Rassegna stampa del 5 settembre 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK Professionale per la conservazione sostitutiva di tutti i documenti contabili

ArchiviOK Professionisti
è il software per l'archiviazione e la
conservazione sostitutiva
dei libri contabili e delle dichiarazioni fiscali.

Scarica la demo e scopri tutti i vantaggi di ArchiviOK Professionisti
.

Unico riapre gli affrancamenti

Fino al 30 settembre si possono ancora effettuare i riallineamenti evidenziati nel quadro RV. Porte chiuse al ravvedimento operoso per le deduzioni extra-contabili

L'incrocio tra le discipline di riallineamento previste dalla Finanziaria 2008 relative all'affrancamento delle deduzioni extra-contabili e delle differenze derivanti da operazioni straordinarie presenta aspetti poco chiari che dovrebbero essere meglio delineati dalle Entrate.
I punti controversi riguardano le precisazioni contenute nell'articolo 1, comma 3, del decreto dell'Economia 25 luglio 2008. L'amministrazione finanziaria, nel fornire le istruzioni operative necessarie a effettuare l'eliminazione delle differenze tra valori civilistici e fiscali in seguito a operazioni straordinarie in neutralità fiscale, esamina il rapporto tra i due affrancamenti.
Il decreto precisa che per la parte delle differenze tra valori civili e fiscali dichiarate dal conferente per effetto delle deduzioni extra-contabili risultanti dal quadro EC di Unico e trasferita al conferitario, a norma dell'articolo 176, comma 5 del Tuir, deve essere applicato prioritariamente il regime del'imposta sostitutiva previsto dall'articolo 1, comma 48, legge 244/07.

Il Sole 24 Ore - R. Giorgetti, M. Piazza.- art. pag. 29

 

Ispettori, controlli oltre i libri

Gli effetti della semplificazione degli adempimenti contenuta nella manovra d'estate. Cancellate le registrazioni per i soci e i familiari coadiuvanti

Tra le finalità perseguite dalla semplificazione degli strumenti di gestione del rapporto di lavoro, anche attraverso l'istituzione del libro unico, sembra esserci la volontà di favorire l'attività di prevenzione e di promozione della legalità, anche nell'attività ispettiva.
Gli ispettori non avranno più a disposizione nè il registro presenze aggiornato al giorno precedente nè l'originale o copia autenticata del matricola per effettuare un immediato riscontro dei lavoratori presenti, con le registrazioni aziendali.
L'originale del libro unico del lavoro, che fino al periodo di paga di dicembre 2009 - e cioè fino al 16 gennaio 2009 - sarà validamente sostituito dal libro paga, può infatti essere tenuto, alternativamente, presso:
- la sede legale dell'impresa;
- lo studio del consulente del lavoro o di altro professionista abilitato (articolo 5, comma 1, della legge 12/1979);
- i servizi e i centri di assistenza delle associazioni di categoria delle imprese artigiane e delle altre piccole imprese, anche in forma cooperativa.

Il Sole 24 Ore - A. Casotti, M. R. Gheido - art. pag. 30

 

Due pilastri per il fisco comunale

Il ministro Calderoli ha presentato ieri la bozza aggiornata del ddl sul federalismo fiscale. Un prelievo sui passaggi di immobili e una tassa di scopo

L'autonomia impositiva dei comuni e delle città metropolitane passerà attraverso la razionalizzazione dell'imposizione fiscale immobiliare, compresa quella sui trasferimenti della proprietà e di altri diritti reali.
Per le province, invece, l'indipendenza fiscale sarà attuata attraverso una rivisitazione dei tributi che gravano sugli autoveicoli e delle accise applicate alla benzina e al gasolio.
Sono queste alcune delle novità contenute nella bozza sul federalismo fiscale del ministro per la semplificazione normativa Roberto Calderoli presentata, ieri mattina, ai rappresentanti delle associazioni degli enti locali. Il ddl potrebbe essere approvato già la prossima settimana dal consiglio dei ministri.
Tra le novità, anche la possibilità per i comuni di introdurre una tassa di scopo per la realizzazione di opere pubbliche o per fronteggiare gli oneri derivanti da eventi particolari quali i flussi turistici e la mobilità urbana.

Italia Oggi - M. Bonazzi - art. pag. 27

 

Giudici, incompatibilità limitata

Ieri il consiglio di presidenza si è riunito per rispondere alla lettera del ministro Tremonti. Tra i magistrati tributari sono soltanto due i casi pendenti

Negli ultimi cinque anni sono stati solo nove i casi di incompatibilità dei giudici tributari e due di questi sono ancora pendenti: così i giudici del fisco rispondono alla lettera del ministro dell'economia, Giulio Tremonti, che chiedeva al consiglio di presidenza, l'organo che corrisponde al Csm per la giustizia tributaria, chiarimenti sull'argomento.
A fare il punto della situazione è stato Giorgio Fiorenza, presidente del centro studi di diritto tributario in occasione della conferenza stampa di presentazione della tavola rotonda «I giudici tributari contro il Fisco?» organizzata per il prossimo 19 settembre presso l'Aldrovandi Palace Hotel di Roma.
Negli ultimi cinque anni il consiglio di presidenza, che si è riunito ieri in sessione straordinaria, ha aperto 163 procedure per incompatibilità, su circa 4.900 giudici, e in nove casi è stata accertata: di questi solo due sono tutt'ora pendenti, due sono stati archiviati, un giudice è andato in pensione e quattro sono stati effettivamente destituiti dal loro incarico.

Italia Oggi - A. Grassi - art. pag. 28

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivo Scarica la demo di ArchiviOK e scopri come è facile l'archiviazione e conservazione sostitutiva dei documenti contabili