Rassegna stampa del 14 marzo 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Vuoi un software per l’archiviazione e la conservazione dei libri contabili e delle dichiarazioni fiscali, che sia indipendente dal software che utilizzi per l’elaborazione dei dichiarativi, abbia procedure guidate, ti permetta di risparmiare distruggendo tutti i tuoi archivi cartacei e che magari abbia la delega completa delle responsabilità del processo di conservazione?

 

Abbiamo quello che fa per te: ArchiviOK Professionisti!

 

Scopri le funzionalità su www.dataprintgrafik.it

Detrazione Iva in Italia "Troppo pochi due anni"

Depositate le conclusioni dell'Avvocatura sul reverse charge. Mentre il Fisco se ne concede quattro per incassare

Un contribuente che erroneamente non applica l'Iva con il meccanismo dell'inversione contabile, sia per gli acquisti intracomunitari di beni che per gli acquisti di servizi da soggetti esteri, non perde il diritto alla detrazione dell'imposta, anche se sono passati due anni dall'operazione.
Se il parere espresso dall'Avvocato generale, nelle conclusioni depositate ieri per le cause riunite C-95/07 e C-96/07, sarà fatto proprio dalla Corte di giustizia Ue, i contribuenti troveranno finalmente una soluzione favorevole alle tante liti in corso, causate da una rigida interpretazione della normativa italiana.

Il Sole 24 Ore - R. Portale - art. pag. 31

La privacy protegge il peer to peer

Ultimatum del Garante alle società che hanno effettuato i controlli sullo scambio di files. Dati personali degli utenti da cancellare entro il 31 marzo

Il garante protegge il peer to peer. In base al provvedimento del garante della privacy del 28 febbraio 2008, le società che hanno effettuato il monitoraggio dovranno cancellare, entro il 31 marzo 2008, i dati personali degli utenti che hanno scambiato file musicali e giochi attraverso il sistema P2P.
Le società private non possono, infatti, svolgere attività di monitoraggio sistematico per individuare gli utenti che si scambiano file musicali o giochi su internet. Tra l'altro va ricordato che la giurisprudenza europea stabilisce che i fornitori non sono tenuti a conservare dati per utilizzo nei processi civili, ma solo per esigenze di giustizia penale.

Italia Oggi - A. Ciccia - art. pag. 35

Accessi gratuiti, ma con biglietto 

Due risoluzioni dell'Agenzia delle entrate in tema di spettacoli. Tagliando rilasciato anche agli spettatori ammessi senza obblighi

Il biglietto di accesso agli eventi di intrattenimento o di spettacolo deve essere rilasciato anche ai soggetti ammessi senza alcun obbligo. Se la lap dance si svolge fuori da discoteche e sale da ballo, le consumazioni obbligatorie scontano l'Iva del 10% e non del 20%.
Sono alcuni chiarimenti resi dall'Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 91 del 13 marzo 2008, in risposta ai quesiti della Siae.

Italia Oggi - R. Rosati - art. pag. 38

Iva, debito e credito compensati

Conclusioni dell'avvocato generale della Corte Ue sulle regole per l'accertamento fiscale. Nel reverse charge l'ufficio deve riconoscere la detrazione 

Quando l'ufficio accerta, a carico del cessionario o committente, l'imposta non applicata in violazione del meccanismo del «reverse charge», deve anche riconoscere la detrazione non operata, non essendo legittimo riscuotere coattivamente il tributo senza tenere conto del diritto alla detrazione.
Questo l'interessante parere espresso dall'avvocato generale presso la Corte di giustizia Ue nelle conclusioni depositate il 13/3/2008 nelle cause riunite C-95/07 e C-96/07, promosse dalla Ctp di Genova nell'ambito di una controversia tra una società italiana e l'ufficio dell'Agenzia delle entrate del capoluogo ligure.

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 39