Rassegna stampa del 14 aprile 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Vuoi un software per l’archiviazione e la conservazione dei libri contabili e delle dichiarazioni fiscali, che sia indipendente dal software che utilizzi per l’elaborazione dei dichiarativi, abbia procedure guidate, ti permetta di risparmiare distruggendo tutti i tuoi archivi cartacei e che magari abbia la delega completa delle responsabilità del processo di conservazione?

 

Abbiamo quello che fa per te: ArchiviOK Professionisti!

 

Scopri le funzionalità su www.dataprintgrafik.it

Il "bollino" Siae perde la tutela penale  

Chiariti i primi effetti della sentenza della Corte di giustizia europea

Non commette reato chi viene sorpreso con Cd, Dvd, programmi, privi del contrassegno Siae. Anche se li deteneva per metterli in commercio. Una svolta che arriva da lontano e che adesso è fatta propria dalla Corte di cassazione che, con un pacchetto di sentenze (le n. 13853, 13810 e 13816, tutte depositate il 12 aprile), fa i conti con gli effetti penali della pronuncia della Corte di giustizia europea dell'8 novembre 2007 ("Schwibert").
La sentenza dei giudici del Lussemburgo ha stabilito che le disposizioni nazionali che hanno previsto l'obbligo di apposizione del contrassegno Siae sui supporti informatici, costituiscono una regola tecnica. Regola tecnica che in quanto tale deve essere notificata alla Commissione Ue. In caso contrario, questa non è opponibile al terzo.
Lo Stato italiano non ha (ancora?) provveduto alla comunicazione nei confronti della Commissione Ue. E la conseguenza, adesso ufficializzata dalla Cassazione,è quella di una sostanziale depenalizzazione.

Il Sole 24 Ore - sabato 12 aprile - G. Negri - art. pag. 27

In agricoltura più elenchi Iva

Clienti e fornitori. L'invio online entro martedì 29 aprile perde le agevolazioni per il 2006. Da quest'anno obbligo anche per i contribuenti semplificati

Le imprese agricole rientrano tra i soggetti obbligati alla trasmissione telematica degli elenchi Iva clienti e fornitori, in scadenza martedì 29 aprile.
Quest'anno (elenchi 2007) non sono stati infatti riproposti gli esoneri introdotti per il 2006 dall'articolo 15 del decreto legge 81/07, che riguardavano, fra l'altro, i contribuenti in regime di contabilità semplificata e quindi anche l'agricoltura. Si tratta di imprese che generalmente non hanno obblighi contabili in materia di imposte dirette (agenzia delle Entrate, circolare 53/E del 3 ottobre 2007). Per il 2007 questi soggetti non usufruiscono di alcuna agevolazione.

Il Sole 24 Ore - sabato 12 aprile - G.P. Tosoni - art. pag. 28

Controlli fiscali puntati sulle pmi

I punti cruciali della convenzione tra Agenzia entrate e Mineconomia per il 2008-2010. Su 400 mila accertamenti un quarto per imprese e studi

Lotta all'evasione, osservati speciali i professionisti e le piccole imprese. Il piano di controlli per il triennio 2008-2010, definito in attuazione dell'art. 1, comma 345, della legge n. 244 del 2007, prevede l'esecuzione, nell'anno 2008, di almeno 394.000 accertamenti. Di questi almeno 95 mila dovranno essere di iniziativa degli uffici nei confronti dei soggetti esercenti attività d'impresa nonché arti e professioni. Il trend sarà di continua crescita nel corso del triennio. Gli accertamenti d'iniziativa degli uffici locali passeranno, infatti, dai 77 mila effettuati nel 2007 ai 150 mila nel 2010, con un incremento annuo compreso tra il 25 e il 26,5%, portando a regime la loro incidenza sul totale degli accertamenti dal 22% del 2007 al 30% nel 2010. Per contro, sarà leggermente più contenuto l'impegno per il controllo formale, mentre sarà mantenuta costante l'attività relativa agli accessi brevi. Grande attenzione, dal punto di vista dell'assistenza, alla nuova categoria dei contribuenti minimi che si stima saranno in 700 mila.
Sono questi i punti cruciali della convenzione stipulata tra Agenzia delle entrate e Ministero dell'economia e delle finanze per il triennio 2008-2010.

Italia Oggi - sabato 12 aprile - C. Bartelli, S. Mazzei - art. pag. 33

La Visco-sud guarda al passato

Circolare dell'Agenzia delle entrate sull'agevolazione che ha avuto l'ok dall'Unione europea. Credito d'imposta calcolato sugli investimenti fatti nel 2007

Anche sugli investimenti effettuati nel 2007 può essere calcolato il credito di imposta stabilito dalla finanziaria 2007 per le regioni del Sud: il credito in questione potrà dunque essere utilizzato già per ridurre il saldo da versare il prossimo mese di giugno.
È uno dei chiarimenti forniti dall'agenzia delle entrate con la circolare n. 38 di venerdì riguardante l'agevolazione fiscale di cui all'art. 1, commi da 271 a 279, della legge finanziaria per il 2007 che ha ricevuto il via libera della comunità europea. L'agevolazione consiste in un credito d'imposta riconosciuto nel rispetto degli orientamenti in materia di aiuti di Stato a finalità regionale 2007-2013 per l'acquisizione dei beni strumentali nuovi espressamente indicati nel comma 273 della legge connessi a un progetto d'investimento iniziale, destinati a strutture produttive ubicate nelle aree svantaggiate da utilizzarsi ai fini dei versamenti delle imposte sui redditi .

Italia Oggi - sabato 12 aprile - F. Iacono - art. pag. 39

Privacy, i simboli taglia-carta

La tutela della riservatezza. Obiettivo del Garante: spiegare gli adempimenti per immagini

La privacy spiegata con i simboli. Così da ridurre il fastidio di chi si vede sottoporre informative e richieste di consenso scritte in "giuridichese", incomprensibili a chi non è esperto. Allo stesso tempo, l'immediatezza dell'immagine - un pò quello che accade oggi a chi entra in una zona videosorvegliata, segnalata con il simbolo della telecamera - fa capire subito all'interessato che sono in gioco i propri dati personali e il consenso al loro utilizzo risulta così più informato e consapevole.
E' l'obiettivo del Garante della privacy, che intanto ha stilato una marcia di avvicinamento a questo traguardo. Nel giro di due mesi l'Authority conta di adottare un pacchetto di misure per semplificare l'informativa e il consenso e poi passare a tradurre gli adempimenti in simboli.

Il Sole 24 Ore del lunedì - A. Cherchi - art. pag. 2

Risarcimento nell'Anagrafe dati

Dal 30 aprile imprese assicurative e intermediari devono rendere note le somme erogate ai danneggiati. La comunicazione online specifica le prestazioni di soggetti terzi

Una denuncia ad hoc per le liquidazioni e i risarcimenti assicurativi. Entro il 30 aprile le imprese assicurative, gli intermediari e gli altri operatori del settore che erogano (in ragione dei contratti di assicurazione di qualsiasi ramo) somme di denaro a qualsiasi titolo ai danneggiati, devono comunicare all'Anagrafe i dati, riferiti all'anno precedente, relativi alle stesse liquidazioni.
L'obbligo è stato introdotto dall'articolo 35, comma 27, del Dl 223/2006, convertito in legge 4 agosto 2006, che ha integrato l'articolo 7 del Dpr 605/73. Il provvedimento dell'agenzia delle Entrate 2007/9649 del 19 gennaio 2007 ha quindi stabilito il contenuto, le modalità e i termini delle trasmissioni nonché le specifiche tecniche del formato. 

Il Sole 24 Ore del lunedì - D. Settembre - art. pag. 32