Se non vedi correttamente la Rassegna Stampa clicca qui

Rassegna stampa del 18 marzo 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Il prossimo 31 marzo è il termine ultimo per la redazione del DPSS.

 

Non ti sei ancora adeguato alla normativa privacy?

Non hai ancora pensato alla formazione?

 

Acquista subito Privacy XP, il software gestionale per l’adozione delle misure minime introdotte dal Codice Privacy e scopri anche Patentino Privacy, il corso di formazione certificato su cd-rom.

 

Affrettati, la scadenza è vicina!

 

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Il filtro fiscale subito attivo

Equitalia pronta per le verifiche sulla fedeltà tributaria nel limite dei cinque giorni. Partirà il 29 marzo senza rinvii il blocco dei pagamenti superiori a 10mila euro

Tutto pronto a Equitalia per avviare le verifiche della pubblica amministrazione il pagamento di crediti superiori a 10mila euro.
I veri nodi, più che sulla fattibilità delle verifiche, sono sulle prassi da adottare nei confronti delle grandi società ramificate sul territorio, che in caso di applicazione rigida della norma si vedrebbero bloccare tutti i  pagamenti anche per una pendenza fiscale modesta sorta in periferia, e sugli strumenti per evitare che i pagamenti frazionati si trasformino in un'elusione dei controlli.

Il Sole 24 Ore - G. Trovati - art. pag. 31

Studi a regime nel 2007: solo quattro provvisori

I risultati di Gerico saranno utilizzabili direttamente. Commercialisti, legali e geometri esposti a controlli retroattivi

Fine della fase sperimentale e notevole ridimensionamento dello strumento del monitoraggio, con effetti sugli anni ancora accertabili. Per gli studi approvati nel 2008 (ma con validità sul periodo d'imposta 2007) sono queste alcune delle chiavi di lettura che emergono dalla bozza dei modelli per la comunicazione dei dati rilevanti.
Commercialisti, architetti, legali, geometri sono solo alcuni esempi dei soggetti che quest'anno dovranno fare i conti con lo studio definitivo, con un duplice effetto. Se per il 2007 qualunque scostamento (non di modesta entità) dal livello di congruità potrebbe innescare l'invito al contraddittorio, per gli anni precedenti (almeno dove i termini per l'accertamento siano ancora pendenti) analoga chiamata potrebbero ricevere coloro i quali non erano congrui e hanno deciso di non adeguarsi allo strumento sperimentale o monitorato.

Il Sole 24 Ore - G. Gavelli - art. pag. 32

Dati contro le frodi

La Commissione Ue prepara modifiche alla direttiva Iva. Scambi informativi anti-evasione

Velocizzare gli scambi di informazioni tra gli stati membri per contrastare più efficacemente le frodi Iva. Questo l'obiettivo delle misure che la Commissione europea suggerisce di introdurre, a partire dal 2010, attraverso alcune proposte di modifica della direttiva Iva adottate ieri.
Inoltre, con effetto dal 2009, ciascuna impresa dovrebbe ottenere on-line la conferma del nome e dell'indirizzo del partner commerciale situato in un altro paese dell'Ue.

Italia Oggi - R. Rosati - art. pag. 41

Assegni, necessario il codice fiscale

Per la forma libera obbligo per il girante. Incasso a rischio

Assegni in forma libera: senza il codice fiscale l'assegno non va all'incasso. Per tutti gli assegni in forma libera di importo inferiore o uguale a 5 mila euro emessi dal 30 aprile l'indicazione del codice fiscale del girante è sempre dovuta, anche per moduli di assegno rilasciati prima del 30 aprile.
La mancata indicazione del codice fiscale del girante rende la girata nulla, e per questo motivo banche e Poste italiane non dovranno effettuare il pagamento dell'assegno. La girata sarà considerata nulla anche quando il codice fiscale del girante sia errato. Sono queste alcune indicazioni che emergono dalla circolare del ministero dell'economia sulle limitazioni all'uso del contante e dei titoli al portatore che dà attuazione al dlgs 231/2007 (decreto legislativo di recepimento della normativa antiriciclaggio e che ItaliaOggi è in grado di anticipare).

Italia Oggi - C. Bartelli - art. pag. 42


Se non desideri ricevere ulteriori articoli della Rassegna Stampa/Newsletter Privacy/ArchiviOk.it
di Data Print Grafik, clicca qui per annullare la tua sottoscrizione.

Privacy
In conformità al D.Lgs. 196/2003, Testo unico della privacy sulla tutela dei dati personali, Data Print Grafik
garantisce la massima riservatezza dei dati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica
scrivendo a areanews@dataprintgrafik.it.
Potrai prendere visione dell’informativa completa nella sezione Newsletter del nostro sito www.dataprintgrafik.it

Seguici su: Facebook Twitter