Rassegna stampa del 16 ottobre 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK Professionale per la conservazione sostitutiva di tutti i documenti contabili

Hai tempo fino al 31 dicembre per la Conservazione Sostitutiva delle dichiarazioni.
(leggi l'informativa)
La giusta misura del tuo archivio è ArchiviOK Professionisti,
lo strumento Potente Affidabile ed Economico.
Scarica la demo e scopri tutti i vantaggi di ArchiviOK Professionisti.

Stretta sugli interessi passivi sotto il tiro dell'Antitrust

La manovra 2008. Favorite le società pubbliche

La limitazione della deducibilità degli interessi passivi contenuta nella Finanziaria 2008 penalizza le imprese private rispetto a quelle pubbliche in una serie significativa di circostanze, in cui le due categorie imprenditoriali si trovano a competere. I casi sono quelli della costruzione o gestione di impianti per la fornitura di acqua, energia e teleriscaldamento, e inoltre di impianti per lo smaltimento e la depurazioni. In questi settori la differenza di trattamento fiscale crea una distorsione di mercato a favore delle imprese pubbliche.
E' questa l'indicazione che viene dall'Autorità garante della concorrenza e del mercato in considerazione degli effetti della stretta sulla deducibilità degli interessi passivi e sulla sua applicazione differenziata.

Il Sole 24 Ore - An. Cr. - art. pag. 37

La revoca apre le porte ai minimi

Comportamento concludente del contribuente con obbligo di comunicazione nel quadro VO. La permanenza nel regime ordinario vale fino al 2010

È di nuovo tempo di scelte per imprese e professionisti minimi, per i quali con l'inizio del nuovo anno si avvicina la possibilità di revocare l'opzione per i criteri ordinari di determinazione del reddito.
Si tratta di un'eccezione alla regola secondo cui la scelta originaria non ammette ripensamenti per almeno un triennio; pertanto, in base a quanto previsto dalla legge finanziaria per il 2008, in caso di comportamento inerte per eventuali ripensamenti l'appuntamento è da intendersi rinviato al periodo d'imposta 2011, dato che il vincolo triennale assorbe l'arco temporale che va dal 2008 al 2010, dopodiché l'opzione per i criteri ordinari resta valida di anno in anno, fino a quando permane la concreta applicazione della scelta operata.

Italia Oggi - S. Viscione - art. pag. 41

Detrazione a rischio

Risoluzione sugli interessi dei mutui per la prima casa. Tempi stretti sugli immobili occupati

Per non perdere la detrazione degli interessi passivi pagati in seguito alla sottoscrizione di un contratto di mutuo ipotecario, destinato all'acquisto di un'abitazione principale aggiudicata a un'asta giudiziaria, l'acquirente deve attivare l'azione esecutiva per il rilascio dell'immobile entro tre mesi dal decreto di trasferimento.
Così, in analogia con la fattispecie prevista dal legislatore fiscale sull'immobile acquistato già locato, l'Agenzia delle entrate, con la risoluzione n. 385/E del 14 ottobre 2008, è intervenuta sulla possibile detrazione degli interessi passivi sostenuti su mutui ipotecari destinati all'acquisto delle abitazioni principali, nel rispetto del limite massimo di 4 mila euro annui, di cui alla lettera b), comma 1, art. 15, dpr 917/1986 (Tuir).

Italia Oggi - F. G. Poggiani - art. pag. 43

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivo Visualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile