Rassegna stampa del 29 febbraio 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik


OGGI LA SCADENZA!

Compra subito STAMPATI FISCALI, il software per l'invio telematico dei dati sulle forniture: il 29 febbraio è il termine ultimo!

Alcune funzionalità di Stampati Fiscali:

- codifica personalizzata dei prenumerati fiscali
- gestione registro di carico forniture
- gestione registro di scarico delle vendite
- produzione file telematico ed invio del file per l'anno 2007
- importazione dei dati anagrafici e dei registri

Per maggiori informazioni e per acquistare il software visita il sito www.dataprintgrafik.it

Comunicazione annuale, ultimo giorno per l'invio

Alle Entrate i dati per il 2007

Scade oggi il termine per l'invio online della comunicazione annuale dati Iva per il 2007. Il modello deve essere trasmesso alle Entrate, direttamente dal contribuente o da un intermediario abilitato.
L'adempimento riguarda i titolari di partita Iva tenuti alla presentazione della dichiarazione annuale Iva, escluse le persone fisiche con un volume di affari uguale o inferiore a 25.822,84 euro, i soggetti sottoposti a procedure concorsuali e quelli indicati all'articolo 74 del Tuir, tra i quali gli enti pubblici. Nelle istruzioni sono stati aggiunti, tra gli esonerati, anche i contribuenti minimi, introdotti dalla Finanziaria 2008. L'esclusione, però,  deve valere solo dal prossimo anno e non per i dati relativi al 2007.

Il Sole 24 Ore - L. Stefani - art. pag. 27

Documenti elettronici con meno vincoli

Limiti flessibili

Per vettori e spedizionieri conservazione sostitutiva annuale di fatture accompagnatorie e documenti di trasporto delle merci nonché utilizzo di posta elettronica e  sistemi informatici per trasmetterli al destinatario previo accordo con il mittente.
Questi i principali chiarimenti forniti dall'agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 67/E che ha avuto  modo di precisare come lo spostamento del termine per procedere alla stampa dei registri previsto dalla Finanziaria 2008, da perfezionare entro tre mesi dalla presentazione della dichiarazione annuale , rileva anche per completare il processo di conservazione sostitutiva.

Il Sole 24 Ore - A. Mastromatteo, B. Santacroce - art. pag. 27

Cartelle anonime nel milleproroghe

Oggi in G.U. la conversione del milleproroghe: la scadenza è riferita alla sola consegna dei ruoli. Le notifiche errate potrebbero arrivare molto oltre il 1° giugno

Tempi lunghi per la sanatoria sulle cartelle esattoriali senza l'indicazione del responsabile del procedimento. La disposizione dell'articolo 36 comma 4-ter della legge di conversione del dl 248/07 pubblicato sulla G.U. di oggi, prevede infatti che la mancata indicazione dei responsabili dei procedimenti nelle cartelle di pagamento relative ai ruoli consegnati prima del primo giugno non è causa di nullità delle stesse cartelle.
La norma indica i ruoli consegnati e non le cartelle emesse o notificate. La differenza non è di poco conto, perché per il ruolo consegnato dall'ente impositore a Equitalia per essere trasformato in cartella possono trascorrere anche 60 giorni di procedure di lavorazione e quindi la coperta «salva nullità» si estende anche a cartelle notificate dopo la data indicata dalla norma.

Italia Oggi - C. Bartelli - art. pag. 45

Si riapre la stagione dei condoni

Le novità in materia di lavoro e previdenza introdotte con la conversione del milleproroghe. Al 30 settembre emersione e stabilizzazione dei co.co.co.

Si riapre la stagione dei condoni. Due quelli riattivati: la regolarizzazione dei lavoratori in nero (con termine originario al 30 settembre 2007) e la stabilizzazione di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa (chiusa il 30 aprile 2007), entrambi con la stessa nuova scadenza al 30 settembre. Altra proroga, al 30 giugno, inoltre, interessa il termine per la notifica della maxi-sanzione sul nero per le violazioni commesse fino al 31 dicembre 2002. Queste le principali novità del provvedimento di conversione del dl n. 248/2007 (milleproroghe), licenziato mercoledì definitivamente dal senato.

Italia Oggi - D. Cirioli - art. pag. 51