Rassegna stampa del 23 luglio 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK è un software che consente di gestire e archiviare, in formato elettronico, documenti di qualsiasi formato e origine: spool di stampa, documenti elettronici (email, fax, pdf, …), documenti cartacei (tramite acquisizione da scanner), file di testo, file telematici.

Con ArchiviOK è possibile disporre di un archivio elettronico all'interno del quale i documenti possono essere archiviati istantaneamente, consultati in qualunque momento e da qualunque postazione di lavoro, sia interna che esterna alla rete locale purché autorizzata, e rielaborati o distribuiti senza inutile occupazione di spazio.

Inoltre, con ArchiviOK è possibile procedere alla completa smaterializzazione dei documenti attraverso il servizio di conservazione sostitutiva a norma.

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Diritti d'autore con effetto sui "minimi"

Dalle Entrate per i professionisti

Il giornalista che applica il regime die minimi deve sommare i proventi d'autore a quelli percepiti nell'esercizio dell'attività professionale. La somma degli importi incassati va considerata ai fini della verifica del limite dei 30mila euro di compensi previsto per i contribuenti minimi dall'articolo 1, commi da 96 a 117, della legge 244/07 (Finanziaria 2008). Questo perchè la cessione dei diritti d'autore avviene nell'ambito della professione giornalistica, contribuendo a dimensionare e caratterizzare l'attività complessivamente svolta dal contribuente.
Lo precisa l'agenzia delle Entrate nella risoluzione 311/E del 21 luglio 2008.

Il Sole 24 Ore - T. Morina - art. pag. 25

Beni strumentali a doppia via

I chiarimenti delle Entrate. Risoluzione sull'estromissione di "mobili" da parte del professionista

Per i lavoratori autonomi, le plusvalenze e le minusvalenze sulle cessioni dei beni mobili strumentali rilevano solo se sono riferite a a beni acquistati dopo il 4 luglio 2006.
A chiarirlo è l'agenzia delle Entrate nella risoluzione 310/E del 21 luglio 2008, con la quale è stata confermata ufficialmente l'interpretazione fornita dalla stessa Agenzia, in via informale, nella videoconferenza del 19 maggio 2007.
Da 4 luglio 2006 i professionisti devono tassare o dedurre le plusvalenze o le minusvalenze relative ai beni strumentali, se sono realizzate mediante cessione a titolo oneroso o mediante il risarcimento, anche in forma assicurativa, per la perdita o il danneggiamento dei beni. La plusvalenza rileva anche quando i beni vengono destinati al consumo personale o familiare dell'esercente l'arte o la professione a finalità estranee all'arte o professione.

Il Sole 24 Ore - L. De Stefani - art. pag. 26

La Robin tax riveduta e corretta

LA MANOVRA/ Domani il voto sul dl 112. Cambiano le regole in presenza di consolidato. Coltivazioni idrocarburi, niente acconti dai concessionari

Robin tax per il comparto energetico rivista e corretta, con l'introduzione di correttivi in presenza di opzione per la tassazione di gruppo e per applicazione del regime di trasparenza fiscale. Sparisce l'acconto dovuto dai titolari e contitolari delle concessioni di coltivazione idrocarburi, che avrebbe dovuto alimentare anche il fondo di solidarietà.
Questi gli interventi inseriti dal governo nel maxii-emendamento al dl 112/08 (art. 81), domani al voto della camera dopo la fiducia.
Dopo le prime modifiche, con restrizione della platea in relazione all'innalzamento del fatturato sopra il quale si rende applicabile l'addizionale Ires del 5,5% sul reddito prodotto, il maxi-emendamento cassa la parte riguardante la retrocessione allo stato dell'aliquota di prodotto, per le produzioni ottenute mediante concessioni di coltivazione e introducendo i necessari correttivi, in presenza di consolidato fiscale, di opzione per la trasparenza fiscale e di valutazione delle rimanenze finali dei prodotti.

Italia Oggi - F. G. Poggiani - art. pag. 38

Privacy, autorizzazioni allungate

Pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale n. 169 del 21 luglio scorso i sette provvedimenti del garante. Rinnovo per tutto il 2009 per liberi professionisti e medici

Rinnovate fino a tutto il 2009 le autorizzazioni generali per il trattamento dei dati sensibili per il settore privato. Sono state, infatti, pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale n. 169 del 21 luglio 2008 le sette autorizzazioni del garante della privacy. Si tratta dell'ormai consueto rinnovo di un adempimento che non sempre è a conoscenza degli interessati. L'autorizzazione generale, infatti, qualche volta è scambiata con un'autorizzazione che esonera il titolare del trattamento da ogni altro adempimento.
L'autorizzazione ha una valenza importantissima, tuttavia non esclusiva e comunque limitata ai dati sensibili. Oltre a uniformare le proprie condotte all'autorizzazione generale, il titolare del trattamento deve anche porre in essere gli altri adempimenti previsti dal codice e non assorbiti dall'autorizzazione generale (per esempio, informativa, consenso, misure di sicurezza ecc.).
Per il consenso si ricorda che se il trattamento è limitato all'adempimento di obblighi normativi e contrattuali l'articolo 26 del codice esonera il datore di lavoro dall'acquisizione dello stesso. Le autorizzazioni del garante sul trattamento dei dati sensibili non vanno confuse con altri adempimenti, come l'applicazione delle misure di sicurezza.

Italia Oggi - A. Ciccia - art. pag. 40