Rassegna stampa del 26 ottobre 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Con un semplice click importi i file telematici generati da qualsiasi applicativo e salvati su File System!

ArchiviOK Telematici è un software per l'archiviazione e la conservazione delle dichiarazioni trasmesse all'Amministrazione finanziaria tramite tracciato telematico.


Con ArchiviOK Telematici è possibile disporre di un archivio elettronico di tutte le dichiarazioni trasmesse, visualizzando i dati su un modello elettronico identico al modello cartaceo.


E' inoltre possibile procedere alla completa smaterializzazione dei documenti attraverso il servizio di conservazione sostitutiva a norma.

Per scoprire le funzionalità visita il sito www.dataprintgrafik.it

A marzo gli elenchi 5 per mille

Le istruzioni delle Entrate rivedono l'agenda per il censimento delle Onlus. Contro l'esclusione è possibile il ricorso al giudice ordinario

Riviste le tappe per assegnare i finanziamenti a enti e associazioni indicati come beneficiari del cinque per mille. Entro il 31 dicembre si devono completare censimento e controlli amministrativi, in modo da consentire la pubblicazioni degli elenchi definitivi degli ammessi entro il 31 marzo 2008.
Il controllo si divide in due tempi. Entro il 30 novembre verranno censite le dichiarazioni sostitutive, in modo da escludere Onlus e associazioni che non hanno correttamente adempiuto agli obblighi previsti dalla normativa. In un secondo tempo, gli uffici procederanno al controllo di merito delle dichiarazioni.

Il Sole 24 Ore - M. Saccaro - art. pag. 35

Durc, niente sconti senza sicurezza

Firmato ieri dal ministro Damiano il decreto che estende la certificazione a tutti i settori. La violazione delle norme di prevenzione stoppa il documento

Solo l'impresa in possesso del Durc, il documento unico di regolarità contributiva, potrà usufruire di sgravi contributivi e incentivi finanziari, nonché partecipare alle gare di appalto, sia edili sia di servizi e forniture. Non solo. La mancanza dell'attestato sulla regolarità dei versamenti contributivi e assicurativi e, d'ora in avanti anche sulla sicurezza dei lavoratori, impedirà pure di applicare i benefici normativi previsti in materia di lavoro, come per esempio il minor trattamento retributivo previsto per gli apprendisti.
E' stato firmato ieri dal ministro del lavoro, Cesare Damiano, il decreto che riscrive la disciplina del Durc con estensione a tutti i settori di attività, dopo le sperimentazioni in agricoltura e nell'edilizia. La novità importante è l'ampliamento del principio di regolarità: a bloccare il rilascio del Durc, d'ora in poi, saranno non solo la mancanza dei versamenti a Inps e Inail (e Casse edili per le imprese di questo settore), ma anche le violazioni alla normativa sulla sicurezza del lavoro che stopperanno il documento per periodi da 24 mesi nel caso di reato di omicidio colposo ai tre mesi per le violazione alla normativa sull'orario di lavoro (riposi giornalieri e o settimanali).

Italia Oggi - F. Floris, D. Cirioli - art. pag. 34

Niente bilanci di previsione

Una circolare del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti. Tutto rinviato all'ordine locale che nascerà nel 2008

Niente bilancio di previsione 2008 per gli ordini locali dei dottori commercialisti. È questa la decisione presa dal Consiglio nazionale nella riunione tenutasi a Roma in data 23-24 ottobre e diffusa ai presidenti locali attraverso la circolare n. 14/07. A sollecitare una presa di posizione dei vertici della categoria erano stati proprio gli ordini locali vista l'imminente scadenza del 30 novembre e le difficoltà di ordine tecnico-pratico legate alla predisposizione di un bilancio di previsione, dovute alla nascita, con effetto dal 1° gennaio 2008, dell'ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili.
Il Consiglio nazionale, per evitare qualsiasi dubbio e fugare il rischio di un generalizzato ricorso allo strumento dell'esercizio provvisorio, ha risolto in radice la questione prevedendo, si legge testualmente nella richiamata circolare, che: «L'attuale Consiglio dell'ordine dei dottori commercialisti non sia legittimato a predisporre il bilancio preventivo di un ente, a diversa composizione, che si insedierà il 1° gennaio 2008».

Italia Oggi - A. Bongi - art. pag. 41

Fabbricati ex rurali, sconti mirati

Interessato (entro il 30 novembre) solo chi non era imprenditore agricolo al 3 ottobre 2006. L'accatastamento senza sanzioni non è per tutti gli immobili

L’accatastamento entro il prossimo 30 novembre, senza applicazione di sanzioni non riguarda tutti i fabbricati che hanno perduto i requisiti fiscali della ruralità, ma solo quelli a uso abitativo che non possiedono l’ulteriore requisito richiesto dal comma 37 dell’art. 2 del dl n. 262/2006. Si tratta di quelle abitazioni utilizzate dai proprietari dei terreni, ovvero dagli affittuari del terreno stesso, oppure dai soggetti che ad altro titolo conducono il terreno cui l’immobile è asservito, che, alla data del 3 ottobre 2006, non rivestivano la qualifica di imprenditori agricoli iscritti nel registro delle imprese.
Per tutti gli altri fabbricati che hanno perso i requisiti della ruralità, per motivi diversi da quelli riconducibili al predetto comma 37 dell'art. 2 del dl n. 262/2006, l'accatastamento comporterà, in ogni caso, l'applicazione della sanzione da 258 a 2.066 euro.

Italia Oggi - M. Bonazzi - art. pag. 45