Rassegna stampa del 14 luglio 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK è un software che consente di gestire e archiviare, in formato elettronico, documenti di qualsiasi formato e origine: spool di stampa, documenti elettronici (email, fax, pdf, …), documenti cartacei (tramite acquisizione da scanner), file di testo, file telematici.

Con ArchiviOK è possibile disporre di un archivio elettronico all'interno del quale i documenti possono essere archiviati istantaneamente, consultati in qualunque momento e da qualunque postazione di lavoro, sia interna che esterna alla rete locale purché autorizzata, e rielaborati o distribuiti senza inutile occupazione di spazio.

Inoltre, con ArchiviOK è possibile procedere alla completa smaterializzazione dei documenti attraverso il servizio di conservazione sostitutiva a norma.

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Bonus straordinari a largo raggio

Circolare congiunta ministro del Welfare-Agenzia delle entrate sulla detassazione sperimentale

Sì allo straordinario contrattuale. Sì anche ai premi individuali. Dal novero delle somme sottoposte a tassazione agevolata restano esclusi unicamente gli importi stabilmente riconosciuti in misura fissa al lavoratore, come il superminimo individuale.
Sono questi i punti chiave - almeno per gli aspetti di rilevanza giuslavoristica - della circolare congiunta ministero del Lavoro-Agenzia delle entrate 49/E dell'11 luglio 2008 sulle misure a sostegno della produttività del lavoro.
L'articolo 2 del decreto legge 93/2008 introduce in via sperimentale, e per il solo settere privato, una tassazione agevolata delle somme: a) per prestazioni di lavoro straordinario; b) per prestazioni supplementari o rese in funzione di clausole elastiche effettuate con riferimento a contratti di lavoro a tempo parziale stipulati prima della data di entrate in vigore del decreto; c) correlate ai risultati conseguiti nella realizzazione di programmi, concordati tra le parti, aventi come obiettivo incrementi di produttività, innovazione, efficienza organizzativa e altri elementi di competititvità e redditività legati all'andamento economico dell'impresa.

Il Sole 24 Ore - sabato 12 luglio - M. Tiraboschi - art. pag. 25

Il libro unico riscrive le sanzioni

Non sono più puniti gli errori materiali di registrazione ma solo omissioni e infedeltà. Per la mancata istituzione pena massima da 12mila a 2.500 euro

Il sistema delle sanzioni per i datori che registrano i lavoratori in modo irregolare è stato significativamente modificato dopo la "semplificazione" dei documenti di lavoro e l'istituzione del libro unico, attuate con il decreto legge 112/2008 e il decreto ministeriale firmato dal ministro del Lavoro (in attesa di pubblicazione).
Cambiano gli importi minimi e massimi delle sanzioni per la mancata istituzione del libro: da 4mila-12mila euro si passa a 500-2.500 euro. L'illecito riguarda le ipotesi in cui il datore di lavoro risulti sprovvisto del libro o lo abbia messo in uso senza rispettare uno dei sistemi previsti dal decreto ministeriale. Si può applicare di nuovo la diffida per cui il datore di lavoro che ottempera può pagare la sanzione minima di 500 euro.

Il Sole 24 Ore - sabato 12 luglio - P. Rausei - art. pag. 29

Bonus assunzioni solo con il Durc

I chiarimenti forniti dalla circolare n. 48/E. I consulenti del lavoro chiedono una proroga. Per la fruizione è necessaria la regolarità contributiva

Bonus assunzione condizionato dagli aiuti Ue. Chi intende beneficiare del credito d'imposta, infatti, deve presentare anteriormente all'istanza di attribuzione (modello Ial) la prevista dichiarazione sostitutiva di notorietà in merito alla regolarità sulla fruizione di incentivi comunitari.
Conviene dunque muoversi in tempo, per trovarsi preparati al click day del 15 luglio (dalle ore 10). Inoltre, per fruire (non per l'attribuzione) del credito d'imposta, in compensazione, bisognerà essere in possesso del Durc.
È quanto precisa ancora l'Agenzia delle entrate nella circolare n. 48/2008. Ieri, intanto, il presidente dell'Ordine dei consulenti del lavoro, Marina Calderone, ha inviato al direttore dell'Agenzia la richiesta per lo slittamento dei termini dal 15 luglio al 30 settembre 2008, a ragione dell'esiguo tempo a disposizione che resta (la circolare è arrivata soltanto il 9 luglio) per il necessario adeguamento dei sistemi informatici delle aziende e dei loro consulenti oltre alla concomitanza con le altre scadenze fiscali.

Italia Oggi - sabato 12 luglio - D. Cirioli - art. pag. 33

Nei tribunali privacy dimenticata

Tutela dei dati. Servono garanzie sul ruolo dei sindaci per la sicurezza dei cittadini

Oltre a quello fiscale, c'è anche un federalismo della sicurezza. E' fatto dagli enti locali che chiedono ai privati cittadini che hanno installato telecamere di metterle in rete, che pretendono più poteri di controllo del territorio e salutano con favore la possibilità che il pacchetto sicurezza dà ai vigili urbani di immettere dati nel cervellone della Polizia. Visto dal punto di vista di chi deve difendere la privacy, tutto questo qualche preoccupazione la crea.
"Non siamo contrari a priori al federalismo della sicurezza, ma chiediamo che vada di pari passo con misure di protezione dei dati adeguate", commenta Francesco Pizzetti, che si prepara a illustrare al Parlamento, mercoledì prossimo, il bilancio dell'attività dell'Authorty che presiede. E a segnalare i nuovi fronti che si aprono per la tutela dei dati personali.

Il Sole 24 Ore del lunedì - A.Cherchi - art. pag. 9

Nuovi bilanci in rampa di lancio

La proposta dell'Organismo italiano di contabilità recepisce la normativa comunitaria. L'attivo e il passivo saranno classificati in voci correnti e non

L'attivo e passivo dello stato patrimoniali dovranno essere classificati in voci correnti e non correnti, il conto economico perde gli aggregati del valore e dei costi della produzione ma trova (in sintonia con quanto in uso nelle piazze finanziaria) l'indicazione del risultato operativo.
La nota integrativa diviene molto più dettagliata pronta a divenire (forse) la parte del bilancio in grado di meglio rappresentare la reale situazione della società ancor più degli schemi numerici dello stato patrimoniale e del conto economico.
Questi i punti principali che riguardano la veste dei bilanci che si possono desumere dalla lettura della proposta formulata dall'Organismo italiano di contabilità per la riforma delle regole nazionali interne.

Italia Oggi Sette - N. Villa - art. pag. 28