ultimi passaggi prima del varo definitivo del decreto legislativo che recepisce la terza direttiva antiriciclaggio (2005/60/Ce):approvato lo scorso 27 luglio in prima lettura dal Consiglio dei ministri, il provvedimento è ora al vaglio delle commissioni parlamentari e dovrà poi ottenere il secondo sì dal Consiglio dei ministri.

Il Sole 24 Ore - V. Maglione - art. pag. 39