Rassegna stampa del 5 maggio 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Vuoi un software per l’archiviazione e la conservazione dei libri contabili e delle dichiarazioni fiscali, che sia indipendente dal software che utilizzi per l’elaborazione dei dichiarativi, abbia procedure guidate, ti permetta di risparmiare distruggendo tutti i tuoi archivi cartacei e che magari abbia la delega completa delle responsabilità del processo di conservazione?


Abbiamo quello che fa per te: ArchiviOK Professionisti!

Scopri le funzionalità su www.dataprintgrafik.it

Termine, un altro anno in libertà

Le indicazioni del ministero del lavoro sulle assunzioni a tempo determinato dopo la legge 247/07. Tetto di 36 mesi per i contratti stipulati dal 1° aprile 2009

Riassunzioni a termine «libere» fino al 31 marzo 2009. I datori di lavoro che sottoscrivono contratti a termine dal 1° gennaio 2008 resteranno comunque indenni dalla sanzione della trasformazione a tempo indeterminato, anche nel caso in cui la durata complessiva dovesse superare i 36 mesi. Ma ove il rapporto proseguisse, anche di un solo giorno, dopo tale data scatterebbe l'automatica trasformazione a tempo indeterminato. In tal caso non si applica il periodo di tolleranza di 20 giorni, cuscinetto che invece varrà a regime una volta raggiunto il limite dei 36 mesi (la conversione scatta al ventunesimo giorno successivo ai 36 mesi). Il tetto dei 36 mesi, inoltre, non si applica ai contratti di inserimento, né agli operai agricoli.
Lo precisa, tra l'altro, il ministero del lavoro nella circolare n. 13 di venerdì, fornendo indicazioni alla riforma del contratto a tempo determinato operata dalla legge n. 247/2007.

Italia Oggi - sabato 3 maggio - D. Cirioli - art. pag. 37

Imprese familiari, tilt conferimenti

L'impostazione data dall'Agenzia delle entrate nella risoluzione n. 176/E del 28 aprile. L'imprenditore ci mette l'azienda, il collaboratore crediti

Il conferimento di impresa familiare in società inciampa sul regime fiscale agevolato del collaboratore; ciò perché mentre l'imprenditore conferisce l'azienda il collaboratore conferisce crediti verso l'ex titolare con regimi fiscali differenti.
Queste le conseguenze direttamente ritraibili dall'impostazione che l'Agenzia delle entrate ha dato, con la risoluzione n. 176/E del 28 aprile 2008, al caso di abbandono del collaboratore nell'impresa familiare. Il credito vantato dal collaboratore nei confronti della società è composto, oltre che dagli utili pregressi e in corso di formazione non distribuiti, dagli incrementi patrimoniali dei beni d'impresa.

Italia Oggi - sabato 3 maggio - art. pag. 42

Fatture, primi passi nella rete

Documenti elettronici. Affidata per decreto alle Entrate e a Sogei la gestione della piattaforma di interscambio. Parte l'attuazione dell'obbligo di invio online previsto dalla Finanziaria 2008

La fattura elettronica obbligatoria avrà come fulcro centrale di funzionamento la piattaforma di interscambio con cui i fornitori inoltreranno i documenti al sistema pubblico. I gestori della piattaforma avranno il compito di supportare le amministrazioni pubbliche e gli enti pubblici a rilevanza nazionale nell'adozione delle infrastrutture tecnologiche necessarie per la ricezione e la conservazione delle fatture elettroniche.
Per realizzare tutto ciò il primo decreto di attuazione delle regole imposte dalla Finanziaria 2008, approvato dal ministro dell'Economia e reso noto il 23 aprile scorso, ha individuato quale soggetto tecnico di supporto la Sogei (Società generale dell'informatica Spa).
Probabilmente a ottobre vedrà la luce un ulteriore decreto, con il quale saranno fissati in dettaglio i contorni soggettivi, oggettivi e di tempistica dell'intera operazione (comma 213 della Finanziaria 2008).

Il Sole 24 Ore del lunedì - B. Santacroce - art. pag. 32

In Emilia Romagna archivi al sicuro

Spaciale Pa. La dematerializzazione. Sperimentata la "firma online"

La Regione Emilia Romagna è da tempo impegnata sul fronte della digitalizzazione della sua intera archivistica. Dalla fine del 2005 è infatti partito il progetto Par-ER (Polo archivistico regionale dell'Emilia Romagna) innovativo sia dal punto di vista normativo, sia per l'ottimizzazione dei processi che punta ad abbattere i costi delle procedure e i tempi di servizio a cittadini e imprese.
Il progetto si propone di conservare in un sistema sicuro ed evoluto il patrimonio documentale dell'intero territorio, sottraendolo ai rischi legati all'obsolescenza tecnologica e alla sottovalutazione delle procedure di salvaguardia.
"I recenti orientamenti in materia di e-governement, spiega Garavini, direttore generale dell'organizzazione, del personale e dei sistemi informativi e telematica della Regione Emilia Romagna, hanno riconfermato la centralità di tali funzioni e rilanciato l'attenzione sull'archivio corrente come sistema trasverale su cui intervenire.

Il Sole 24 Ore, Il dossier del lunedì - P. Saraca Volpini - art. pag. 7

Contribuenti, gogna fiscale dal 2010

Dopo le dichiarazioni dei redditi su internet arriveranno anche i risultati delle verifiche. On-line i nominativi dei soggetti sottoposti ad accertamento

Prossima tappa la gogna fiscale. Dal 2010 potranno essere resi noti on-line anche i nominativi dei contribuenti interessati da accertamenti fiscali. L'unico limite è rappresentato da un maggior reddito imponibile superiore che dovrà essere superiore a 5.164,56 euro e al 20% del reddito dichiarato, o in ogni caso di un maggior reddito imponibile superiore a 25.822,84 euro.
Lo scenario delle liste di proscrizione tributaria appare assolutamente plausibile alla luce del recente provvedimento delle entrate che ha autorizzato la pubblicazione su internet dei dati reddituali di tutti i contribuenti.

Italia Oggi Sette - F. Santagada - art. pag. 10