Rassegna stampa del 29 ottobre 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

For You Bollettini

Lavoro, "sì" al collegato

La Camera approva il Ddl: superato lo scoglio dei permessi per handicap. Restrizioni soft sui disabili - Forze armate "specifiche"

Restrizioni, in versione soft, alle regole sui permessi ai lavoratori dipendenti per l'assistenza a famigliari disabili. Introduzione del criterio di "specificità" del ruolo delle Forze armate e del Corpo nazionale dei vigili del Fuoco rispetto al comparto del pubblico impiego.
Con queste ultime due novità, peraltro già previste da alcuni giorni per effetto dell'accordo raggiunto nella maggioranza alla fine della scorsa settimana, il "collegatino quater" (Ddl Lavoro) ottiene il via libera della Camera e passa ora al Senato per l'approvazione definitiva. Il testo che esce da Montecitorio prevede anche lo stop, dal 1° luglio 2009, alla stabilizzazione dei precari nel pubblico impiego, la rivisitazione del processo del lavoro, la riduzione a tre mesi della proroga per la delega sugli "usuranti" e la regionalizzazione dei concorsi pubblici.

Il Sole 24 Ore - M. Rogari - art. pag. 33

Per l'Irap dei piccoli opzione entro l'anno

I chiarimenti delle Entrate. Per le neo-costituite

Potranno scegliere di calcolare la base imponibile Irap del 2008 in base alle regole delle società di capitali anche le ditte individuali, le snc e le sas che inizieranno l'attività a novembre e a dicembre, cioè dopo la scadenza per l'invio dell'opzione (31 ottobre 2008) prevista per i soggetti già in attività.
E' questa una delle principali novità contenute nella circolare dell'agenzie delle Entrate n.60/E del 28 ottobre 2008.

Il Sole 24 Ore - L. De Stefani - art. pag. 33

L'accertamento si fa in provincia

L'ipotesi di riorganizzazione anticipata dal direttore dell'Agenzia delle entrate ai sindacati. In arrivo 106 direzioni territoriali per coordinare i controlli

Spostare la competenza dell'attività di accertamento sul territorio dai singoli uffici locali al livello provinciale, attraverso l'istituzione di 106 direzioni con sede in ciascun capoluogo di provincia (tranne Milano, Roma e Torino, che ne avranno due).
I nuovi istituti si dovrebbero occupare del coordinamento dei controlli sulla provincia competente, mentre agli uffici locali resterebbero compiti di verifica legati agli accertamenti parziali, ai controlli formali e agli studi di settore. Il tutto senza creare nessuna mobilità del personale. Più ampio, inoltre, il taglio delle posizioni dirigenziali.
Sono questi gli aspetti più importanti del piano di riorganizzazione dell'Agenzia delle entrate, illustrato per linee generali dal direttore Attilio Befera ai sindacati durante un incontro nei giorni scorsi. Il riassetto, che dovrà essere approvato dal comitato di gestione dell'Agenzia, per essere operativo dal 1° gennaio 2009, terrà conto delle disposizioni del dl n. 112/2008.

Italia Oggi - V.Stroppa - art. pag. 37

Le cartelle cambiano look

Provvedimento delle Entrate modifica le istruzioni dopo la Finanziaria 2007. Nuove avvertenze per le sanzioni agli intermediari

Le istruzioni delle cartelle esattoriali cambiano look. La modifica si è resa necessaria a seguito delle modifiche apportate dalla Finanziaria 2007 al regime delle sanzioni amministrative per i soggetti abilitati a prestare assistenza fiscale e per gli intermediari abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni.
L'aggiustamento è contenuto nel provvedimento del direttore dell'Agenzia delle entrate del 17 ottobre 2008, diffuso ieri, per modificare le istruzioni allegate alle cartelle di pagamento emesse ai sensi dell'articolo 25 del dpr n.602/73.

Italia Oggi - A. Bongi - art. pag. 38

For You Bollettini