Rassegna stampa del 24 giugno 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK è un software che consente di gestire e archiviare, in formato elettronico, documenti di qualsiasi formato e origine: spool di stampa, documenti elettronici (email, fax, pdf, …), documenti cartacei (tramite acquisizione da scanner), file di testo, file telematici.

Con ArchiviOK è possibile disporre di un archivio elettronico all'interno del quale i documenti possono essere archiviati istantaneamente, consultati in qualunque momento e da qualunque postazione di lavoro, sia interna che esterna alla rete locale purché autorizzata, e rielaborati o distribuiti senza inutile occupazione di spazio.

Inoltre, con ArchiviOK è possibile procedere alla completa smaterializzazione dei documenti attraverso il servizio di conservazione sostitutiva a norma.

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Fatturazioni a doppio binario

Dalle Entrate. Carta ed elettronica con lo stesso cliente

Anche in assenza di contabilità separate è possibile emettere e conservare fatture analogiche ed elettroniche nei confronti di un medesimo cliente, a condizione che sia garantita l'omogeneità per tipologie documentali con riferimento alle diverse linee di attività. Maggiore flessibilità inoltre nell'adottare un'unica modalità di conservazione per periodo di imposta, quando il consenso alla ricezione di fatture elettroniche è prestato in corso d'anno.
Con la risoluzione 260/E del 23 giugno l'Agenzia delle entrate offre una lettura meno rigida del principio di unitarietà nell'emissione e conservazione delle fatture, per cliente e/o fornitore e per periodo di imposta, venendo incontro alle richieste del mondo imprenditoriale.

Il Sole 24 Ore - A. Mastromatteo, B. Santacroce - art. pag. 35

L'antiriciclaggio trova San Marino

Dall'Istituto centrale le disposizioni in vigore dal 30 giugno. In attesa della nuova legge. A banche e finanziarie tutti i dati di chi svolge operazioni

Dal prossimo 30 giugno chiunque voglia aprire in una banca sammarinese (o con una finanziaria o fiduciaria) rapporti continuativi o eseguire operazioni finanziarie con persone fisiche dovrà fornire agli intermediari informazioni anagrafiche nonché dati sulla professione svolta, sullo scopo e sulla natura del rapporto o dell'operazione richiesta. Le stesse informazioni dovranno essere acquisite qualora il cliente sia una società o un ente terzo con o senza personalità giuridica: ciò varrà sia per le società sammarinesi sia per quelle estere, e tutte dovranno fornire anche copia dell'atto costitutivo, copia dello statuto e copia della delibera di assemblea o di consiglio di amministrazione con la quale sono stati attribuiti i necessari poteri al soggetto che instaura il rapporto con l'intermediario, oltre alla copia dell'ultimo bilancio approvato.
La Banca Centrale della Repubblica di San Marino ha emanato nuove istruzioni in materia di contrasto al riciclaggio e del finanziamento al terrorismo: il provvedimento n. 2008-01 del 12 giugno 2008 contiene linee di comportamento per le banche, per le società finanziarie e fiduciarie per quanto attiene all'apertura di rapporti continuativi o all'esecuzione di operazioni occasionali ed indica in maniera più dettagliata rispetto al passato, la procedura di segnalazione di operazione sospetta, prevedendo a far data, come detto, dal prossimo 30 giugno, il feedback all'ente segnalante.

Italia Oggi - F. Verdana - art. pag. 37

La manovra cambia volto a Gerico

Oggi il decreto in G.U. Obiettivo delle misure: avvicinare lo strumento al contribuente. Stop all'irretroattività e via al federalismo per gli studi di settore

Dalla manovra d'estate nuova linfa per gli studi di settore. Il nuovo esecutivo prova a rendere slancio allo strumento rendendolo più vicino alle esigenze dei contribuenti.
Con due interventi: l'applicazione dei nuovi studi di settore nel periodo d'imposta in cui gli stessi sono pubblicati in Gazzetta Ufficiale, ponendo così fine all'intollerabile retroattività che ha caratterizzato fino a oggi l'utilizzo degli studi, e l'elaborazione dei nuovi modelli su base regionale o comunale con il conseguente avvicinamento degli studi di settore alle variegate realtà locali.

Italia Oggi - A. Bongi - art. pag. 38

Professionisti, contanti riabilitati

Le novità sugli strumenti di pagamento. Si allentano le maglie sui libretti al portatore. Ok i pagamenti sotto i 12.500 euro. Assegni, più libertà

Pagamenti in contanti ammissibili se inferiori ai 12.500 euro e assegni liberi al di sotto dello stesso limite. I giranti non dovranno più inserire il proprio codice fiscale nelle girate, mentre per i professionisti torna legittimo incassare in contanti le proprie parcelle. Riammessa infine la detenzione di libretti al portatore con saldi inferiori a 12.500 euro.
Sono alcune delle novità in tema di «strumenti di pagamento» inserite nell'art. 32 del decreto legge che anticipa la manovra economica che, a meno di due mesi dalla entrata in vigore dell'art. 49 del dlgs 231/07 ristabilisce, con alcune varianti, le vecchie norme su contanti e chèque.

Italia Oggi - L. De Angelis - art. pag. 40