Rassegna stampa del 7 febbraio 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Vuoi un software per l’archiviazione e la conservazione dei libri contabili e delle dichiarazioni fiscali, che sia indipendente dal software che utilizzi per l’elaborazione dei dichiarativi, abbia procedure guidate, ti permetta di risparmiare distruggendo tutti i tuoi archivi cartacei e che magari abbia la delega completa delle responsabilità del processo di conservazione?

 

Abbiamo quello che fa per te: ArchiviOK Professionisti!

 

Scopri le funzionalità su www.dataprintgrafik.it

Iva evasa, rischio sull'immobile

Le conseguenze della responsabilità solidale e del "privilegio speciale" accordato all'imposta

Rischiano di produrre effetti indesiderati alcuni dei numerosi interventi per contrastare l'evasione Iva contenuti nella Finanziaria 2008 (legge 244/2007). E' il caso della norma che coinvolge l'acquirente di un immobile, se l'impresa venditrice sottofattura, nella responsabilità verso lo Stato per il pagamento dell'Iva non versata e per la relativa sanzione. Un vantaggio per lo Stato, ma ottenuto a fronte di un costo molto elevato, perchè viene messa in gioco la sicurezza della circolazione immobiliare.
Prima con il reverse charge (articolo 17,comma 6, lettera a-bis, del Dpr 633/72), poi qualificando l'acquirente (che non agisca con la partita Iva) come "responsabile in solido" con il cedente per l'infedele fatturazione, il legislatore fiscale ha puntato a incentivare la correttezza dei contribuenti nel versare l'Iva. Allo stesso fine, il credito dello Stato verso l'acquirente per l'imposta e sanzioni è stato assistito da "privilegio speciale immobiliare". 

Il Sole 24 Ore - A. Busani - art. pag. 27

Raee, censimento al ralenty

Entro lunedì 18 chi produce apparecchi elettrici deve annotarsi nel Registro

Ancora pochi giorni per procedere all'iscrizione al Registro dei produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche.
Il nuovo adempimento coinvolge una pluralità di soggetti: si va, infatti, dal piccolo artigiano che assembla personal computer alla grande azienda che immette sul mercato centinaia di migliaia di prodotti di differente tipologia (per esempio tv, telefonini,lavatrici, lavastoviglie, lampadine, frigoriferi).
La procedura telematica infatti deve esser completata entro il 18 febbraio, ma a oggi sono iscritte soltanto 550 imprese, mentre un altro migliaio di aziende sta inserendo nel sistema i dati necessari.

Il Sole 24 Ore - P. Pipere - art. pag. 33

Curatori, compensi precari

Cassazione: niente pagamento immediato per i professionisti dimessi o revocati. Solo a procedura terminata si fissano le somme 

I curatori che cessano dalla carica prima della naturale scadenza dell'incarico non possono essere retribuiti in modo definitivo. La Cassazione, con la sentenza n. 26730 del 19 dicembre 2007, ha infatti risolto un contrasto di giurisprudenza: altre pronunce in passato ammettevano il diritto immediato del curatore revocato o dimesso o degli eredi del curatore deceduto al compenso finale, naturalmente calcolato con una prognosi sulle attività residue future. Con la citata pronuncia invece sono le Sezioni unite a fissare il principio più rigoroso: fino a quando non è terminata la procedura non è possibile distinguere il contributo dei curatori che si succedono nell'incarico e dunque i compensi attribuibili prima dal tribunale fallimentare sono per definizione provvisori e precari. Inoltre, non sussiste alcun diritto soggettivo a percepire acconti, trattandosi di decisione discrezionale dei giudici: contro le pronunce in materia di acconti, anche quelle di diniego, nemmeno sarà possibile il ricorso in Cassazione ex art. 111 Costituzione, non trattandosi di decisioni definitive.

Italia Oggi - M. Ferro - art. pag. 32

Durc Inail con autocertificazione

L'Istituto assicuratore illustra l'impatto della nuova disciplina sulla regolarità contributiva. Il rilascio dopo la dichiarazione di assenza di cause ostative

Durc virtuale anche per i benefici contributivi Inail. Ma serve un'autocertificazione sul rispetto del Ccnl e sull'assenza di provvedimenti concernenti violazioni che ostacolano il rilascio del documento di regolarità contributiva. Le novità si applicano dal 1° gennaio anche con riferimento ai premi (rata regolazione) per il 2007. Tuttavia, in considerazione dell'imminente scadenza dell'autoliquidazione 2007/2008 (del 18 febbraio), l'Inail procederà successivamente a richiedere la dichiarazione ai datori di lavoro che non dovessero provvedervi. Lo precisa nella circolare n. 7 del 5 febbraio.

Italia Oggi - D. Cirioli - art. pag. 39