Rassegna stampa del 4 novembre 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK Professionale per la conservazione sostitutiva di tutti i documenti contabili

Hai tempo fino al 31 dicembre per la Conservazione Sostitutiva delle dichiarazioni.
(leggi l'informativa)
ArchiviOK Professionisti - Lo strumento Potente Affidabile ed Economico.

Scarica la demo e scopri tutti i vantaggi di ArchiviOK Professionisti.


Antiriciclaggio con obblighi a doppio regime

Cassazione. Fra banca e funzionario

Per le operazioni bancarie irregolari l'obbligo di segnalazione grava solo sulla banca. Ma per quelle sospette ai fini della normativa antiriciclaggio l'obbligo fa capo anche al funzionario dell'istituto di credito o dell'intermediario.
A distinguere vincoli e responsabilità è la Corte di cassazione con la sentenza n.25134 della Seconda sezione civile depositata il 14 ottobre scorso.
Il ricorso era stato presentato dal ministero dell'Economia contro la sentenza del 2003 con la quale il tribunale di Salerno aveva accolto l'opposizione proposta da un funzionario di banca contro la sanzione inflitta dallo stesso ministero per non avere segnalato operazioni bancarie per un ammontare complessivo di oltre tre miliardi di lire.

Il Sole 24 Ore - G. Negri - art. pag. 35

Tassati gli affitti all'estero

La convenzione Ocse non prevede eslcusiva sull'imposizione

Per i fabbricati posseduti all'estero, i canoni di affitto sono tassati in Italia anche se esiste una convenzione conforme allo schema Ocse.
Lo chiarisce l'agenzia delle Entrate con la risoluzione 412/E di ieri precisando che se la norma convenzionale stabilisce l'imponibilità nel Paese di ubicazione degli immobili, non è esclusa la tassazione anche nello Stato di residenza.
L'interpello è stato inviato all'agenzia delle Entate da un contribuente residente in Italia, che ha chiesto chiarimenti sul regime di tassazione di alcuni beni patrimoniali situati nella Repubblica slovena ricevuti per successione. Si tratta di cespiti attribuiti dallo Stato estero a seguito di provvedimenti di denazionalizzazione. Il quesito concerne in particolare il trattamento impositivo di due beni immobili (locati e non) e di titoli obbligazionari (con le relative cedole), questi ultimi assegnati a titolo di risarcimento di danni.

Il Sole 24 Ore - L. Gaiani - art. pag. 37

Fondi immobiliari a doppia tassa

Circolare dell'Agenzia delle entrate sulle novità introdotte dalla manovra d'estate (dl 112). La patrimoniale si cumula con la ritenuta sugli utili distribuiti

L'imposta patrimoniale sui fondi immobiliari a ristretta base e familiari si cumula con la ritenuta alla fonte sui proventi distribuiti; non sono compensabili plusvalenze derivanti dalla cessione dei nuovi fondi con minusvalenze di diversa natura, stante la diversa aliquota impositiva. Nessun regime transitorio per l'aumento di aliquota sulle plusvalenze da cessione di fondi a ristrette base.
Queste alcune delle principali considerazioni contenute nella circolare n 61/E del 03 novembre 2008 diretta a fornire istruzioni sulle novità fiscali introdotte in tema di tassazione dei fondi immobiliari.

Italia Oggi - A. Felicioni - art. pag. 37

Esenzione infragruppo con limiti

I CHIARIMENTI DEL FISCO/ Risoluzione sulla disciplina introdotta dalla Finanziaria 2008 Iva, inderogabile il requisito della detrazione contenuta al 10%

La condizione della percentuale di detrazione non superiore al 10%, richiesta ai fini dell'esenzione dall'Iva delle prestazioni di servizi effettuate da consorzi e cooperative consortili alle società consorziate o socie, deve permanere anche in seguito all'acquisizione di rami aziendali svolgenti operazioni prevalentemente imponibili. Inoltre, la società che ha optato per l'applicazione separata dell'Iva, dovrà verificare la condizione con riferimento al volume d'affari complessivo.
È quanto chiarisce l'Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 414 del 31/10/2008, fornendo le prime soluzioni ai dubbi posti dalla nuova disciplina dell'esenzione Iva delle prestazioni infragruppo, applicabile dal 1° luglio scorso. Il quesito era stato presentato da una società consortile che finora ha fatturato le prestazioni ausiliare alle imprese consorziate in regime di esenzione ai sensi della precedente disciplina, contenuta nell'art. 6 della legge n. 133/1999, che cesserà di applicarsi dal 2009.

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 42

ArchiviOK Professionisti il software per la conservazione sostitutiva facile ed  intuitivoVisualizza la DEMO di ArchiviOK e scopri come è facile