Rassegna stampa del 13 novembre 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Con un semplice click importi i file telematici generati da qualsiasi applicativo e salvati su File System!

ArchiviOK Telematici è un software per l'archiviazione e la conservazione delle dichiarazioni trasmesse all'Amministrazione finanziaria tramite tracciato telematico.


Con ArchiviOK Telematici è possibile disporre di un archivio elettronico di tutte le dichiarazioni trasmesse, visualizzando i dati su un modello elettronico identico al modello cartaceo.


E' inoltre possibile procedere alla completa smaterializzazione dei documenti attraverso il servizio di conservazione sostitutiva a norma.

Per scoprire le funzionalità visita il sito www.dataprintgrafik.it

Studi, prima la "normalità"

Le modifiche in preparazione dall'amministrazione finanziaria per Unico 2008

I nuovi studi di settore cambiano volto e filosofia. Gli indicatori di normalità, che a una prima analisi risulta abbiano dato buona prova di sè portando aumenti dei redditi dichiarati fino al 25 per cento si apprestano a una versione molto più sofisticata e adattata ai singoli settori, con tre soli "indici" sulla correttezza economica invece dei quattro inseriti per le dichiarazioni 2007: l'"incidenza dei costi residuali sui ricavi" sostituirà il famigerato valore aggiunto per addetto e la redditività dei beni strumentali mobili.
Il cambiamento di ragionamento più importante però è che la normalità verrà prima della congruità. Il contribuente dovrà prima "normalizzare" i dati che dichiara e poi sottoporsi alla prova della congruità.
Sono queste alcune novità illustrate dalla Società studi di settore (Sose) per il prossimo software, che prenderà il posto di Gerico, per il quale si arriverà anche al cambio di nome.

Il Sole 24 Ore - A. Criscione - art. pag. 29

Carte d'identità elettroniche con decreto finale

Amministrazione digitale

Dopo anni di sperimentazione, la carta di identità elettronica si avvia alla piena operatività. E' stato infatti pubblicato - sul supplemento ordinario 229 alla "Gazzetta Ufficiale" 261 del 9 novembre - il decreto dell'Interno con le nuove regole tecniche e di sicurezza, per il profilo delle tessere di riconoscimento che i Comuni dovranno assegnare a chi si presenterà per il rinnovo dell'attuale documento cartaceo. La card elettronica costerà 20 euro, ai quali aggiungere 5,42 euro come diritti di segreteria.
Le nuove regole sono state dettate soprattutto dall'esigenza di conformare la carta d'identità elettronica (Cie) alle regole Ue, in vista della futura european citizen card.
 Il documento di riconoscimento di cui tutti i cittadini dovranno dotarsi sarà una card con una banda ottica a lettura laser e un microprocessore. Nella prima saranno inseriti i dati identificativi, mentre il microprocessore assolverà alle funzioni di Carta nazionale dei servizi, garantendo l'autenticazione in rete e l'erogazione di determinati servizi telematici messi a disposizione dalle pubbliche amministrazioni.

Il Sole 24 Ore - A. Cherchi - art. pag. 32

Il bonus del 36% si autocertifica

Il chiarimento dell'Agenzia delle entrate sull'agevolazione per le ristrutturazioni edilizie. Non serve la Dia se la norma regionale prevede l'esonero

Basta l'autocertificazione per godere del bonus ristrutturazioni del 36%. Senza allegare la Dia, la dichiarazione di inizio lavori. L'obbligo, infatti, viene meno per gli interventi esonerati da norme edilizie locali. E, in caso di controlli da parte degli agenti del fisco, l'interessato potrà redigere un'autocertificazione che attesti che l'intervento di ristrutturazione può fruire dell'agevolazione anche se non necessita, in base alla normativa edilizia, di alcun titolo abilitativo.
L'apertura dell'Agenzia delle entrate che semplifica la vita a molti contribuenti arriva con la risoluzione n. 325/E di ieri, in cui l'amministrazione risponde al quesito sollevato dalla direzione regionale dell'Agenzia delle entrate dell'Umbria.

Italia Oggi - A. Gorret - art. pag. 35

Pex, commercialità stretta

Risoluzione sulla participation exemption. Una ristrutturazione conta solo a lavori finiti 

Commercialità a maglie strette per la pex; la ristrutturazione in sé di un immobile da adibire ad albergo non determina, prima dell'ultimazione dei lavori, il superamento della presunzione assoluta che costituisce uno dei requisiti oggettivi per l'applicazione dell'esenzione parziale sulla plusvalenza realizzata a seguito della cessione di partecipazioni; così la risoluzione n. 323/E del 9 novembre con la quale l'Agenzia delle entrate ha posto il veto sulla cessione in esenzione da porre in essere a opera di una società di capitali; partecipazione inerente una società di capitali in possesso di un vasto complesso immobiliare da ristrutturare e destinare a finalità turistico alberghiere.

Italia Oggi - A. Felicioni - art. pag. 41

Antiriciclaggio, segnalazioni onnicomprensive

La novità nel decreto legislativo antiriciclaggio all'esame del consiglio dei ministri il 16/11. Nell'operazione sospetta anche quella del contante ultrasoglia

All'interno della stessa operazione, la segnalazione del movimento sospetto all'Uif esime il professionista dall'obbligo di comunicare l'infrazione relativa alle operazioni in contanti pari o superiori a 5 mila euro al ministero dell'economia e delle finanze.
È quanto si legge all'art. 51 del decreto legislativo in via di emanazione. Che il consiglio dei ministri dovrebbe approvare in via definitiva venerdì prossimo.

Italia Oggi - L. De Angelis - art. pag. 43