Rassegna stampa del 22 settembre 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK Professionale per la conservazione sostitutiva di tutti i documenti contabili
ArchiviOK Professionisti è il software per l'archiviazione e la conservazione sostitutiva
dei libri contabili e delle dichiarazioni fiscali.
Scarica la demo e scopri tutti i vantaggi di ArchiviOK Professionisti
.

Più vincoli al trasporto di soldi

Primo sì al Dlgs che ufficializza il tetto di 10mila euro oltre il quale scatta l'obbligo di dichiarazione. Nella nozione di contante anche traveller cheque e assegni. Sanzioni inasprite

Dal 1° gennaio 2009 regole più stringenti per i trasferimenti transfrontalieri di danaro. Con il via libera del Governo al decreto legislativo sui controlli valutari, arrivato ieri assieme a numerosi altri provvedimenti, l'ordinamento italiano si allinea ai dettami comunitari in materia di antiriciclaggio, formalizzati nel regolamento (Ce) 1889/2005.
La novità più eclatante è l'ampliamento dell'obbligo dichiarativo connesso ai movimenti transfrontalieri di danaro, accompagnato da un inasprimento delle sanzioni.

Il Sole 24 Ore - sabato 20 settembre - B. Santacroce - art. pag. 31

Fuoriuscita con l'impegno in Unico

SOCIETA' DI COMODO/ Il dichiarante deve cancellarsi dal registro imprese entro luglio 2009. Sì alla disapplicazione anche senza scioglimento agevolato

Una scappatoia per uscire dalle secche delle società di comodo. Le società in liquidazione cui non risulti applicabile la disciplina dello scioglimento agevolato, perché, ad esempio, la procedura è iniziata in epoca anteriore al 2006, possono fruire della sola disapplicazione della disciplina sulle società di comodo, rimanendo al contempo ferme le ordinarie regole di determinazione del reddito.
Esse dovranno però impegnarsi, in Unico 2008, a cancellare la propria posizione dal registro delle imprese entro la data del 31 luglio 2009.

Italia Oggi - sabato 20 settembre - A. Mastroberti - art. pag. 39

Durc insostituibile negli appalti

Il principio stabilito dal Consiglio di stato che interviene sulle procedure di affidamento delle gare. Impossibile la sua surrogazione con l'autocertificazione

Il Durc è insostituibile negli appalti. Né può essere surrogato dalla dichiarazione sostitutiva da parte dell'interessato. Lo stabilisce il Consiglio di stato nella sentenza n. 4035/2008. La questione. Il Consiglio di stato decide sul ricorso avanzato da un'impresa richiedente la riforma di una sentenza del Tar Lombardia di conferma dell'operato di un ente locale (un comune), il quale aveva revocato all'impresa l'aggiudicazione di un appalto.
Una revoca conseguente al fatto che l'impresa, ai fini di prova della sua regolarità contributiva, si era limitata a produrre copia dei modelli F24 di pagamento dei contributi previdenziali e di bollettini di versamento postale, in luogo della certificazione unica di regolarità contributiva (il durc). Ciò, nonostante il bando di gara richiedesse espressamente alle imprese partecipanti l'impegno a presentare all'amministrazione comunale, se aggiudicatarie, tale certificazione.
Ma un obbligo anche richiesto dalla legge (la n. 266/2002), la quale prevede che, al fine di contrastare il lavoro sommerso, l'impresa aggiudicataria è tenuta a «presentare alla stazione appaltante la certificazione relativa alla regolarità contributiva a pena di revoca dell'affidamento».

Italia Oggi Sette - C. De Lellis - art. pag. 33

Condono, doppio appuntamento

Apposita domanda da inviare all'Inps. Il pagamento della misura dopo l'accoglimento dell'istanza. Sanatoria per co.co.co. e lavoro nero in scadenza al 30/9

Doppio appuntamento a fine mese per regolarizzare i rapporti di lavoro: la sanatoria per le co.co.co. fittizie o irregolari e il condono per il lavoro nero.
I datori di lavoro che hanno alla loro dipendenze lavoratori in nero, entro il 30 settembre possono procedere alla loro regolarizzazione per ricavarne l'estinzione di tutti i reati previsti da leggi speciali in materia di versamento di contributi e premi, nonché di obbligazioni per sanzioni amministrative e per ogni altro onere accessorio connesso alla denuncia e al versamento dei contributi e premi.
A tal fine entro fine mese va presentata all'Inps un'apposita domanda, mentre per il pagamento dei contributi di regolarizzazione, in misura super agevolata, bisognerà attendere il benestare di accoglienza dell'istanza dall'istituto previdenziale.

Italia Oggi Sette - D. Cirioli - art. pag. 9

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivo Visualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile