Rassegna stampa del 12 novembre 2008
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

For You Bollettini

Unico semplice taglia i tempi

Alla Conferenza dei commercialisti il direttore delle Entrate Befera illustra il calendario per i modelli. Le istruzioni della dichiarazione precompilata condensate da 141 a 26 pagine

Unico con 26 pagine di istruzioni in tutto, contro le 141 del modello ordinario. Così si presenterà la bozza del Miniunico, modello di dichiarazione fiscale per i contribuenti che presentano profili di reddito meno complessi.
A spiegare al parterre di quasi 1500 commercialisti giunti da tutta Italia, ieri, per la 1° Conferenza nazionale dell'Albo unico dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, il nuovo "patto" dell'Agenzia tra Fisco e intermediari è stato il direttore delle Entrate, Attilio Befera. Per il quale non è da escludere qualche passo indietro anche sul fronte degli Ias, soprattutto per quanto riguarda gli aspetti fiscali.

Il Sole 24 Ore - L. Cavestri - art. pag. 33

Avvocati, un Codice per la difesa

PRIVACY/ Via alle norme deontologiche, valide anche per gli investigatori. Si parte dal 2009. Il legale attesta al gestore tlc la necessità di avere i tabulati

L'avvocato attesta al gestore di telecomunicazioni la necessità difensiva di ottenere i tabulati. Lo prevede il Codice deontologico privacy per avvocati e investigatori privati, definitivamente approvato e in procinto di essere pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, per entrare in vigore il 1° gennaio 2009.
Il provvedimento diffuso ieri, che codifica le norme di buona prassi, fornisce indicazioni sulla conservazione dei fascicoli presso gli studi legali e riepiloga gli adempimenti a carico dei professionisti legali.

Italia Oggi - A. Ciccia - art. pag. 39

Deduzioni blindate

Risoluzione dell'Agenzia delle entrate sugli sgravi Irap. Attività regolamentate senza cuneo

Per l'utilizzo del cuneo fiscale alle attività regolamentate ancora uno stop dall'Agenzia delle entrate. Lo svolgimento di attività in forza di un provvedimento dell'ente pubblico con remunerazione a tariffa, esclude dalla possibilità di poter usufruire delle deduzioni dalla base imponibile Irap di cui al cosiddetto cuneo fiscale.
È questo, in sintesi, il pensiero dell'amministrazione finanziaria contenuto nella risoluzione n. 428/e di ieri.
A chiedere lumi circa la possibilità di usufruire dei benefici fiscali delle disposizioni contenute nell'articolo 11, comma 1, lettera a) del dlgs 446/97, una società operante nel settore del trasporto pubblico locale quale aggiudicataria di una gara di appalto con remunerazione dei servizi resi all'ente pubblico attraverso il meccanismo della tariffa. Secondo la società istante, la possibilità di usufruire dei benefici del cuneo fiscale Irap erano legati al fatto che, nel caso di specie, il rapporto fra la stessa e l'ente concedente era regolato non da un atto amministrativo avente natura di concessione, ma da un vero e proprio contratto di servizi.

Italia Oggi - A. Bongi - art. pag. 42

For You Bollettini