Rassegna stampa del 27 novembre 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Con un semplice click importi i file telematici generati da qualsiasi applicativo e salvati su File System!

ArchiviOK Telematici è un software per l'archiviazione e la conservazione delle dichiarazioni trasmesse all'Amministrazione finanziaria tramite tracciato telematico.


Con ArchiviOK Telematici è possibile disporre di un archivio elettronico di tutte le dichiarazioni trasmesse, visualizzando i dati su un modello elettronico identico al modello cartaceo.


E' inoltre possibile procedere alla completa smaterializzazione dei documenti attraverso il servizio di conservazione sostitutiva a norma.

Per scoprire le funzionalità visita il sito www.dataprintgrafik.it

Anagrafe dei conti, il Fisco affina i controlli

Aggiornato l'elenco delle operazioni su cui chiedere informazioni. Attenzione a cointestazioni, prestiti e partecipazioni

Aggiornata la griglia delle informazioni acquisibili dal Fisco nell'ambito delle indagini finanziarie. A provvedere all'integrazione è il provvedimento dell'agenzia delle Entrate 12 novembre 2007, pubblicato sabato sulla "Gazzetta Ufficiale". Oltre all'aggiornamento dei rapporti controllabili, il provvedimento spiega in quali casi sono sindacabili  le cointestazioni, Il documento consente agli intermediari di accorpare le risposte negative al Fisco dal 1° gennaio 2008.
Le risposte cumulative saranno mensili, a parte un primo periodo di transizione, Il fenomeno andrà progressivamente riducendosi, con l'accesso degli uffici all'archivio dei rapporti senza dover mandare richieste a tappeto agli operatori. 

Il Sole 24 Ore - A. Criscione, B. Santacroce - art. pag. 31

Iva 2008, il reverse è protagonista

Nel quadro VR del rimborso le condizioni di privilegio

Il reverse charge protagonista delle novità della dichiarazione annuale Iva 2008, mentre il quadro VR del rimborso apre alle condizioni di privilegio. Questi alcuni tra i pochi ritocchi che emergono a una prima lettura delle bozze dei modelli della dichiarazione Iva 2008.
Nel quadro VE, relativo all'indicazione delle operazioni attive, il rigo VE34, destinato alle operazioni soggette all'imposta con il meccanismo del reverse charge, si fa in cinque. Oltre al campo 1, nel quale occorre riportare l'ammontare complessivo delle operazioni fatturate nei confronti di operazioni residenti senza addebito dell'Iva ai sensi del sesto comma dell'art. 17 e del settimo comma dell'art. 74, dpr 633/72, figurano infatti altri quattro campi, numerati da due a cinque, nei quali occorre dettagliare l'importo delle operazioni stesse.

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 41

Modello Unico con vista sugli Ias

Novità in arrivo con la legge finanziaria 2008 per i soggetti che utilizzano i principi Ifrs. Ai fini fiscali valgono i bilanci con regole internazionali

Restyling del Tuir in arrivo. Con una sezione ad hoc del Testo unico delle imposte sui redditi (Tuir) che sarà dedicata a imprese di assicurazioni, banche, gruppi e società collegate, l'universo dei soggetti Ias, con la clausola generale che ai fini fiscali valgono le risultanze del bilancio redatto con i principi contabili internazionali. Salvo in casi eccezionali espressamente enunciati, dove non rileveranno per esempio oneri o ricavi frutto di valutazioni discrezionali. Sembra essere questo l'orientamento che emerge e che confluirà in sede di emendamento preparato dal governo alla Finanziaria 2008.
Un emendamento che ridisegna le regole di determinazione della base imponibile per quelle società che sono alle prese con i bilanci formulati secondo le regole di contabilità internazionale. Una dichiarazione dei redditi quindi sempre più orientata e guidata dalla sezione contabilità dell'impresa.

Italia Oggi - C. Bartelli - art. pag. 42

Basilea 2 operativa a 360 gradi

Dalla Commissione Ungdc la guida per i professionisti nella misurazione del rischio di credito. Dal 1° gennaio l'effettiva applicazione a tutto il sistema 

L'infrastruttura giuridica di Basilea 2 è pienamente operativa dal 1° gennaio 2007; infatti, dopo il varo del dl n. 297 del 2006 e del decreto ministeriale del 27 dicembre 2006, la Banca d'Italia ha diramato le nuove istruzioni di vigilanza che dettagliano le disposizioni relative al nuovo accordo interbancario per i ratios patrimoniali.
Nonostante ciò, il 2007 è stato un anno di transizione poiché il grosso del sistema creditizio italiano si è avvalso della facoltà di rinvio prevista dalle norme comunitarie e quindi l'effettiva applicazione di tale normativa a tutto il sistema avverrà dal 1° gennaio 2008.

Italia Oggi - art. pag. 50