Rassegna stampa del 16 novembre 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK è un software che consente di gestire e archiviare, in formato elettronico, documenti di qualsiasi formato e origine: spool di stampa, documenti elettronici (email, fax, pdf, …), documenti cartacei (tramite acquisizione da scanner), file di testo, file telematici.

 

Con ArchiviOK è possibile disporre di un archivio elettronico all'interno del quale i documenti possono essere archiviati istantaneamente, consultati in qualunque momento e da qualunque postazione di lavoro, sia interna che esterna alla rete locale purché autorizzata, e rielaborati o distribuiti senza inutile occupazione di spazio.

 

Inoltre, con ArchiviOK è possibile procedere alla completa smaterializzazione dei documenti attraverso il servizio di conservazione sostitutiva a norma.

 

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Agricoli tassati "a tariffa"

In "Gazzetta" il decreto che dà il via al nuovo regime per Srl ed Snc

Le società a responsabilità limitata, in nome collettivo e in accomandita semplice che esercitano attività agricola, possono dichiarare il reddito agrario con effetto dal 1° gennaio 2007. E' stato pubblicato infatti sulla "Gazzetta Ufficiale" n. 266 del 15 novembre 2007 il decreto del ministero dell'Economia 27 settembre 2007 n. 213 che contiene le modalità applicative dell'opzione per la tassazione catastale introdotta dei commi 1093 e 1095 della legge 296/06.
Queste disposizioni prevedono infatti che le Srl, società di persone e cooperative, in possesso della qualifica di società agricola, possono optare per la determinazione del reddito agrario in base all'articolo 32 del Tuir, in luogo della tassazione a bilancio.

Il Sole 24 Ore - G. P. Tosoni - art. pag. 27

Iva auto, dal 3 dicembre in campo l'F24 anti-frode

In "Gazzetta" le regole delle Entrate

Le nuove norme in materia di immatricolazione di autoveicoli, motoveicoli e loro rimorchi, anche nuovi, si devono applicare dal 3 dicembre prossimo. Da quella data, per versare l'Iva sugli acquisti comunitari di auto, immatricolate per la prima volta in Italia, si dovrà usare il modello approvato con il provvedimento del 25 ottobre 2007 del direttore delle Entrate. Si tratta dell'F24-Iva immatricolazione auto Ue".
Con un altro provvedimento, sempre del 25 ottobre, sono stati fissati i termini e i criteri di esclusione dalle nuove disposizioni. I due testi sono stati pubblicati nel supplemento ordinario 234 alla "Gazzetta Ufficiale" 266 del 15 novembre.

Il Sole 24 Ore - B. Santacroce - art. pag. 33

Coop, fisco flessibile

Entrate: spetta agli uffici valutare la situazione concreta. Discrezionalità sugli studi di settore

Gli studi di settore si applicano a discrezione degli uffici per le cooperative a mutualità prevalente che non operano esclusivamente con i propri soci. Questo è quanto emerge dalla risoluzione n. 330/E del 14/11/2007 con la quale l'Agenzia delle entrate è intervenuta sulla «non» congruità agli studi di settore delle coop mutualità prevalente, che non operano in via esclusiva con i propri soci.
La risposta è scaturita da un'istanza d'interpello formulata da un'unione nazionale che richiedeva ulteriori chiarimenti dopo quelli che le Entrate avevano già fornito con la circolare n. 110 del 21/05/1999, al fine di valutare la peculiarità delle imprese cooperative (mutualità), considerando che detti soggetti giuridici operano in situazioni di mercato non con obiettivi di lucro, ma per il perseguimento dei fini mutualistici, sanciti dall'art. 45 della Costituzione, che possono incidere in maniera molto rilevante sulla realizzazione dei ricavi.

Italia Oggi - F. G. Poggiani - art. pag. 40

Accertamenti senza limite

La Corte di cassazione ha accolto il ricorso dell'amministrazione. Il conto corrente in rosso non blocca il fisco

Non importa se il conto corrente bancario del contribuente è in rosso: il fisco può comunque fare un accertamento sintetico per elevare il reddito e riscuotere maggiori imposte. È quanto affermato dalla sezione tributaria della Cassazione che, con la sentenza R.g.n. 27832 depositata ieri, ha accolto il ricorso dell'amministrazione finanziaria e rovesciato entrambe le decisioni di merito.
L'accertamento sintetico era scattato in seguito a un'indagine condotta dalla guardia di finanza: sul conto corrente della contribuente, in saldo negativo, risultavano dei versamenti fatti dall'impresa del marito. Lei aveva impugnato l'atto dell'amministrazione e si era difesa sostenendo che un conto in rosso non poteva denotare un reddito maggiore.

Italia Oggi - D.Alberici -art. pag. 41