Rassegna stampa del 31 gennaio 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Vuoi un software per l’archiviazione e la conservazione dei libri contabili e delle dichiarazioni fiscali, che sia indipendente dal software che utilizzi per l’elaborazione dei dichiarativi, abbia procedure guidate, ti permetta di risparmiare distruggendo tutti i tuoi archivi cartacei e che magari abbia la delega completa delle responsabilità del processo di conservazione?

 

Abbiamo quello che fa per te: ArchiviOK Professionisti!

 

Scopri le funzionalità su www.dataprintgrafik.it

Per le società di comodo escluse le vecchie delibere

Niente sconti per gli scioglimenti da giugno 2007

Agevolazioni negate per chi ha deliberato lo scioglimento delle società di comodo tra giugno e dicembre 2007. Nel corso di Telefisco 2008, l'agenzia delle Entrate ha precisato, adottando una interpretazione letterale della norma, che le regole introdotte dall'articolo 1, comma 129 della legge 244/07 riguardano esclusivamente le delibere intervenute dal 1° gennaio 2008.
Resta ancora da chiarire la decorrenza delle nuove cause di esclusione dal test di operatività introdotte dalla Finanziaria.

Il Sole 24 Ore - L. Gaiani - art. pag. 29

Ritenute indebite, per il recupero la via dei rimborsi  

I chiarimenti delle Entrate

Anche senza la presentazione del modello Unico è possibile ottenere il rimborso delle maggiori ritenute d'acconto trattenute erroneamente da più sostituti d'imposta, presentando un'istanza di rimborso, allegando "un prospetto riepilogativo dei calcoli" che tenga conto del nuovo reddito complessivo calcolato. A chiarirlo è stata l'agenzia delle Entrate che, nella risoluzione 25/E del 30 gennaio, ha escluso la possibilità di presentare una dichiarazione integrativa, in quanto questa non va a sostituire alcun modello precedentemente consegnato.
Il caso riguarda alcuni contribuenti che non hanno presentato Unico, in quanto l'imposta risultante sarebbe risultata non superiore a 10,33 euro.

Il Sole 24 Ore - L. De Stefani - art. pag. 30

Edilizia, il Durc senza sicurezza

Le istruzioni del ministero del lavoro sulla nuova disciplina della regolarità contributiva. La mancata prevenzione non blocca l'accesso agli appalti

Durc regolare all'impresa che violi le norme sulla sicurezza del lavoro. Ma solo se deve partecipare a lavori dell'edilizia privata o ad appalti pubblici. Le predette violazioni, infatti, costituiscono causa ostativa al rilascio del Documento unico di regolarità contributiva con esclusivo riferimento della fruizione di benefici normativi e contributivi.
È la (paradossale) conclusione cui giunge il ministero del lavoro nella circolare n. 5 di ieri in cui illustra la nuova disciplina sulla regolarità contributiva in vigore dal 31 dicembre. Il ministero, inoltre, superando un precedente orientamento, precisa ora che l'obbligo al Durc ricade anche sui lavoratori autonomi (imprese senza dipendenti); spiega infine che gli enti bilaterali potranno rilasciare le certificazione di regolarità contributiva soltanto nei confronti degli istituti previdenziali (non anche delle Casse edili).

Italia Oggi - D. Cirioli - art. pag. 35

Antiriciclaggio, segnalazioni ristrette

Le indicazioni del Notariato sui collegamenti tra il dlgs n. 231/07 e la normativa antielusione. I notai devono allertare l'Uif solo per circostanze ragionevoli

No a segnalazioni indiscriminate. Il notaio dovrà provvedere alla comunicazione dell'operazione sospetta solo quando sussistono motivi ragionevoli. Inoltre, le norme antiriciclaggio e quelle antievasione potranno essere utilizzate indistintamente sia per reprimere gravi reati sia per contrastare fenomeni evasioni d'imposta.
È quanto si legge in uno studio del Notariato relativo a «Interferenze tra il dlgs n. 231/2007 e la normativa antievasione/antielusione - casistica antiriciclaggio», approvato dal Consiglio nazionale del notariato a dicembre. Lo studio evidenza anche una serie di interessanti situazioni specifiche in merito alle opportunità di provvedere alla segnalazione.

Italia Oggi - L. De Angelis - art. pag. 36