Rassegna stampa del 15 ottobre 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK è un software che consente di gestire e archiviare, in formato elettronico, documenti di qualsiasi formato e origine: spool di stampa, documenti elettronici (email, fax, pdf, …), documenti cartacei (tramite acquisizione da scanner), file di testo, file telematici.

 

Con ArchiviOK è possibile disporre di un archivio elettronico all'interno del quale i documenti possono essere archiviati istantaneamente, consultati in qualunque momento e da qualunque postazione di lavoro, sia interna che esterna alla rete locale purché autorizzata, e rielaborati o distribuiti senza inutile occupazione di spazio.

 

Inoltre, con ArchiviOK è possibile procedere alla completa smaterializzazione dei documenti attraverso il servizio di conservazione sostitutiva a norma.

 

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Fatture elettroniche alla Pa

Finanziaria 2008 - Documenti contabili. Dal 2008 potrebbe scattare l'obbligo  telematico per appalti e forniture

Emissione, trasmissione e conservazione elettronica della fattura nei rapporti con le amministrazioni dello Stato e con gli entri pubblici nazionali: la disposizione contenuta nel disegno di legge finanziaria del 2008 dovrebbe, almeno secondo le intenzioni del Governo (si veda la relazione di accompagnamento del provvedimento), essere operativa dal 1° luglio 2008.
A prescindere dal termine, la previsione è rivoluzionaria, in quanto determina, in materia di "smaterializzazione" dei documenti contabili e fiscali, un cambiamento totale di approccio. Si passa, infatti da un sistema facoltativo (liberamente adottabile da imprese pubbliche e private) a un sistema di tipo obbligatorio.
La scelta del Governo appare del tutto coerente sia con le decisioni assunte a livello internazionale dall'Unione europea o da singoli Stati che con le stringenti  regolamentazioni adottate dal 1997 ad oggi nel nostro Paese. 

Il Sole 24 Ore del lunedì - A. Mastromatteo, B. Santacroce - art. pag. 34

Blocco dei pagamenti, partecipate escluse

Finanziaria 2008 - Lotta all'evasione. Limitato agli enti pubblici il vincolo a non effettuare i versamenti ai fornitori morosi con il Fisco

Slitta all'emanazione del regolamento attuativo il blocco dei pagamenti che le Pa opponevano già da qualche mese ai propri fornitori di beni e servizi, se questi avevano ricevuto la notifica di una cartella di pagamento. Questo è il principale effetto delle modifiche apportate all'articolo 48-bis del Dpr 602/73 dall'entrata in vigore del Dl 159/2007 (3 ottobre 2007).
L'opportunità e attesa integrazione della norma dà un pò di respiro ai molti creditori dello Stato e degli enti locali. La soluzione adottata dal legislatore consentirà una maggiore riflessione a chi, nel ministero dell'Economia, sta predisponendo il regolamento attuativo che dovrebbe fornire le risposte ai molti dubbi.

Il Sole 24 Ore del lunedì - M. Procida, B. Santacroce - art. pag. 35

Auto, i rimborsi Iva al traguardo

Ultimi giorni per la predisposizione del modello da inviare obbligatoriamente con internet. In scadenza al 20 ottobre il termine per la domanda di rimborso

Ultimi giorni per il rimborso forfettario dell'Iva sulle auto aziendali. Il termine per presentare l'istanza scade infatti lunedì prossimo, 22 ottobre, cadendo di sabato il giorno 20 indicato nel comunicato stampa che ha anticipato la notizia della proroga, peraltro non ancora ufficializzata nei modi di rito. Il mese in più concesso ai contribuenti, rispetto alla precedente scadenza del 20 settembre, non è soltanto servito ad affrontare con più calma il lavoro di ricerca dei documenti, di effettuazione dei calcoli e di predisposizione dell'istanza: proprio a ridosso della scadenza, infatti, un'interrogazione parlamentare ha risolto il dubbio della base imponibile della rivendita, rimuovendo così l'ultimo freno al rimborso (anche se non tutte le incertezze sono state dissipate).

Italia Oggi Sette - F. Ricca - art. pag. 6

Paradisi fiscali, arriva la white list

La manovra prevede il superamento della distinzione tra stati a fiscalità privilegiata e non. Elencati i territori che consentono scambio di dati con l'Italia

La Finanziaria 2008 riscrive le norme restrittive in materia di paradisi fiscali. Se la manovra sarà approvata il nostro ordinamento non conoscerà più l'attuale distinzione fra stati a fiscalità privilegiata, inclusi in liste nere, e stati non a fiscalità privilegiata inclusi in liste bianche.
La norma del disegno di legge collegato alla Finanziaria 2008 prevede infatti l'esistenza di un'unica lista bianca (c.d. white list) che dovrà contenere tutti gli stati o territori che consentono un effettivo scambio di informazioni con lo stato italiano e per i quali non vi sono dunque i presupposti per far scattare le norme restrittive in tema di paradisi fiscali.
Norma centrale in materia di contrasto all'utilizzo dei paesi a fiscalità privilegiata sarà il nuovo articolo 168-bis che verrà introdotto proprio dalla manovra Finanziaria 2008. Il testo dell'articolo 168-bis prevede infatti che con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze verranno individuati gli stati o territori che consentono un effettivo scambio di partecipazioni con l'Italia e per i quali è quindi possibile affermare che non si è in presenza di regimi fiscali privilegiati.

Italia Oggi Sette - A. Bongi - art. pag. 8

Il processo telematico va avanti

Il guardasigilli è intervenuto alla conferenza della giustizia italiana organizzata dall'OuaMastella: nessuna sospensione. Via alla banca dati del Dna

Dov'è finito il processo telematico? Se lo chiedono gli avvocati italiani a cominciare da Guido Alpa. «Sospeso in sette sedi e senza saperne il perché», dichiara a ItaliaOggi il presidente del Consiglio nazionale forense. «Il processo telematico ha un costo ma nessuna sospensione, andiamo avanti», e l'impegno che abbiamo preso con il Consiglio d'Europa è quello di realizzarlo entro il 2010», smentisce a ItaliaOggi il ministro della giustizia Clemente Mastella arrivato al secondo giorno della conferenza della giustizia italiana organizzata dall'Oua all'auditorium del massimo a Roma. E avanti anche con la banca dati del Dna a fini investigativi che, assicura il ministro, «si farà e sarà istituita presso il ministero della giustizia con la compartecipazione del ministero dell'Interno. I nostri uffici stanno definendo gli ultimi dettagli».

Italia Oggi - sabato 13 ottobre - M. Paolucci - art. pag. 41

La privacy stoppa il videofonino

Multa di 18 mila euro a uno studente di Imperia

Videotelefonino sequestrato dalla privacy. Con il rischio di pagare anche una sanzione pecuniaria di 18 mila euro. Questo l'impatto con il codice della privacy capitato a uno studente di un istituto tecnico di Imperia, cui è stata contestata la violazione del codice sulla tutela dei dati: con il suo cellulare era intento a riprendere scene e situazioni che era meglio non riprendere.
In particolare è intervenuta la polizia postale che ha contestato la violazione dell'articolo 13 del codice e cioè la mancata informativa da fornire agli interessati. In sostanza prima ti informo che ti riprendo, poi ti do l'informativa anche orale e poi raccolgo anche il consenso.

Italia Oggi - sabato 13 ottobre  - A. Ciccia - art. pag. 41