Se non vedi correttamente la Rassegna Stampa clicca qui

Rassegna stampa del 23 ottobre 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK Professionale per la conservazione sostitutiva di tutti i documenti contabili

Hai tempo fino al 31 dicembre per la Conservazione Sostitutiva delle dichiarazioni.
(leggi l'informativa)
La giusta misura del tuo archivio è ArchiviOK Professionisti,
lo strumento Potente Affidabile ed Economico.
Scarica la demo e scopri tutti i vantaggi di ArchiviOK Professionisti.

L'area fabbricabile si estende

I chiarimenti delle Entrate. Risoluzione sugli immobili oggetto di affrancamento il 31 ottobre. E' imponibile la vendita di case inserite nei piani di recupero

I fabbricati inseriti in un piano di recupero sono equiparati a un'area edificabile e la loro cessione genera plusvalenze imponibili per le persone fisiche, anche se si tratta di beni posseduti da oltre cinque anni. Lo chiarisce l'agenzia delle Entrate nella risoluzione 395/E del 22 ottobre 2008, secondo cui questi immobili possono formare oggetto di affrancamento entro il prossimo 31 ottobre.
Il chiarimento deriva dal caso di due persone che detengono, da più di cinque anni, alcuni fabbricati, strutturalmente integri e agibili, compresi, insieme ad altri immobili di proprietà di altri, in un'area interessata da un piano di recupero approvato dal Comune. I contribuenti hanno interpellato l'agenzia delle Entrate in merito al trattamento fiscale delle plusvalenze derivanti dalla vendita di questi fabbricati, che essi si apprestano a effettuare nei confronti di un'impresa che utilizzerà i beni per lo sfruttamento edificatorio dell'intera area.

Il Sole 24 Ore - L. Gaiani - art. pag. 34

Assicurazioni con unica banca-dati

Dal Garante privacy

La banca dati da utilizzare contro le frodi assicurative c'è: è quella dell'Isvap. Occorre, però, migliorarla, senza crearne, per il momento, di nuove.
E' la posizione che il Garante della privacy, Francesco Pizzetti, ha illustrato ieri in un'audizione davanti alla commissione Finanze della Camera. Pizzetti ha riconosciuto che i raggiri ai danni delle assicurazioni - fenomeno che finisce per incidere sul costo delle tariffe - richiede interventi sia normativi sia tecnici. Su quest'ultimo versante l'Ania, l'associazione nazionale delle imprese assicuratrici, è disponibile a costituire, a proprie spese, un'agenzia o un organismo antifrode con tanto di database.
Per il Garante della privacy invece la strada da percorrere è il potenziamento della banca dati dell'Isvap, l'Istituto di vigilanza delle assicurazioni, ora utilizzata in modo limitato perchè difficile da consultare. L'archivio sinistri Rc auto dell'Isvap, che conserva i dati per cinque anni, non può infatti essere interrogato se non per un singolo evento. Non è cioè possibile estrarre elenchi riferiti a più sinistri.

Il Sole 24 Ore - A. Che. - art. pag. 35

Rapporti più chiari con banche italiane

Circolare Assosim su San Marino

La Banca d'Italia dispone che a far tempo dalle rilevazioni riferite al 31 dicembre 2008 i rapporti intrattenuti con soggetti residenti nella Repubblica di San Marino andranno censiti nelle segnalazioni di vigilanza, statistiche e della Centrale dei rischi, come rapporti verso soggetti residenti in Paesi non appartenenti all'Unione europea.
Lo precisa Assosim nella propria circolare 24/08 nella quale evidenzia altresì l'obbligo dell'intermediario bancario e finanziario italiano, ai fini della registrazione nell'archivio unico antiriciclaggio, di utilizzare il codice del settore «Resto del mondo» allorché si ponga in essere un'operazione o venga avviato un rapporto con un soggetto residente nella Repubblica di San Marino.

Italia Oggi - F. Vedana - art. pag. 40

Parafarmaci senza sconto Irpef

Risoluzione dell'Agenzia delle entrate interviene sulla dicitura riportata nello scontrino Il fisco nega la detrazione: non sono equiparabili a medicinali

Parafarmaci senza sconto Irpef. Salta la detrazione del 19% per i rimedi di origine vegetale venduti in farmacia ma non legittimati dal documento fiscale.
In effetti, l'ammissibilità in dichiarazione delle spese sanitarie relative all'acquisto di medicinali, è vincolata tra l'altro alla certificazione riportata nello scontrino circa la natura, la qualità e la quantità dei beni. In questo senso la dizione «parafarmaco» riportata nel documento fiscale esclude a priori la riconducibilità degli stessi nell'alveo dell'art. 15 comma 1 lettera c) del Tuir.
In questi termini si esprime la risoluzione n. 396 del 22 ottobre 2008 con la quale l'Agenzia delle entrate ha risolto un dubbio interpretativo di ampia portata.

Italia Oggi - S. Mazzei - art. pag. 41

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile


Se non desideri ricevere ulteriori articoli della Rassegna Stampa/Newsletter Privacy/ArchiviOk.it
di Data Print Grafik, clicca qui per annullare la tua sottoscrizione.

Privacy
In conformità al D.Lgs. 196/2003, Testo unico della privacy sulla tutela dei dati personali, Data Print Grafik
garantisce la massima riservatezza dei dati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica
scrivendo a areanews@dataprintgrafik.it.
Potrai prendere visione dell’informativa completa nella sezione Newsletter del nostro sito www.dataprintgrafik.it

Seguici su: Facebook Twitter