Rassegna stampa del 14 maggio 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK è un software che consente di gestire e archiviare, in formato elettronico, documenti di qualsiasi formato e origine: spool di stampa, documenti elettronici (email, fax, pdf, …), documenti cartacei (tramite acquisizione da scanner), file di testo, file telematici.

Con ArchiviOK è possibile disporre di un archivio elettronico all'interno del quale i documenti possono essere archiviati istantaneamente, consultati in qualunque momento e da qualunque postazione di lavoro, sia interna che esterna alla rete locale purché autorizzata, e rielaborati o distribuiti senza inutile occupazione di spazio.

Inoltre, con ArchiviOK è possibile procedere alla completa smaterializzazione dei documenti attraverso il servizio di conservazione sostitutiva a norma.

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Tasse a rate con riccometro

Direttiva Equitalia alle società partecipate per fissare la durata delle dilazioni. A persone fisiche e ditte individuali sarà richiesto l'"Isee"

La rateazione dei debiti verso il Fisco trova regole uniformi per tutti gli agenti della riscossione. E la soglia "base" che distingue le pratiche più semplici da quelle più complesse viene spostata da 2mila a 5mila euro. Mentre il "riccometro" (Isee) diventa centrale per le persone fisiche.
In una direttiva firmata ieri dall'amministratore delegato di Equitalia, Attilio Befera, viene infatti chiarito quando un persona fisica, una società di persone o una società di capitali possono invocare la "temporanea situazione di obiettiva difficoltà" che giustifica il ricorso alla rateazione. La direttiva, inviata alle 31 società del gruppo, eviterà quindi che possano verificarsi disparità di trattamento a seconda del'ambito territoriale in cui il contribuente si trova.

Il Sole 24 Ore - A. Criscione, S. Trovato- art. pag. 29

L'antiriciclaggio cambia i reati fiscali

Gli obblighi previsti dalla nuova normativa finalizzati esclusivamente a contrastare la provenienza illecita del denaro

Dopo l'entrata in vigore del decreto legislativo 231 del 2007, confermato anche nella bozza di Testo unico antiriciclaggio che ha attuato la direttiva Ue 60 del 2005 sulla prevenzione dell'utilizzo del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo, è necessario rivedere i cosiddetti "reati presupposto".
L'apparato normativo, oltre ad essere più stringente, prevede infatti una serie complessa di sistemi operativi che agiscano da sensori dei rischi al reato di riciclaggio.
Si deve quindi verificare se includere ancora tra i reati presupposto il reato di evasione fiscale in senso stretto o, viceversa, considerare sempre tra i reati presupposto la sola frode fiscale per emissione e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, che è cosa diversa (l'evasione fiscale rappresenta non l'avere realizzato un incremento patrimoniale ma solo un risparmio d'imposta).

Il Sole 24 Ore - E. Fisicaro, membro della commissione Testo unico antiriciclaggio - art. pag. 31

Spiragli all'assistenza finanziaria

Dal mineconomia la bozza di decreto che attua le norme Ue sulle modifiche del capitale. La società può dare garanzie per l'acquisto di azioni proprie

Deroghe in vista per il divieto di assistenza finanziaria. Se preventivamente autorizzata dall'assemblea straordinaria la società potrebbe accordare prestiti o fornire garanzie per l'acquisto o la sottoscrizione delle azioni proprie. Lo prevede la bozza del nuovo art. 2358 cc contenuta nello schema di decreto legislativo emanato in attuazione dell'art. 23 della legge 25 febbraio 2008, n. 34.
La direttiva, il cui termine per il recepimento è scaduto il 15 aprile 2008, prevede importanti innovazioni relativamente alla costituzione delle società per azioni nonché alla salvaguardia e alle modificazioni del capitale sociale. La bozza dell'art. 2358 cc prevede che gli amministratori della società predispongono una relazione che illustri e giustifichi, sotto il profilo giuridico ed economico, l'operazione, evidenziando i rischi che essa comporta per la liquidità e la solvibilità della società ed indicando il prezzo di acquisto delle azioni.

Italia Oggi - F. Pau - art. pag. 42

Risposte cumulative al 31/5

INDAGINI FINANZIARIE/ Circolare Assosim sui rapporti con i clienti. Termine breve per gli invii telematici al fisco

Indagini finanziarie, il 31 maggio prossima chiamata per le risposte negative. Andranno inviate telematicamente entro la fine del mese le risposte cumulative e negative degli operatori finanziari avanzate dal fisco tra il 1° e il 30 aprile. Una volta entrato a regime il nuovo sistema Xml, invece, le risposte negative andranno sempre inviate entro il mese successivo a quello di ricevimento.
A permettere un ragguaglio sul provvedimento che ha disposto tempi più larghi agli operatori finanziari è la circolare n. 11/08 emanata il 13 aprile 2008 dall'Assosim (Associazione italiana intermediari mobiliari) ai propri iscritti. La novità riguardo le risposte negative è stata introdotta dal provvedimento dell'Agenzia delle entrate del 12 novembre 2007 che ha assentito la possibilità per gli operatori finanziari di cumulare e trasmettere simultaneamente ricorrendo a un'unica transazione, ovvero in maniera accorpata e non più frazionata, tutte le risposte senza esito.

Italia Oggi - S.Mazzei - art. pag. 44