Rassegna stampa del 26 maggio 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK è un software che consente di gestire e archiviare, in formato elettronico, documenti di qualsiasi formato e origine: spool di stampa, documenti elettronici (email, fax, pdf, …), documenti cartacei (tramite acquisizione da scanner), file di testo, file telematici.

Con ArchiviOK è possibile disporre di un archivio elettronico all'interno del quale i documenti possono essere archiviati istantaneamente, consultati in qualunque momento e da qualunque postazione di lavoro, sia interna che esterna alla rete locale purché autorizzata, e rielaborati o distribuiti senza inutile occupazione di spazio.

Inoltre, con ArchiviOK è possibile procedere alla completa smaterializzazione dei documenti attraverso il servizio di conservazione sostitutiva a norma.

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

La richiesta di rate diventa più facile

Le indicazioni di Equitalia

Più chance per i contribuenti che sono nelle condizioni di dover certificare lo stato di necessità. Equitalia ha infatti pubblicato l'elenco dei documenti che i soggetti interessati alla rateazione delle somme da versare agli agenti della riscossione devono esibire alle sedi locali.
Nei giorni scorsi Equitalia aveva diffuso una direttiva agli agenti della riscossione per fissare le regole di rateazione, per rendere più trasparente la procedura di rateazione. Ora le indicazioni contenute nella direttiva sono state raggruppate in tabelle con la documentazione che caso per caso serve per ottenere la dilazione.
Si può trattare della perdita del lavoro (per i dipendenti) o una malattia grave, nel nucleo familiare, che abbia determinato ingenti spese mediche. Ma può essere segnalata anche la contestuale scadenza di obbligazioni pecuniarie, anche relative al pagamento corrente (in autoliquidazione) di tributi e contributi. Le somme da versare devono essere rilevanti in rapporto all'Isee del nucleo familiare.

Il Sole 24 Ore - sabato 24 maggio - art. pag. 33

Antiriciclaggio, clienti a rapporto

L'obbligo del dm 60/2007 per tributaristi, Centri di elaborazione dati (Ced) e di assistenza fiscale

Entro il 25 maggio, Centri elaborazione dati, tributaristi e caf devono aver inserito nel proprio archivio antiriciclaggio i dati identificativi di tutti i clienti nonché delle prestazioni eseguite nei confronti degli stessi. È quanto prevede l'articolo 2 del decreto ministeriale n. 60/2007, che dalla data in vigore delle nuove norme ha fornito ai professionisti un anno di tempo per assolvere gli obblighi menzionati.
Mentre i professionisti iscritti agli albi professionali sono stati chiamati ad assolvere i compiti di registrazione dei dati relativi ai loro clienti, a seguito del dm 141/2006, entro il 22 aprile 2006, per i soggetti non iscritti a un ordine professionale, quindi società di elaborazione dati contabili, tributaristi, caf e gli altri soggetti che svolgono professionalmente (cioè attraverso apertura di partita Iva e non occasionalmente) attività in materia di contabilità e tributi, gli obblighi sono scattati a seguito della pubblicazione in G.U. n. 107 del 10 maggio 2007, del dm 10 aprile 2007 n. 60.

Italia Oggi - sabato 24 maggio - L. De Angelis - art. pag. 46

Unico, spazio al cuneo

La riduzione del costo dei dipendenti entra nei modelli 2008

Le deduzioni Irap del cuneo fiscale entrano Unico. In particolare, nel quadro IQ del modello del 2008, fanno il loro ingresso le nuove deduzioni disciplinate dall'articolo 1, commi da 266 a 269 della legge 296/06 (Finanziaria 2007). Deduzioni che consentono una parziale deducibilità del costo del lavoro dipendente, relativo a lavoratori subordinati con contratto a tempo indeterminato. Più nel dettaglio gli sgravi riguardano: - una deduzione forfettaria pari a 5mila euro, da calcolarsi su base annua, per ogni singolo lavoratore dipendente e impiegato a tempo indeterminato; - una deduzione forfettaria pari a 10mila euro, da calcolarsi su base annua, per ogni singolo lavoratore dipendente impiegato a tempo indeterminato in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia; - una deduzione pari ai contributi assistenziali e previdenziali a carico del datore di lavoro, relativamente ai lavoratori dipendenti a tempo indeterminato.

Il Sole 24 Ore del lunedì - Al.Sacrestano, Am. Sacrestano - art. pag. 3

Società di comodo alle strette

Il 31 maggio scade il termine per approntare le scelte su scioglimenti e trasformazioni. Ultima chiamata per la liquidazione delle non operative

Ultima chiamata per lo scioglimento agevolato delle società di comodo. L'ultimo giorno utile per la messa in liquidazione (o eventualmente per la trasformazione in società semplice) è fissato al prossimo 31 maggio.
La legge finanziaria per il 2008, legge n. 244/2007, ha concesso la possibilità di applicare le regole contenute nei commi 111-118 dell'articolo unico della legge finanziaria per l'anno 2007 nel caso di scioglimento (o trasformazione in società semplice) delle società di comodo purché intervenuto entro il 31 maggio 2008 (la norma prevede infatti che lo scioglimento può essere eseguito dalle società considerate non operative nel periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2007 _ entro il quinto mese successivo alla chiusura del medesimo periodo di imposta).
Compiendo tale operazione il legislatore ha ridotto sensibilmente le aliquote delle imposte sostitutive applicabili. In particolare, l'imposta sostitutiva dovuta sul reddito della liquidazione o, in caso di trasformazione, sulla differenza tra il valore normale dei beni e il loro valore fiscalmente riconosciuto è ridotta dal 25 al 10%; mentre l'imposta sostitutiva dovuta sui saldi attivi di rivalutazione è ridotta dal 10 al 5%.

Italia Oggi Sette - N. Villa, F. Cornaggia - art. pag. 26