Rassegna stampa del 18 gennaio 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK è un software che consente di gestire e archiviare, in formato elettronico, documenti di qualsiasi formato e origine: spool di stampa, documenti elettronici (email, fax, pdf, …), documenti cartacei (tramite acquisizione da scanner), file di testo, file telematici.

 

Con ArchiviOK è possibile disporre di un archivio elettronico all'interno del quale i documenti possono essere archiviati istantaneamente, consultati in qualunque momento e da qualunque postazione di lavoro, sia interna che esterna alla rete locale purché autorizzata, e rielaborati o distribuiti senza inutile occupazione di spazio.

 

Inoltre, con ArchiviOK è possibile procedere alla completa smaterializzazione dei documenti attraverso il servizio di conservazione sostitutiva a norma.

 

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Equitalia: ok le cartelle "anonime"

Per la Spa la mancanza del responsabile del procedimento non è causa di illegittimità

Sulle cartelle pazze si accende lo scontro tra contribuenti ed Equitalia Spa. A dar fuoco nuovamente alle polveri è stata la società pubblica di riscossione con una direttiva (228/2008) inviata ieri alle 31 società partecipate. L'oggetto della comunicazione è l'ordinanza della Corte costituzionale 377 del 9 novembre 2007 che ha dichiarato illegittime le cartelle esattoriali prive dell'indicazione del responsabile del procedimento.
Per le associazioni dei consumatori sono nulle centinaia di migliaia di cartelle. C'è chi arriva a parlare di milioni di atti non validi, ma quantificarli appare impossibile, tanto per i contribuenti quanto per Equitalia. La società pubblica di riscossione ieri ha così dettato la linea sul contenzioso che sta prendendo corpo in queste settimane sulla validità delle vecchie cartelle esattoriali.

Il Sole 24 Ore - M. Mobili - art. pag. 29

Modello 730, pioggia di detrazioni

Via libera dalle Entrate. Le agevolazioni si sommano a quelle della Finanziaria 2007. Sconti per bonus incapienti, famiglie numerose e locazioni

Il 730/2008 fa il pieno di detrazioni. Grazie alla valenza retroattiva degli sconti fiscali contenuti nella Finanziaria 2008 si moltiplicano i vantaggi per lavoratori dipendenti e pensionati. In effetti con la retrodatazione al periodo di imposta 2007 il bonus per i quattro figli e i contratti di locazione allargati anticipano il loro esordio in dichiarazione e sommandosi con le varie eco detrazioni, sconti per palestre e intermediazioni immobiliari, già vigenti, rendono più conveniente l'utilizzo del modello semplificato.
È stato approvato dall'Agenzia delle entrate lo scorso 15 gennaio il nuovo 730, il modello di dichiarazione dei redditi semplificato che verrà utilizzato nei prossimi mesi da oltre 13 milioni di contribuenti.

Italia Oggi - S.Mazzei - art. pag. 41

Iva ridotta per il gas a usi civili

Una circolare dell'Agenzia delle entrate detta le regole sulla somministrazione del metano. Aliquota al 10% per i consumi fino a 480 metri cubi annui

Scattano le nuove regole per l'aliquota Iva ridotta sulla somministrazione di gas metano: a partire dal 1° gennaio 2008 si applica l'aliquota del 10% sul prodotto fornito per la combustione per usi civili fino alla soglia di 480 metri cubi annui; le forniture eccedenti dovranno essere fatturate con l'aliquota ordinaria del 20%. Restano ferme, per il gas erogato fino al 31 dicembre 2007, le precedenti disposizioni, anche se le fatture sono emesse successivamente in base ai principi che regolano il momento di effettuazione delle operazioni dipendenti da contratti di somministrazione.
È uno dei chiarimenti contenuti nella circolare n. 2 del 17 gennaio 2008, con cui l'Agenzia delle entrate spiega le novità derivanti dalla riforma del quadro comunitario di tassazione dei prodotti energetici e dell'elettricità (direttiva 96/2003).

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 43

Sgravi Inps, modelli da integrare

COMUNICAZIONI ON-LINE/ L'Istituto e il ministero forniscono chiarimenti sul sistema. Per la disoccupazione e la mobilità servono ulteriori dati

Le informazioni contenute nei nuovi modelli per le comunicazioni obbligatorie di instaurazione, trasformazione, cessazione dei rapporti di lavoro, da inoltrarsi ai Centri per l'impiego a cura dei datori di lavoro, non bastano all'Inps per il riconoscimento di alcune specifiche agevolazioni contributive legate allo stato di disoccupazione e mobilità. Vanno quindi integrate con la collaborazione degli stessi Centri per l'impiego.
A sottolinearlo è lo stesso ente di previdenza nel messaggio n. 1379/2008, con il quale l'Istituto interviene, per la seconda volta nel corso di una settimana, per indicare i nuovi adempimenti dei datori di lavoro.

Italia Oggi - G. Leonardi - art. pag. 46