Rassegna stampa del 19 marzo 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Il prossimo 31 marzo è il termine ultimo per la redazione del DPSS.

 

Non ti sei ancora adeguato alla normativa privacy?

Non hai ancora pensato alla formazione?

 

Acquista subito Privacy XP, il software gestionale per l’adozione delle misure minime introdotte dal Codice Privacy e scopri anche Patentino Privacy, il corso di formazione certificato su cd-rom.

 

Affrettati, la scadenza è vicina!

 

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Vecchi assegni validi anche dopo il 30 aprile

Antiriciclaggio - "Non trasferibilità" indicata a mano

Gli assegni già in circolazione potranno essere utilizzati anche dopo il 30 aprile: per allinearli alle regole più stringenti in arrivo sarà sufficiente scrivere sul modulo "non trasferibile". E la dicitura potrà essere apposta a mano dal traente, senza che siano necessarie altre formalità.
Lo chiarisce la circolare in arrivo dal ministero dell'Economia: un documento destinato a sciogliere alcuni nodi applicativi delle misure introdotte dal decreto  legislativo antiriciclaggio (n.231 del 2007) e, in particolare, dall'articolo 49, che fissa nuovi limiti all'uso del contante e dei titoli al portatore, in vigore dal prossimo 30 aprile.

Il Sole 24 Ore - V. Maglione - art. pag. 33

Intercettazioni libere su chi è in automobile

Privacy - Nessun veto normativo

In auto non esiste riservatezza per le parole scambiate. A questa conclusione è giunta la Cassazione, constatando che esistono leggi che tutelano la privacy delle conversazioni telefoniche, telematiche e informatiche ma nulla che possa difendere, dall'agguato delle cimici degli investigatori privati, un dialogo nell'abitacolo della propria macchina.
A causa di questo vuoto normativo, la Corte ha confermato il proscioglimento di ventidue persone, tra detective privati e clienti (mogli e mariti traditi), dall'accusa di aver spiato - con apparati di intercettazione o localizzazione satellitare - il coniuge sospettato di tradimento.

Il Sole 24 Ore - art. pag. 37

Prestazioni didattiche esenti Iva

Scuola/ Circolare dell'Agenzia delle entrate sull'impatto fiscale delle recenti riforme. Chi svolge i corsi deve avere il riconoscimento della Dre

L'abolizione della «presa d'atto» non fa venire meno, per i soggetti erogatori di prestazioni didattiche diversi dalle scuole paritarie e non paritarie, la possibilità di beneficiare dell'esenzione dall'Iva, purché ottengano il riconoscimento dalla direzione regionale dell'Agenzia delle entrate. Il trattamento di favore può essere accordato, inoltre, anche alle scuole e istituti gestiti da cittadini stranieri.
Questi i passaggi più significativi della circolare n. 22 del 18 marzo 2008, con la quale l'Agenzia delle entrate esamina i riflessi in materia di Iva delle recenti riforme della scuola non statale, con particolare riferimento alla soppressione dell'istituto della «presa d'atto».

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 33

Cambio in corsa per l'invio

Dichiarazioni/ Approvata dalle Entrate anche la busta di spedizione. Modificate le specifiche tecniche di Unico e 730

Cambio in corsa per l'invio delle dichiarazioni. Sono variate le specifiche tecniche per la trasmissione di 730, Unico Sc e Enc 2008. Le motivazioni vanno dall'approvazione del modello per la devoluzione di 5 e 8 per mille all'introduzione degli indicatori di normalità economica sino ad alcuni errori che hanno interessato la precedente edizione dei modelli. Pronte anche le specifiche tecniche per la stampa della busta da utilizzare per la spedizione della dichiarazione dei redditi direttamente alle poste. Facoltà quest'ultima che è attualmente concessa alle sole persone fisiche.
Sono queste le novità derivanti dall'approvazione di quattro distinti provvedimenti del 13 marzo 2008 del direttore dell'Agenzia delle entrate.

Italia Oggi - F. Santagada - art. pag. 37