Rassegna stampa del 26 settembre 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Iva Auto 258 è un software che permette la generazione del file telematico per l’invio della richiesta di rimborso, ai sensi del D.L. 258/06.

Il software consente di:

Importare i dati anagrafici e i dati Iva da telematico

Predisporre un prospetto di analisi dei clienti
Gestire i Quadri AD e AR
Stampare tutti i prospetti e i modelli
Generare il file telematico per l’invio dell’istanza di rimborso.

Compra subito Iva Auto 258, il termine ultimo per l'invio della tua richiesta di rimborso è il 22 ottobre!

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Corruzione allargata al privato

Via libera del Senato al disegno di legge che recepisce sedici direttive e quattro decisioni quadro. Fino a cinque anni di carcere per le tangenti a manager, sindaci e revisori

Stretta per sindaci e amministratori, Riconoscimento reciproco su sequestri e confische. Modifiche  al diritto societario per agevolare i conferimenti in natura al capitale sociale e gli acquisti di azioni proprie, ma  anche per "blindare" le partecipazioni degli enti locali.
La legge comunitaria 2007 approvata ieri pomeriggio dal Senato in prima lettura fissa i criteri per il recepimento nel nostro ordinamento di un pacchetto di direttive e, novità assoluta, di decisioni quadro, che toccano numerosi punti sensibili.

Il Sole 24 Ore - V. Maglione, G. Negri – art. pag. 32

Il Garante: nuove regole su dati telefonici e web

Consultazione con i ministeri e le categorie. Sotto esame la conservazione per finalità di indagine

Il Garante della privacy detta le regole per mettere sotto chiave i dati di traffico, telefonico e Internet, che i gestori devono conservare, per finalità di giustizia, nei loro data base.
Le misure di sicurezza vanno dal tracciamento degli accessi, alla separazione fisica degli archivi, all'immediata cancellazione  delle informazioni una volta scaduto il  termine di conservazione, ai controlli periodici per verificare che non si verifichino intrusioni, ai sistemi in grado di segnalare interrogazioni anomale delle banche dati (per esempio effettuate fuori dagli orari di lavoro).

Il Sole 24 Ore - A. Cherchi - art. pag. 39

Antiriciclaggio attento alla privacy

Più tutela per i professionisti che segnalano operazioni sospette

Maggiori tutele privacy per i professionisti, una specificazione delle situazioni di antiriciclaggio basate sul rischio e sgombrare il campo dalla possibilità di commistione dell'utilizzo delle segnalazioni antiriciclaggio da funzioni «altre». Sono queste le richieste dei professionisti cui, Francesco Tolotti, relatore in commissione finanze della camera allo schema di dlgs di recepimento della III direttiva, farà posto nella relazione che la commissione elaborerà entro il 10 ottobre. Così, ordini e associazioni, che ieri sono stati ascoltati in via informale, potrebbero vedere a breve accolte molte delle loro istanze.

Italia Oggi - C. Bartelli – art. pag. 34

Bilanci Xbrl in sperimentazione

Assosoftware ha selezionato le aziende. E insieme a Infocamere ha definito la metodologia. Test sulla fattibilità dell'invio telematico a partire da ottobre 

Si sta concretizzando in questi giorni, con il rilascio delle specifiche funzionalità da parte delle software house ai propri utenti, l'accordo tra Assosoftware e Infocamere per l'avvio della sperimentazione del deposito dei bilanci in formato Xbrl, che diverrà obbligatorio a partire dal 2008. Assosoftware, dopo aver selezionato alcune aziende, ha definito, in accordo con Infocamere, la metodologia di sperimentazione.
La sperimentazione consta di due fasi. Nella prima fase le software house dovranno realizzare le funzionalità per predisporre i bilanci in formato Xbrl, utilizzando la specifica «tassonomia di riferimento», nella seconda fase si dovrà procedere al vero e proprio deposito della «Pratica», allegando al Bilancio Ue tradizionale in formato Pdf anche il file Xbrl. Rimangono fuori dalla sperimentazione le società soggette all'adozione, per obbligo o facoltà, dei principi contabili (Ias/Ifrs).

Italia Oggi - F. Giordano - art. pag. 39

Dichiarazioni fiscali, il risparmio è possibile

Per i contribuenti forme alternative per la conservazione dei modelli

In un periodo di grande fermento per l'invio delle dichiarazioni fiscali si pone anche il problema della stampa e della conservazione delle dichiarazioni stesse.(...)
Come indicato anche nelle istruzioni alla compilazione delle dichiarazioni fiscali, la possibilità di memorizzare le dichiarazioni sul proprio hard disk non esiste più: quindi, la dichiarazione telematica deve essere conservata in modalità sostitutiva, a norma Cnipa, oppure stampata entro i termini.
Ma perché stampare le dichiarazioni, quando sia l'evoluzione tecnologica che normativa consentono di ottenere significativi risparmi in termini economici e procedurali?
A partire dal 2004 le nuove norme e le delibere del Cnipa, pur con un iter non sempre lineare, sanciscono la piena validità legale della gestione documentale digitale e gli ultimi dubbi sono stati fugati dalla circolare dell'Agenzia delle entrate n. 36/E del 6/12/2006.
Il mercato dell'Information technology offre valide soluzioni per l'archiviazione elettronica e la conservazione sostitutiva, ma è fondamentale affidarsi alle software house che hanno realizzato specifici prodotti per gli intermediari e che, quindi, conoscono i problemi del settore. Il software è già disponibile, non richiede ingenti investimenti o costose attività di personalizzazione e risulta conveniente anche per piccoli professionisti.

Italia Oggi - S. Colazzo - art. pag. 39