Rassegna stampa del 28 marzo 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Il prossimo 31 marzo è il termine ultimo per la redazione del DPSS.

 

Non ti sei ancora adeguato alla normativa privacy?

Non hai ancora pensato alla formazione?

 

Acquista subito Privacy XP, il software gestionale per l’adozione delle misure minime introdotte dal Codice Privacy e scopri anche Patentino Privacy, il corso di formazione certificato su cd-rom.

 

Affrettati, la scadenza è vicina!

 

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Dilazioni, prima rata decisiva

La direttiva di Equitalia con le indicazioni sulle regole per i pagamenti fiscali. Il versamento blocca l'esecuzione e le misure cautelari

I carichi a ruolo fino a 2mila euro sono rateizzabili su istanza, senza alcuna verifica da parte degli uffici. Per gli importi superiori, invece, occorre accertare lo stato di temporanea difficoltà del contribuente. Per le somme superiori a 50mila euro è possibile la sostituzione della garanzia con l'ipoteca volontaria sugli immobili, ma occorre l'autorizzazione dell'ente creditore del ruolo. La domanda di rateazione, inoltre, non comporta l'automatica sospensione delle procedure esecutive in corso, se sussistono rischi sul buon fine del credito.
Sono alcune delle numerose indicazioni contenute nella direttiva con cui ieri Equitalia ha fornito alle società del gruppo le istruzioni per applicare le novità introdotte dal decreto milleproroghe e, in particolare, la possibilità di differire i pagamenti fino a 72 rate.

Il Sole 24 Ore - L. Lovecchio - art. pag. 35

Il Fisco cambia rotta sulle società fiduciarie

Con la circolare n. 28/E

Dietro front del Fisco sulla tassazione dei trasferimenti tra fiduciante e fiduciaria: l'agenzia delle Entrate ha infatti azzerato, con la circolare n. 28/E di ieri, quanto affermato nella circolare n. 3 del 22 gennaio scorso e chiarito che l'imposta di donazione non si applica alle intestazioni fiduciarie di partecipazione alle società fiduciarie (nè viceversa, alle reinstestazioni delle partecipazioni dalla fiduciaria al fiduciante).
La circolare n. 3/2008 aveva parlato genericamente di intestazioni fiduciarie e aveva quindi messo in un unico calderone ogni tipo di passaggio fiduciario; ciò aveva destato sconcerto tra le fiduciarie e il loro clienti, abituati a ragionare nel senso che l'intestazione fiduciaria rappresenta un atto fiscalmente neutro, perchè alla fiduciaria viene solo attribuita la legittimazione formale (e cioè l'intestazione del titolo) quando invece la proprietà sostanziale rimane in capo al fiduciante.

Il Sole 24 Ore - A. Busani - art. pag. 35

Nuovi assegni, conto alla rovescia 

Parte la comunicazione delle norme antiriciclaggio in vigore dal 30/4 di Abi, Bankitalia e Mef. Trasferibilità solo sotto i 5 mila e scatta il bollo da 1,50

Le novità della disciplina sull'antiriciclaggio riguardano anche i libretti al deposito del portatore. Dal 30 aprile non potranno più essere aperti libretti per un importo superiore ai 5 mila euro. Chi li possiede dovrà attivarsi dunque per estinguerli, prelevare la somma in eccedenza, trasformarli in libretti nominativi. Anche in questo caso per chi non si mette in regola sono previste sanzioni fino dal 20 al 40% del saldo stesso. Il limite di 5 mila euro, infine sarà esteso anche ai contanti. Al di sopra di questa somma non sarà possibile effettuare trasferimenti in contante (anche quando il valore dell'operazione se frazionata supera la soglia). Nessun limite invece alle operazioni tramite banche, poste italiane o istituti di moneta elettronica.
Nel caso di money transfer il limite scende a 2 mila euro. Infine L'Abi ha diramato una circolare, Tr/001842 del 21 marzo, che spiega come comportarsi con l'agenzia delle entrate per la gestione della nuova imposta di bollo.

Italia Oggi - art. pag. 49

Le cartelle si fanno internazionali

Direttiva di gruppo sulla riscossione dei ruoli diretti agli italiani residenti in paesi stranieri. Notifica all'estero più efficace sull'asse Entrate-Equitalia

La notifica delle cartelle di pagamento ai cittadini italiani residenti all'estero si fa più efficace. L'Agenzia delle entrate, infatti, avvierà l'inserimento nella base dati dei ruoli delle informazioni relative agli indirizzi esteri dei soggetti iscritti all'Aire (Anagrafe degli italiani residenti all'estero). La novità emerge da una direttiva di gruppo del 19 marzo 2008 con cui Equitalia ha informato le società partecipate della riscossione dell'intesa con l'amministrazione finanziaria. L'Agenzia, infatti, ha accolto la proposta operativa formulata da Equitalia, enunciata nella direttiva di gruppo del 30 gennaio scorso.

Italia Oggi - V. Stroppa - art. pag. 51