Rassegna stampa del 26 novembre 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK è un software che consente di gestire e archiviare, in formato elettronico, documenti di qualsiasi formato e origine: spool di stampa, documenti elettronici (email, fax, pdf, …), documenti cartacei (tramite acquisizione da scanner), file di testo, file telematici.

 

Con ArchiviOK è possibile disporre di un archivio elettronico all'interno del quale i documenti possono essere archiviati istantaneamente, consultati in qualunque momento e da qualunque postazione di lavoro, sia interna che esterna alla rete locale purché autorizzata, e rielaborati o distribuiti senza inutile occupazione di spazio.

 

Inoltre, con ArchiviOK è possibile procedere alla completa smaterializzazione dei documenti attraverso il servizio di conservazione sostitutiva a norma.

 

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Aiuti di stato, proroga per l'autodichiarazione

Le Entrate pronte a riaprire il termine del 20 novembre

Proroga in vista per la dichiarazione sostitutiva richiesta a coloro che intendono usufruire degli aiuti di Stato. Ma anche facilitazione per color che con gli acconti di novembre vogliono fruire dei bonus fiscali, in particolare quello Irap, e potrebbero non fare in tempo a preparare la sostitutiva prima del versamento dell'acconto.
"Lo spostamento del termine del 20 novembre sarà disposto con un provvedimento allo studio dell'agenzia delle Entrate". Presumibilmente entro metà dicembre, anche perchè tempi troppo lunghi non sarebbero accettati dalla Commissione europea.

Il Sole 24 Ore - sabato 24 novembre - A. Criscione - art. pag. 33

Iva auto, rimborsi in arrivo

L'Agenzia liquiderà entro dicembre una parte degli 834 mln di euro richiesti. Il fisco sollecita l'invio dei dati bancari e postali

Il fisco accelera sui rimborsi dell'Iva sulle auto. Una buona parte degli oltre 834 milioni di euro richiesti arriverà già entro dicembre sul conto corrente bancario o postale dei 229 mila contribuenti che hanno presentato l'istanza. A partire da chi ha presentato la richiesta di restituzione per gli importi più bassi che non richiedono controlli particolari (l'importo medio è tra i 1.000 e i 1.500 euro). Il bonifico è la strada scelta dall'Agenzia delle entrate per chiudere la partita dei rimborsi almeno con chi ha presentato la domanda entro il termine del 22 ottobre (scadenza rinviata due volte: dal 15 aprile al 20 settembre, e poi al 22 ottobre). Le somme infatti sono già disponibili e sono di gran lunga inferiori a quelle ipotizzate all'indomani della sentenza della Corte di giustizia del 14 settembre (causa C-228/05) che ha dichiarato l'incompatibilità con la VI direttiva dell'art. 19 bis1 del dpr 633/1972 nella parte in cui limitava la detraibilità dell'imposta.

Italia Oggi - sabato 24 novembre - A. Gorret - art. pag. 43

Un clic avvia le indagini sui conti

Circolare ai reparti per l'uso su vasta scala delle verifiche bancarie telematiche. No all'accesso libero all'Archivio.

Da poco meno di un mese i reparti della Guardia di Finanza e gli Uffici delle Entrate possono avvalersi - nell'esecuzione delle attività ispettive - dell'Archivio dei rapporti finanziari. L'emanazione di due provvedimenti ha infatti reso disponibile ai verificatori - dal 30 ottobre scorso - l'accesso a quella banca dati che, concepita con la legge n. 413 del '91 come anagrafe dei conti e dei depositi, non aveva ancora visto, a 16 anni di distanza, la luce.
Le prime istruzioni operative sulle procedure di accesso all'archivio dei rapporti, emanate in questi giorni - in particolare dalla Guardia di Finanza - chiariscono le modalità attraverso cui si potrà avere accesso allo strumento. Il rilascio dell'autorizzazione allo svolgimento di indagini finanziarie determina l'automatica consultazione dell'Archivio dei rapporti e quindi l'individuazione degli intermediari cui indirizzare le richieste.

Il Sole 24 Ore del lunedì - A. Gigliotti - art. pag. 39

Le fatture viaggeranno on-line

La norma nella manovra 2008 introduce la dematerializzazione dei documenti fiscali. Obbligo di invio telematico per i rapporti con la p.a.

Rapporti con la p.a. solo con fatturazione elettronica. La regola vale non solo per le imprese ma anche per i professionisti e i privati. In effetti, la norma istitutiva dell'obbligo si riferisce a pagamenti certificati sotto forma di nota, conto, parcella e simili. La data di entrata in vigore dell'obbligo non è al momento individuabile essendo rimessa all'emanazione di un regolamento da parte dei competenti ministri. Di certo c'è che a decorrere dal termine di tre mesi dalla data di entrata in vigore del regolamento, le amministrazioni e gli enti interessati non potranno accettare le fatture emesse o trasmesse in forma cartacea né potranno procedere ad alcun pagamento, nemmeno parziale, sino all'invio in forma elettronica.
In ogni caso entro il 31 marzo 2008 il ministro dell'economia e delle finanze individuerà il gestore del sistema di interscambio dei documenti, una sorta di viatico entro il quale transiteranno i documenti dematerializzati. L'introduzione dello schema telematico per i pagamenti della pubblica amministrazione è stato previsto dall'art. 5 commi da 41 a 45 del disegno di legge alla finanziaria 2008 nello schema licenziato al senato.

Italia Oggi Sette - S. Mazzei - art. pag. 5

Privacy, la difesa si adatta a ogni campo

Le iniziative del Garante per diffondere la conoscenza delle regole relative alla protezione dei dati personali nei diversi ambiti quotidiani

Privacy è un termine ormai entrato nel lessico comune. Così come dati personali, consenso, informativa. Ciò nonostante il diritto alla riservatezza continua a essere sottoposto a un assedio quotidiano.
Per meglio far conoscere ai cittadini i loro diritti e i diversi strumenti di difesa messi a disposizione dalla normativa, il Garante stesso ha realizzato una serie di opuscoli, disponibili anche sul sito dell'Authority (www.garanteprivacy.it), dove  il tema della privacy è affrontato, in maniera divulgativa, per settori: sanità, videosorveglianza, telefono, elenchi telefonici, internet. Prossimamente toccherà al condominio, alla scuola, al credito al consumo.

Il Sole 24 Ore del lunedì Affari Privati - R. Cadeo - art. pag. I