Rassegna stampa del 21 dicembre 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK è un software che consente di gestire e archiviare, in formato elettronico, documenti di qualsiasi formato e origine: spool di stampa, documenti elettronici (email, fax, pdf, …), documenti cartacei (tramite acquisizione da scanner), file di testo, file telematici.

 

Con ArchiviOK è possibile disporre di un archivio elettronico all'interno del quale i documenti possono essere archiviati istantaneamente, consultati in qualunque momento e da qualunque postazione di lavoro, sia interna che esterna alla rete locale purché autorizzata, e rielaborati o distribuiti senza inutile occupazione di spazio.

 

Inoltre, con ArchiviOK è possibile procedere alla completa smaterializzazione dei documenti attraverso il servizio di conservazione sostitutiva a norma.

 

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Il fisco blinda chi compra casa

La Finanziaria 2008 prevede regole severe per combattere l'evasione sulle compravendite. Tutti i contribuenti sono responsabili per l'Iva e le sanzioni

Acquirenti di immobili a rischio Iva e sanzioni se la compravendita prevede una dazione «in nero»: risponderanno infatti solidalmente, anche se privati consumatori, dell'imposta e delle relative penalità sulla differenza tra il corrispettivo effettivo e quello dichiarato, a meno che non regolarizzino la propria posizione all'ufficio delle entrate. Il credito del fisco nei confronti dell'acquirente, inoltre, sarà assistito da privilegio speciale sull'immobile oggetto della cessione. La novità è contenuta nella Finanziaria 2008, che introduce apposite modifiche agli articoli 60-bis e 62 del dpr n. 633/72.

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 35

Tutto il tfr nei fondi pensione

Nel ddl Finanziaria apertura all'anzianità figurativa anche per le prestazioni integrative. Possibile il conferimento delle quote maturate al 2006

Arriva l'anzianità figurativa anche per le pensioni private. I lavoratori iscritti o che si iscrivono alla previdenza integrativa potranno versare ai fondi pensione anche le quote di tfr già maturate alla data d'iscrizione, anche relative a periodi antecedenti al 2007. Tali somme andranno a incrementare convenzionalmente la posizione individuale dei lavoratori in corrispondenza agli anni di formazione del tfr. Per esempio, se si versa il tfr maturato nel 2005 e 2006 si ricaverà un'anzianità contributiva presso il fondo pensione dei due anni. La novità arriva dal ddl Finanziaria 2008.

Italia Oggi - D. Cirioli - art. pag. 36

Progetti culturali scontati

Le Entrate sulle liberalità elargite da un'impresa a una fondazione. Contributi deducibili se non derivano da leggi

I contributi elargiti da un'impresa a una fondazione, se non derivano da un obbligo giuridico e se sono destinati effettivamente al finanziamento di progetti culturali, costituiscono liberalità deducibili dal reddito d'impresa. È questa, in estrema sintesi, la risposta fornita dall'Agenzia delle entrate, in risposta a una specifica istanza di interpello in materia di agevolazioni fiscali finalizzate alla realizzazione di programmi e investimenti nel settore dello spettacolo e della cultura.

Italia Oggi - A. Bongi - art. pag. 47

E-mail, privacy più leggera

Corte di Cassazione/ La sentenza sui controlli sui dipendenti. Ai datori di lavoro basta l'informativa generica

La Cassazione semplifica gli adempimenti a tutela della privacy per il controllo dei datori di lavoro sulla posta elettronica dei dipendenti. Con la sentenza n. 47096/07, depositata il 19 dicembre 2007 esclude la figura del fiduciario del lavoratore da interpellare prima di aprire la casella e-mail del lavoratore e si accontenta della preventiva informativa generica. Così facendo viene annacquata la deliberazione n. 13 del 1° marzo 2007 del garante recante linee guida per l'uso della posta elettronica e di internet in azienda. Ma attenzione. La sentenza è della Cassazione penale e non è detto che la non responsabilità penale elimini automaticamente la responsabilità civile, derivante dall'inosservanza dei precetti della deliberazione. In sostanza la pronuncia mette a disposizione del datore di lavoro la casella e-mail aziendale del dipendente. A due condizioni: l'attinenza dell'accesso alla casella di posta elettronica per ragioni di lavoro; l'informazione preventiva dei lavoratori circa l'esistenza di un regolamento che attribuisca al superiore gerarchico un diritto di accesso, per esempio quale depositario delle password relative.

Italia Oggi - A. Ciccia - art. pag. 48