Rassegna stampa del 12 marzo 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Vuoi un software per l’archiviazione e la conservazione dei libri contabili e delle dichiarazioni fiscali, che sia indipendente dal software che utilizzi per l’elaborazione dei dichiarativi, abbia procedure guidate, ti permetta di risparmiare distruggendo tutti i tuoi archivi cartacei e che magari abbia la delega completa delle responsabilità del processo di conservazione?

 

Abbiamo quello che fa per te: ArchiviOK Professionisti!

 

Scopri le funzionalità su www.dataprintgrafik.it

Spazio alle "meccanografiche"

Conservazione sostitutiva. L'Agenzia cambia orientamento sulle multiutility

Cadenza annuale di conservazione delle distinte meccanografiche di fatturazione, anche se contenenti riferimenti al settore delle accise e delle imposte di consumo, in quanto documenti formati e non emessi a differenza delle fatture: questi i principali chiarimenti forniti dall'agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 85 di ieri, che va a completare l'analisi della disciplina applicabile in materia di conservazione sostitutiva alle multiutility già affrontata con la risoluzione 267/E/2007.
L'Agenzia superando quanto in precedenza affermato dalla risoluzione 134/E/2003, ammette la conservazione delle distinte meccanografiche. In effetti, questi documenti rientrano nella portata generale del Dm 23 gennaio 2004, ma costituiscono documenti diversi dalle fatture: non vanno quindi emesse ma sono formate e possono essere tenute su supporti informatici e, in quanto tali, risultano soggette per definizione ad aggiornamento continuo. Il processo di conservazione sostitutiva dei documenti deve essere completato non entro quindici giorni, come le fatture, ma entro tre mesi dal termine di presentazione della dichiarazione annuale (secondo la Finanziaria 2008).

Il Sole 24 Ore - B. Santacroce - art. pag. 33

Portabilità mutui, class action

La propone Adusbef contro banche e notai

Class action dei consumatori contro banche e notai per risarcire i costi della portabilità dei mutui.
A promuovere l'iniziativa è l'Adusbef secondo la quale, nonostante il decreto 40 del 2 febbraio 2007 (Legge Bersani) sulla portabilità dei mutui, abbia sancito il diritto di un titolare di un mutuo a trasferire il proprio debito a un'altra banca, qualora avesse la possibilità di accedere a condizioni migliori, senza alcun onere per il cliente, «sistema bancario e casta dei notai, hanno osteggiato la legge, facendo pagare spese di istruttoria, oneri di perizia e costi notarili pari a circa 2-3.000 euro cadauno».

Italia Oggi - G. Galli - art. pag. 40

Parcheggi senza scontrino

I chiarimenti del Fisco - L'Agenzia delle entrate sugli obblighi Iva. Niente certificazione se c'è l'incasso automatizzato

Niente scontrino o ricevuta fiscale per il servizio di parcheggio, se il corrispettivo è incassato con procedura automatizzata. È quanto ha stabilito l'agenzia delle entrate con la risoluzione n. 86 dell'11 marzo 2008, rispondendo all'interpello di una società che chiedeva di sapere se l'esonero dall'obbligo di certificazione dei corrispettivi previsto dall'art. 2 del dpr n. 696/1996 per i sistemi di pagamento della sosta tramite macchine automatiche a moneta o a scheda magnetica possa applicarsi, per analogia, a un sistema di gestione automatica della sosta basato su una procedura informatica, con attivazione del servizio mediante sms, oppure chiamata telefonica o via internet, e pagamento del corrispettivo mediante carta di credito o Rid.

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag.43

Studi con doppio indice

Accertamento - Agli strumenti "evoluti" si applicano i nuovi indicatori di coerenza

Pronti (in bozza) sul sito internet dell'Agenzia delle Entrate i modelli per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini degli studi di settore per il periodo d'imposta 2007. I prospetti sono parte integrante del modello Unico 2008.
Numerose le novità, tra cui quelle relative ai soggetti obbligati all'adempimento, alle nuove regole per l'annotazione separata per i contribuenti "multiattività" e in relazione all'adeguamento a Gerico. Le istruzioni ricordano che non sono più esclusi dagli studi di settore, dal 2007, i soggetti con periodo d'imposta diverso dai dodici mesi.

Il Sole 24 Ore - D. Deotto - art. pag. 31